Fognini e la Davis

di - 5 Maggio 2010

Fabio Fognini
(Fabio Fognini – Foto Nizegorodcew)

Riportiamo qui di seguito un articolo presente sul sito Tennisbest, in cui Fabio Fognini spiega la propria situazione in relazione alla Coppa Davis

In seguito agli articoli apparsi su alcuni quotidiani nella giornata odierna, relativi all´assenza di Fabio Fognini nella squadra azzurra di Coppa Davis impegnata nel prossimo week-end in Olanda, il ligure tiene a precisare di “Aver dato piena disponibilità al capitano Corrado Barazzutti” e di aver semplicemente avvisato “Di essere lontano dalla miglior condizione, anche per via di un problema al polso che mi affligge da diverse settimane. In questo momento faccio fatica a giocare un match due set su tre, sarebbe ancor più complicato esprimermi in un incontro al meglio dei cinque set“. A quel punto, valutate le circostanze, il capitano Corrado Barazzutti ha deciso di non convocarlo. Diversamente, Fognini avrebbe accettato la convocazione e provato ad offrire il massimo di quelle che sono attualmente le sue possibilità.

“Un conto è la Davis, un conto sono i tornei”
Per quanto riguarda la situazione del suo polso, Fognini ha scelto di chiedere il parere di un terzo medico, in quanto vi erano alcune discordanze nelle diagnosi dei medici interpellati precedentemente. Ottenuta l´idoneità a giocare, Fognini ha deciso di provare a disputare il torneo ATP di Belgrado, pur consapevole di non essere al 100%. “Ho voluto mettere al corrente il capitano delle mie cattive condizioni di forma perché tengo molto alla Davis. Un conto è perdere o doversi ritirare in un torneo individuale, dove a rimetterci sarebbe solo il sottoscritto, un altro doverlo fare in una competizione dove si gioca per la squadra e a rimetterci sarebbe la Nazionale “. Fognini ha dunque mostrato un vivo senso di responsabilità nei confronti della maglia azzurra a cui si sente molto legato (come ha sempre dimostrato) e ha voluto semplicemente mettere il capitano Barazzutti nelle condizioni migliori per poter scegliere i convocati più idonei.

© riproduzione riservata

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *