Cronache dal Foro Italico – Volume 25 – “Resoconto Pre-Quali”

di - 29 Aprile 2010

Questa mattina si sono svolte al Parioli le pre-qualificazioni femminili. Bella vittoria della Giovine, che ha superato la Caregaro. Parteciperanno al tabellone cadetto anche Grymalska, Gatto e Burnett.

Claudia Giovine

Articolo e Foto di Alessandro Nizegorodcew (articolo in partnership con Tennis.it)

Roma, 29 Aprile 2010 – Nella mattinata di oggi si sono svolte le tanto discusse pre-qualificazioni del torneo Wta di Roma. Hanno conquistato l’accesso al tabellone cadetto Anastasia Grymalska, Claudia Giovine, Giulia Gatto-Monticone e Nastassja Burnett.

Di Sarra dura un set. Il primo match a terminare è stato quello della Grymalska, che ha superato la resistenza dell’infortunata Federica Di Sarra. La tennista laziale, infatti, soffre da molto tempo di un problema alla caviglia e in campo ha fatto una grandissima fatica a muoversi. Sul 6-5 Grymalska, Federica ha tentato di raggiungere il tie-break, ma a causa di un diritto finito fuori di pochi centimetri, ha consegnato il primo parziale ad Anastasia. Nel secondo set non c’è stata storia, con la Grymalska padrona del campo. 7-5 6-2 il punteggio finale in favore dell’azzurra di origine ucraine. Il diritto della Di Sarra è un colpo straordinario, che ha tenuto in partita la giocatrice laziale per un set, ma i problemi fisici hanno alla fine avuto la meglio. La Grymalska ha un gioco molto fastidioso, poiché è difficilissimo farle punto. Se può vincere un match, è probabile che lo riesca a portare a casa, grazie anche ad un’ottima tenuta mentale e fisica. Le manca però ancora la pesantezza di palla per poter comptere a livello di qualificazioni Wta.

Giovine sugli scudi. Claudia Giovine ha vinto il match più bello ed equilibrato delle pre-quali. La tennista pugliese, cugina di Flavia Pennetta, si è imposta con il punteggio di 6-4 7-5, soffrendo parecchio nel secondo parziale. La valdostana ha infatti recuperato da due situazioni complicatissime (2-4 e poi 3-5), salvo commettere un gravissimo doppio fallo sul match point per la Giovine. Claudia ha dimostrato i progressi degli ultimi mesi, mettendo in mostra un diritto molto più sicuro ed un rovescio bimane sublime. Martina ha forse pagato un po’ la tensione e i gratuiti sono stati davvero troppi, soprattutto con il diritto. Quando parte il rovescio lungolinea però, come sempre, c’è solo da applaudire. E’ un peccato che una delle due giovani azzurre non parteciperà alle qualificazioni di domani mattina.

Giulia Gatto-Monticone

Gatto sul velluto. Giulia Gatto-Monticone è scesa in campo forse un po’ contratta, perdendo i primi due giochi dell’incontro con Alice Moroni. La piemontese si è messa pian piano a giocare il suo tennis e la Moroni, che aveva iniziato molto bene, ha cominciato a sbagliare quasi tutto. Giulia ha continuato a spingere bene con il rovescio (soprattutto in lungolinea) e la Moroni è letteralmente impazzita, urlando spesso e volentieri dopo alcuni errori banali. E pensare che Alice lo scorso anno sfiorò la qualificazione al Foro Italico. La Gatto-Monticone, domani (sorteggio permettendo) potrebbe fare la sorpresa.

Burnett di potenza. La maggior potenza di Nastassja Burnett ha permesso alla giocatrice romana di aggiudicarsi il derby laziale con Martina Di Giuseppe (sofferente per una tendinite al ginocchio sinistro). Nasty si è imposta 64 64, giocando una buona partita. La Digiu ha cercato di spezzare il ritmo molto alto della sua avversaria alternando accelerazioni di diritto a smorzate molto bene giocate, ma la Burnett ha rintuzzato ogni tentativo di fuga di Martina. Un incontro equilibrato, certamente condizionato dalle precarie condizioni fisiche della Di Giuseppe. Buona comunque la prova di Nasty, che parteciperà alle qualificazioni per il secondo anno consecutivo.

Nastassja Burnett

Una miriade di azzurre. Nel tabellone principale ci saranno al via ben 9 azzurre. Oltre a Pennetta, Schiavone, Errani, Garbin, Vinci e Brianti, che sono dentro per diritto di classifica, saranno al via anche Dentoni, Oprandi e Camerin, beneficiarie di wild card. In qualificazione, oltre alle 4 giocatrici provenienti dal torneino del Parioli, sarà presente anche Anna Floris

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *