Itf Cividino: Iannuzzi sugli scudi

di - 15 Marzo 2011


(Enrico Iannuzzi – Foto Gabriele Villa)

Grande sorpresa nella seconda giornata di tabellone principale del Trofeo Fibo Moda di Cividino. Sul Campo Centrale dell’ Accademia Tennis Mongodi è subito caduta la prima testa di serie, il ceco Jan Mertl (321 Atp), superato in tre set dall’abruzzese Enrico Iannuzzi. Il ventisettenne di Avezzano, attualmente numero 857 della classifica mondiale, ha disputato un match pressoché perfetto, riuscendo a far valere nel migliore dei modi un servizio al fulmicotone e un brillante gioco d’attacco, qualità che gli hanno permesso di beffare un giocatore esperto e ostico come Mertl, capace nel 2007 di arrivare a un passo dai primi 150 giocatori del ranking. In una sfida fortemente dominata dai turni di servizio, Iannuzzi è salito in cattedra nel tie-break della prima frazione, vinto 7-5, ma ha vanificato tutto subendo un evitabile break sul 3-4 del secondo parziale, che ha permesso al ceco di rientrare in partita. Quando la contesa sembrava volgere a favore del favorito numero uno, l’azzurro ha però sorpreso nuovamente tutti, strappandogli il servizio nel quarto gioco del set decisivo e mantenendo il vantaggio sino al successo, siglato con l’ennesimo ace.

Su questi campi sapevo di potermela giocare con chiunque, e aiutato dal servizio sono riuscito a togliermi una bella soddisfazione”, ha spiegato l’azzurro. “La differenza principale credo l’abbia fatta il tie-break del primo set, nel quale sono partito benissimo e ho potuto amministrare i due mini-break guadagnati. Sono contento di aver dato continuità alla buona partita della scorsa settimana a Trento (Enrico ha perso 5-7 6-1 6-4 contro il secondo favorito Burquier, ndr) e spero di poter avanzare ancora nel torneo”. Oltre ad aver piazzato lo scalpo più importante del torneo, Iannuzzi ha salvato i colori italiani in quel di Cividino, in quanto tutti gli altri azzurri impegnati oggi sono usciti di scena. La sconfitta più secca l’ha rimediata la wild card Riccardo Bellotti, che inaspettatamente non è riuscito a reggere il confronto con il qualificato tedesco Florian Fallert, a segno con un doppio 6-3. Ha ceduto il passo in due set anche il qualificato Lorenzo Frigerio, che in ambedue le frazioni è riuscito a tener testa a Lado Chikhladze sino al tie-break, nei quali il georgiano ha saputo far la differenza grazie a un servizio veloce ed efficace come pochi.

Sconfitta onorevole anche per il trentino Giacomo Oradini (wild card della Federazione Italiana Tennis), che ha impegnato più del previsto il mancino rumeno Petru-Alexandru Luncanu, indubbiamente uno dei favoriti al successo finale. Persa per 6-3 la prima frazione, Giacomo si è rifatto nella seconda, beffando il rivale al tie-break (7-5), ma si è leggermente disunito nel set decisivo, permettendo a Luncanu di prendere subito il largo e guadagnare il secondo round con un agevole 6-1. La più grossa quantità di amarezza la porta però con se Marco Speronello, che nella sfida fra qualificati con il tedesco Uhlig si è arreso con il punteggio di 6-7 7-5 7-5, cedendo un match che per lunghi tratti sembrava poterlo premiare. Dopo un primo set praticamente perfetto (chiuso 13-11 al tie-break), il ventenne veneto ha continuato a servire in maniera eccezionale e dominare gli scambi con colpi di rimbalzo potentissimi e un efficace gioco di volo, ma ciò non è bastato. Sia nel secondo che nel terzo set Marco si è infatti lasciato sorprendere sul più bello, e ha parecchio da recriminarsi. In primis le cinque palle-break non convertite fra il nono e l’undicesimo game del terzo parziale, che gli avrebbero permesso di andare a servire per il match.

Delineati dunque tutti gli accoppiamenti degli ottavi di finale, previsti per la giornata di domani. La sfida che aprirà il ‘cartello’ del Campo Centrale vedrà in campo Andrea Stoppini (5) e Marco Bortolotti, mentre sul Campo 1 si affronteranno Tosic (6) e Lucak. Il secondo derby azzurro, fra Trusendi (4) e Agazzi, è stato programmato invece nella sessione serale. Intorno alle 12.30 le sfide Vanni-Celebic e Melchiorre-Lajovic, seguite dal match Iannuzzi-Uhlig e da quello che opporrà Fallert al vincitore di Magg-Cauvard, impegnati questa sera. Promette spettacolo anche la sfida Luncanu-Chikhladze, la quarta sul Centrale. Domani anche i quarti di finale del torneo di doppio. L’ingresso è gratuito, ulteriori informazioni al sito www.itfmongodi.it.

RISULTATI
Singolare. 1° turno: Fallert (Ger) b. Bellotti 6-3 6-3, Luncanu (Rom) b. Oradini 6-3 6-7 6-1, Iannuzzi b. Mertl (Cec) 7-6 3-6 6-4, Uhlig (Ger) b. Speronello 6-7 7-5 7-5, Chikhladze (Geo) b. Frigerio 7-6 7-6.

Marco Caldara
Ufficio Stampa Itf Fibo Moda

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *