Challenger Todi: Entrano in tabellone Crugnola, Di Mauro, Brizzi, Marrai, Tenconi e Luzzi, senza ausilio di wc

di - 12 Settembre 2008

Comunicato Stampa
Ufficio Stampa Todi

Si parte. Questa mattina, con gli incontri di qualificazione al tabellone principale, prende il via ufficialmente, dalle ore 10 sulla terra rossa del Tennis Club Todi, la seconda edizione degli Internazionali di Tennis dell’Umbria-Challenger Atp Blu-express.com Tennis Cup, torneo dotato di un montepremi di 42.500$ più ospitalità. L’evento tennistico più prestigioso della nostra regione si presenta ai nastri di partenza mostrando un livello tecnico ed organizzativo di primo piano.

Fari puntati sugli atleti italiani in gara. Dopo la wild card concessa a Federico Luzzi, entra di diritto nel tabellone principale, in seguito al forfait del tennista francese Thierry Ascione, un altro azzurro in cerca di rivincite, il siracusano ex numero 68 del ranking Atp Alessio Di Mauro. Il tennista siciliano, come Luzzi, è reduce da una lunga squalifica (in un primo tempo era stato condannato a 9 mesi di stop poi ridotti a 7 e ad una multa di 60.000 dollari poi ridotta a 25.000) legata allo scandalo scommesse. Squalifica che Di Mauro ha terminato di scontare il 12 giugno scorso. L’ATP ha ritenuto colpevole Alessio di aver puntato del denaro su alcune partite di tennis tra il novembre 2006 e il giugno 2007 (punito solo per aver scommesso, non si parla di alcuna combine). Così come per Luzzi anche per Di Mauro (dopo lo stop il roccioso tennista siciliano è sceso alla posizione numero 280 della classifica mondiale) si tratta di un ritorno sul rosso di Todi. Nella prima edizione degli Internazionali dell’Umbria (era testa di serie numero1) uscì dal torneo nei quarti di finale al termine di un combattuto incontro con il tedesco Kamke.

Aggiornamento Spazio Tennis

Nelle ultime ore tante le rinunce, tanto è vero che l’ultimo ammesso di diritto al tabellone principale è addirittura Federico Luzzi (348 Atp). Oltre a Di Mauro, sono entrati in tabellone anche Alberto Brizzi, Matteo Marrai e Tomas Tenconi. Da capire quindi adesso a chi verranno assegnate le wc vacanti

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *