Doppietta Azzurra

di - 21 Maggio 2010

Stefano Galvani
(Stefano Galvani – Foto Nizegorodcew)

Una conferma e una sopresa. Simone Bolelli e Stefano Galvani si sono qualificati per il main draw del Roland Garros, portando a 6 il numero di azzurri nel tabellone principale di Parigi. Galvani ha superato la giovane promessa yankee Harrison, mentre Simone ha recuperato un match quasi perso contro il turco Ilhan

Parigi, 21 Maggio 2010 – Ottimo risultato per la truppa azzurra nelle qualificazioni di Parigi. Una conferma e una sorpresa. Simone Bolelli, soffrendo molto più del previsto, ha conquistato l’accesso al main draw; insieme a lui, nel tabellone principale, ci sarà anche Stefano Galvani, che arrivato all’ultimo istante a Parigi (aveva perso l’aereo), ha giocato un tennis magnifico, regalandosi a quasi 33 anni un altro Roland Garros.

Galvani di lusso. Grazie ad una splendida prestazione, a coronamento di una settimana perfetta, Stefano Galvani ha superato le qualificazioni del Roland Garros, conquistando il main draw del secondo slam stagionale. Il tennista patavino, classe 1977 e 245 Atp (numero 99 nel 2007), si è sbarazzato al turno decisivo della grande promessa del tennis a stelle e strisce; quel Ryan Harrison che nei giorni scorsi aveva sorpreso, per una dimestichezza con la terra rossa già invidiabile per un ragazzo classe 1992. Stefano non si è però lasciato intimidire dalla futura stella statunitense, superandolo col punteggio di 6-4 7-6(4), non senza alcune difficoltà soprattutto nel secondo parziale. Galvani, nel primo parziale, ha avuto tantissime occasioni per breakkare l’avversario, riuscendo ad ottenerlo sul finire del set: 6-4. Nella seconda partita l’americano è partito meglio salendo subito avanti 3-0; qui Stefano è stato bravissimo, salendo addirittura sopra di un break sul 5-4 e andando a servire per il match. Ma la reazione del baby Harrison non si è lasciata attendere e Galvani si è ritrovata al tie-break. Sotto 3-2, Stefano ha messo in fila un parziale di 4 punti a 1, conquistandosi 3 matchpoint. Alla seconda occasione l’azzurro ha chiuso l’incontro, accedendo, a pochi giorni dal suo trentatreesimo compleanno, al tabellone principale del Roland Garros. E pensare che Galvani in questi mesi ha giocato praticamente solo futures…

Bolelli col cuore. L’incontro di Simone Bolelli, opposto all’ostico turco Ilhan, è partito nel peggiore dei modi. Le prime dodici palle break avute a disposizione dal tennista di Budrio, infatti, sono state tutte annullate dal suo avversario che, grazie anche alle indecisioni del nostro, si è ritrovato addirittura avanti 7-5 5-4 e servizio, con Simone incapace di rientrare in partire. Ma quando Ilhan è andato a servire per il match è arrivata la svolta. Bolelli ha effettuato il break (il primo per l’azzurro nel match), ribadendolo poi sul 6-5 chiudendo il secondo parziale. Il terzo set ha visto Simone partire evidentemente con i favori del pronostico, dominando quasi tutti i propri turni di servizio. Il break decisivo, nonostante Ilhan abbia lottato come un pazzo per rimanere attaccato al match, è arrivato sul 4-3 per Simone, che ha poi chiuso col punteggio finale di 5-7 7-5 6-3. Per andare avanti nel main draw ci vorrà probabilmente un altro Bolelli, rispetto a quello visto quest’oggi sui campi del Roland Garros.

© riproduzione riservata

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *