ITF: Karin Knapp sbanca Mestre

di - 12 Settembre 2012

di Giacomo Bertolini

KNAPP SBANCA MESTRE IN ATTESA DEL TASHKENT OPEN

Mestre (50.000$ Italia): Super Karin Knapp nel torneo più importante della settimana giocato sui campi azzurri di Mestre, dove la nostra giovane tennista di Brunico ha centrato la seconda finale consecuitva dopo quella persa a Bagnatica con la Camerin.
Successo che dà morale alla nostra Karin anche in vista del Wta di Tashkent che vede la nostra Knapp papabile protagonista nonostante un sorteggio non propriamente tenero l’abbia subito opposta alla prima testa di serie Niculescu.
Per quanto riguarda Mestre poche esitazioni per l’ex 35 al mondo che, da seconda favorita del seeding, non sbaglia un colpo fino alla finale dove è costretta a lasciare per strada l’unico set in tutta la manifestazione alla spagnola Estrella Cabeza-Candela(5), ko 61 36 61.
Per la 25enne Knapp, ancora a secco nel circuito Wta, quinto successo della carriera nel circuito Itf, il primo conquistato sui campi in terra rossa di Mestre.
Le altre azzurre impegnate nel torneo cadetto: resa al secondo turno per Remondina e Burnett(6), subito fuori J.Mayr, Bruschi, Brianti(3), Camerin e Floris.

Rockhampton (25.000$ Australia): Si “mangia” letteralmente il bis una sciupona Sasha Jones(2) nella finale del torneo aussie di Rockhampton, cemento.
Niente gioia infatti, dopo l’acuto di Cairns, per la 21enne australiana che in un derby tra favorite in finale deve cedere il passo in rimonta alla connazionale Olivia Rogowska(1), superiore per 06 63 62 dopo un disastroso primo parziale.
Sorride dunque la tennista di Melbourne classe 1991 che, ormai prossima ad entrare nelle 100, si regala il secondo sigillo dell’anno dopo Burnie, arrivando così a quota sette nel conto dei titolo vinti in carriera.
Anche per la Rogowska, così come per la Knapp, torneo vinto con un solo set concesso alle avversarie.
Azzurre assenti a Rockampton.

Noto (25.000$ Giappone): E dal cemento di Rochampton all’erba giapponese di Noto, torneo 25k vinto dalla tennista di casa Kazusa Ito.
Successo a sorpresa per la 27enne nipponica che, appena numero 641 Wta e vincitrice in carriera di un solo trofeo, si esalta tra le mura amiche di Noto arrivando così a conquistare la coppa sebbene non figurasse tra le prime teste di serie.
Vittoria di carattere per la Ito che dopo un esordio stentato non sbaglia più niente ed arresta la sua furia vincente solo in finale dove riesce a completare l’opera nel derby con Misa Eguchi(8), finitan rapidamente al tappeto 62 64.
Secondo titolo della carriera per la Ito in una manifestazione che non vedere azzurre ai nastri di partenza.

Alphen (25.000$ Olanda): Ritorna a colpire in concomitanza col torneo olandese di Alphen l’ex top 100 ceca Sandra Zahlavova, regina del “Tean International 2012” dopo due anni di digiuno.
Vittoria fodamentale per la stagione della Zahlavova, sprofondata fuori dalle prime 200 dopo una serie di risultati non all’altezza del suo miglior tennis.
Decisamente positiva invece la settimana sui campi in terra di Alphen dove la Zahlavova, che non partiva tra le prime favorite, si complica la vita all’esordio con la venezuelana Gamiz salvo poi procedere spedita fino alla finale, dove ad alzare bandiera bianca è stata la padrona di casa Lesley Kerkhove, battuta con fatica 75 76.
Per la 26enne ceca decimo successo in totale. Tra le azzurre l’unica al via Corinna Dentoni non salva la sorti dell’italia andando subito ko al primo turno.

Buenos Aires (10.000$ Argentina): In Argentina adesso per celebrare la finale più bella della settimana, vinta dopo un lottatissimo braccio di ferro dalla cilena Fernanda Brito, al primo colpo stagionale.
Finale spettacolo sulla terra della capitale sudamericana che strizza l’occhio alla sorprendente cilena classe 1992 che dopo un torneo condotto con grande autorità da quarta testa di serie rovina la festa nell’epilogo alla tennista di casa Vanessa Furlanetto(3), beffata dopo tre set tiratissimi 46 76 64.
Per la Brito, speranza di Santiago giunta al suo best ranking al numero 415, secondo titolo della carriera.
Azzurre non presenti.

Angis (10.000$ Belgio): Bis tutto belga per la scatenata tennista ceca Katerina Vankova, mancina classe ’89 già regina a Caslano sette giorni fa.
Percorso netto senza sbavature per la Vankova(6) che come un rullo compressore fa fuori in due rapidissimi parziali tutte le sua avversarie (compresa Van Uytvanck ai quarti), arrivando così da straforita alla sua sfida della finale.
Pronostico, neanche a dirlo, confermato anche nel match conclusivo con un secco 62 64 all’olandese Cindy Burger, incapace di frenare la forza della 22enne praghese da poco rientrata tra le top 500 del ranking mondiale.
Per Vankova si tratta dell’undicesimo titolo in carriera, il quarto in questo brillante 2012.
Nessuna azzurra ai nastri di partenza sulla terra dell’Itf belga.

Altri tornei della settimana: la 17enne Mekovec incanta Trieste

Trieste (10.000$ Italia): Giovane, anzi giovanissima vittoria nel secondo torneo italiano della settimana, il “5° Trofeo Carr Service” di Trieste, terra rossa.
Va infatti alla campionessa in erba Iva Mekovec, scommessa croata nata in Svizzera classe 1995, la coppa del torneo 10k italiano al termine di un torneo che l’ha vista schiantare in due soli set tutte le altre pretendenti al titolo sebbene la promettente tennista d St.Gallen risultasse fuori dalla liste delle favorite d’obbligo.
Torneo perfetto in sostanza per la Mekopvec che, fresca di best al numero 605 del ranking, festeggia il secondo titolo dell’anno e della carriera dopo una finale flash con l’argentina Tatiana Bua(3), regolata senza complimenti 63 62.
Tra luci ed ombre la corsa delle azzurre: nel torneo friulano Balducci(6) e Fusinato raggungono i quarti di finale, Sussarello, Mendo, Orlando, Gabba, Prosperi e Savoretti gli ottavi. Stop immediato per Albano, Caregaro(4), Rubini, Mazzali, Scimone, G.Sussarello.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *