ITF: Sugli Scudi la Classe ’94

di - 25 Settembre 2013


(Filip Peliwo) 

di Giacomo Bertolini

QUARTO CENTRO PER TRUSENDI, PRIMO PER PELIWO

Santa Margherita di Pula (10.000$ Italia): Walter Trusendi padrone assoluto in Sardegna, dopo il secondo successo consecutivo nel Future su terra di Santa Margherita di Pula. Nuova settimana ad alti livello per l’azzurro classe 1985 che, da primo favorito, non ha tradito le aspettative, rimontando in finale nel derby Francesco Picco(7) 46 63 63. Per l’attuale numero 440 Atp quarto centro in carriera, terzo del 2013. Ottima semifinale per Donati e Sinicropi, quarti per Giacalone. Doppio a Fago/Mazzella.

Markham (15.000$ Canada): Battesimo future per il canadese Filip Peliwo, astro nascente classe ’94 al primo colpo della carriera nel torneo di casa di Markham, cemento. Cammino esaltante e convincente per il tennista di Vancouver che, dopo la semifinale maratona vinta con Pokrajac per 76 67 76, non è per nulla sceso in campo in finale, sfruttando il walkover del connazionale Philip Bester(6). Per Peliwo, numero 283 al mondo e accreditato qui della seconda testa di serie, primo centro dopo due finali precedentemente perse. Azzurri assenti in Canada.

Antalya Belconti (10.000$ Turchia): Nuovi segnali di netta ripresa in quel di Antalya per il lituano Laurynas Grigelis, interessante scommessa classe ’91 tornata a colpire dopo un lungo periodo di digiuno. Partito come secondo del tabellone, il tennista di Klaipeda non ha praticamente mai tremato, arrivando così a conquistare il secondo future dell’anno. In finale facile vittoria sul nostro Claudio Fortuna per 62 63 e quarto sigillo in carriera per l’attuale numero 473 Atp. Tra gli altri azzurri presenti quarti per Federico Gaio, vincitore in doppio con lo scatenato Grigelis.

Plaisir (15.000$ Francia): E testa di serie numero 2 portafortuna anche in Francia dove, nel 15k su cemento di Plaisir, non stecca il belga Niels Desein, tennista di Gent classe ’87 facile vincitore del torneo cadetto. Percorso agevole e senza neppure un set lasciato per strada per Desein, bravo a sgambettare in finale il favorito numero 1 Maxime Authom, sconfitto nel derby 64 64. 17esimo acuto per il numero 240 al mondo, quarti di finale azzurri con Erik Crepaldi.

Thessaloniki (10.000$ Grecia): Theodoros Angelinos profeta in patria nel torneo greco di Thessaloniki, conquistato dal 29enne padrone di casa al termine di una settimana pressochè perfetta. Cammino autoritario e deciso per il primo della lista che, una volta respinto l’insidioso attacco del nostro Bortolotti in semifinale, non ha più avuto problemi, arrivando così a centrare il secondo colpaccio stagionale. Per il numero 319 Atp, vincitore del suo sesto future complessivo, trionfo in finale sul francese Francois-Arthur Vibert(4) con un duplice 64. Oltre alla semi di Bortolotti quarti in casa Italia per Molina, ottavi per Speronello, Vilardo, Frigerio, Patracchini, Borgo e Melchiorre. Nuovo sussulto dal doppio con Patracchini/Frigerio.

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Torniamo a Sharm adesso per il consueto 10k egiziano su terra, preda questa settimana della sorpresa francese Mathias Bourgue, 19enne di Avignone in netta ascesa in questa stagione e vincitore del suo primissimo centro in carriera. Titolo meritato per il numero 3 del seeding, autoritario nel mantenere dalla sua parte i favori del pronostico fino alla finale, vinta contro il tennista locale Karim-Mohamed Maamoun(5) con un secco 64 62. Subito fuori tra gli azzurri Filippo Borella, unico iscritto.

Altri tornei della settimana: Classe ’94 protagonista anche in Serbia, a segno Cagnina

Nis (10.000$ Serbia): Si chiude con il torneo serbo di Nis (terra) e sotto il segno dell’annata ’94 l’analisi dei futures della settimana, complessivamente positiva per i colori azzurri. Ottima prova, nel torneo serbo in questione, per la freccia belga Julien Cagnina, prospetto di Liege in forte ascesa, vincitore del suo primo future in carriera. Settimana da incorniciare per il giovane Cagnina che, forte della sua terza testa di serie, non ha trovato grandi opposizione fino all’atto conclusivo, dominato contro il rumeno Vasile Antonescu 62 63. Aria di best ranking per il tennista belga, attualmente fermo alla posizione numero 548 della classifica. Italiani non presenti in Serbia.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: ex-aequo tra i classe ’94 PELIWO/BOURGUE/CAGNINA

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *