Itf Ciampino (10.000$): Il Resoconto della II Giornata

di - 26 Settembre 2007

Valentina Sulpizio

Alcune delle migliori giovani azzurre si trovano questa settimana in quel di Ciampino per disputare un torneo Itf da 10.000$. Ecco il resoconto delle partite a cui ho assistito..

Federica Di Sarra b. Benedetta Davato 63 62
Partita praticamente a senso unico, con la Di Sarra che amministra bene il vantaggio accumulato ad inizio di entrambi i set. Benedetta non riesce a giocare con adeguata profondità il suo diritto e con il rovescio non è giornata, tranne che per qualche soluzione impressionante, ma sporadica; troppi gli errori della diciannovenne di Grottaferrata. La Di Sarra spinge come di consueto con il diritto con cui comanda lo scambio con una certa facilità. Molti i doppi falli e quasi tutti i giochi della Davato sono break. Federica non sembra comunque al 100% delle sue potenzialità in questo momento.

Benedetta Davato

Annalisa Bona b. Lisa Tognetti 62 60

Partita senza storia dall’inizia alla fine. Annalisa gioca un tennis vario e divertente e la Tognetti nel secondo set molla. Alcune soluzioni della Bona davvero notevoli. Secondo turno difficilissimo con la Di Sarra.

Annalisa Bona

Valentina Sulpizio b. Catalina Arancibia 63 61
Valentina è di tre categorie superiore alla cilena, come tecnica e come potenza dei colpi. Nonostante questo, nel primo set la Sulpizio non riesce a staccare la sua avversaria fino al 3-3. da quel momento Valentina fa valere tutta la differenza che c’è tra le due e chiude la pratica, grazie anche ad alcuni colpi molto applauditi dal pubblico. Queste le dichiarazioni di Valentina a fine match: “Oggi è stata una partita un po’ strana, perchè la settimana scorsa ho giocato a Bratislava con tutte tenniste che tiravano molto forte. Mi sono ritrovata in campo contro la Arancibia che gioca in maniera opposta; per questo motivo ho avuto difficoltà a trovare il tempo giusto sulla palla. E’ andata bene lo stesso. Per quanto riguarda la finale della scorsa settimana in Slovacchia, le avversarie che ho affrontato, nonostante la non eccelsa classifica, erano quasi tutte ragazze slovacche che giocano molto bene a tennis; ho dovuto faticare parecchio. Qui a Ciampino al secondo turno affronterò Evelyn Mayr, lei è una che sbaglia poco e corre tanto..vedremo…

Federica Quercia b. Astrid Besser 60 36 76(3)
Primo set costellato da errori incredibili della Besser. Nel secondo invece Astrid sale in cattedra e la partita sembra prendere la piega che ci si aspettava prima dell’incontro. Ed in effetti nel terzo set Astrid vola 4-2 giocando un buon tennis, il suo tennis, fatto di accelerazioni su accelerazioni con entrambi i fondamentali. La Quercia però rimane lì, lotta e corre; si appoggia ai colpi molto potenti della Besser rimettendo in campo quasi ogni attacco avversario. In particolare alcuni pallonetti molto alti mettono in difficoltà Astrid che sbaglia spesso lo smash per chiudere. Dal 4-4 le due tengono i servizi fino al tie-break. Un primo punto durissimo (almeno 20-22 colpi) porta il primo punto alla Quercia, che si impegna particolarmente in difesa; Astrid gioca maluccio nel gioco decisivo, ma Federica lascia partire 3 vincenti sulla riga da applausi. Astrid sull’1-6 prova a tirare tutto ma ancora uno smash in rete da la vittoria alla Quercia. Astrid lancia la racchetta e si dispera, uscendo con vlto piuttosto triste dal campo. Si intuisce che la Besser non attraversa un buon momento di fiducia. Una frase simbolo, nonchè divertente, dopo un colpo uscito di 3 metri e guardando in alto dove passano gli aerei in partenza dall’aeroporto di Ciampino: “Attenti che vi prendo.. entro in collissione!!”

Astrid Besser

Valentina Sassi b. Giulia Gatto-Monticone
Non conosco il risultato, ma una volta entrate in campo le due ho pensato: Tra 45 minuti finisce.. Ed in effetti il tempo che Valentina impiega per superare la sua avversaria è all’incirca quello. La Sassi è di un’altra categoria e non centra nulla con questi tornei, ma capisco che i tanti problemi fisici non le diano grande scelta. La palla viaggia a tutta altra velocità e pesantezza.

Valentina Sassi

© riproduzione riservata

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *