Itf Campobasso (25.000$): Inizia il tabellone principale..

di - 10 Giugno 2008


(Burnett)

di Giuseppe Villani; Giorgio Mascione
Ufficio Stampa Itf Campobasso

Comunicato n. 12

Il tabellone principale sarà completato domani mattina dopo la conclusione dell’ultimo match di qualificazione interrotto per pioggia tra Marina Shamayko e Claudia Giovine.

La decisione di far giocare le due tenniste il martedì (giorno tradizionalmente dedicato alle partite del primo turno del tabellone principale) è stata presa dal supervisor Pasquale Pantaleo a causa delle condizioni dei due campi principali dell’At Campobasso, completamente allagati dopo l’ultimo acquazzone del pomeriggio.

La Shamayko e la Giovine torneranno in campo alle 9,30 di domani mattina partendo dal punteggio di 7-5 2-5 per la russa.

Contestualmente alla decisione di rinviare l’ultima partita delle qualificazioni, la direzione del torneo ha proceduto a definire il tabellone principale che, come detto, è ancora orfano di una giocatrice. La prima partita sarà giocata alle 10.30 tra la bielorussa Darya Kustova e l’italiana Nastassja Burnett. Tra le teste di serie del torneo esordiranno la numero 2 del seeding, la rumena Anda Perianu (213 al mondo), che affronterà l’argentina Agustina Lepore (247 al mondo), la numero 4 Maria Irigoyen (Argentina), opposta all’italiana Evelyn Mayr, la 5 Magda Mihalache (Romania) che se la vedrà in tarda mattinata con l’italiana Alexia Virgili, e la 6 Masa Zec Peskiric (Slovenia) che alle ore 14 sul campo centrale giocherà con la promettente italiana Giulia Gabba per un match che promette scintille.

Al via anche il torneo di doppio con due incontri previsti nel tardo pomeriggio.

Comunicato n. 11

E’ la pioggia la dominatrice incontrastata di queste prime due giornate dei 7’ Internazionali Regione Molise.

A causa delle precipitazioni atmosferiche che non lasciano tregua il programma delle qualificazioni è stato letteralmente stravolto: partite sospese, riprese, rinviate e purtroppo in alcuni casi non terminate come nel caso del match senza dubbio più emozionante del pomeriggio fra l’italiana Claudia Giovine e la russa Marina Shamayko. A dispetto della differenza di classifica tra le due giocatrici (numero 409 del mondo la russa, numero 856 l’italiana) si è assistito ad un incontro assolutamente equilibrato. Il primo set è andato alla russa (7-5). Nella seconda frazione la grinta della Giovine però ha avuto la meglio sulla maggiore tecnica della avversaria ma proprio quando la tennista italiana si apprestava a chiudere il secondo parziale (sul 5-2 a suo favore) la pioggia si è rifatta viva rendendo impossibile la prosecuzione dell’incontro che si spera di poter concludere nella giornata odierna. In caso contrario Shamayko-Giovine sarà la prima partita in programma per domattina per rendere finalmente completo il tabellone principale.

Il cattivo tempo ha condizionato anche gli altri due incontri del pomeriggio; nel primo, la cilena Koch-Benvenuto ha dovuto aspettare oltre un’ora prima di poter completare la sua partita contro l’italiana Caciotti. Le due tenniste hanno infatti dovuto interrompere il loro incontro poco dopo le 14 sul punteggio di 6-1 1-0 per la sudamericana. Dopo un pranzo frugale e l’attesa per un miglioramento delle condizioni metereologiche l’incontro è ripreso alle 15,30 con la Caciotti decisa a rendere cara la pelle. L’italiana ha iniziato molto bene portandosi sul 3-2 nel secondo set ma la cilena dal doppio colpo a due mani ed una propensione al gioco d’attacco molto apprezzata dal pubblico presente ha infilato ben quattro giochi consecutivi chiudendo il match con il punteggio di 6-1 6-3.

Senza storia invece l’incontro fra Alexia Virgili e la belga Appollonia Melzani. Anche loro costrette a terminare la loro partita fra un acquazzone e l’altro. La Virgili comunque ha dominato l’avversaria sia nella prima parte del match (6-3 3-0) che alla ripresa quando sono bastati appena dodici minuti per completare il secondo set con un perentorio 6-0.

Le due partite del mattino, invece hanno avuto un andamento simile tra loro: iniziate alle 10, sospese contemporaneamente per la pioggia e riprese in simultanea, si sono concluse a pochi minuti di distanza l’una dall’altra. Tutto facile per la Urbancic contro una Quercia svogliata e nervosa (per lei anche una punizione disciplinare alla fine del primo set), mentre a far la differenza tra la Miranda Otarola e la Buryachok è stata la bassa percentuale di errore della cilena, che prima della sospensione ha infilato nove giochi di fila, dall’1-2 al 6-2 del primo set fino al 4-0 del secondo. Alla ripresa del gioco, c’è stata più partita ma per l’ucraina la partita, di fatto, era già compromessa.

Per completare il tabellone principale si dovrà dunque attendere l’esito del match fra la giovine e la Shamayko. Il supervisor del Torneo attenderà fino alle ore 20 prima di sorteggiare le qualificate. Il primo turno comunque inizia martedì e terminerà mercoledì. Giovedì, maltempo permettendo, è in calendario il secondo turno (ottavi di finale), venerdì toccherà ai quarti, sabato alle semifinali e domenica al gran finale.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *