ITF: Bene Matteo Marrai

di - 14 Settembre 2012


(Matteo Marrai – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

FRANCIA E AUSTRALIA INSAZIABILI, MARRAI KO IN FINALE

Tblisi (15.000$ Georgia): Si apre con il torneo georgiano di Tblisi la rassegna della seconda settimana di settembre nel mondo Futures, caratterizzata dalle notevoli imprese dei tennisti francesi e australiani.
Si comincia subito con Tblisi e con il primo colpo transalpino visto il bellissimo successo del veterano di Tolosa Laurent Recourdec(4), 28enne numero 411 Atp al secondo titolo stagionale.
Affermazione senza storia per Recourdec che, senza mai rischiare l’eliminazione, si porta a casa il titolo sulla terra rossa georgiana lasciando però a bocca asciutta il miglior azzurro della settimana, Matteo Marrai(3).
Niente da fare per l’ottimo tennista pisano classe ’86 che, dopo una settimana decisamente positiva, non riesce a fare partita pari con l’ostico francese in finale, cedendo così in due set 61 75.
Curiosamente entrambi avevano nel mirino l’11esimo titolo della carriera.
Gli altri azzurri: eliminati al primo turno i qualificati Capello e Papasidero.

Bagneres-De-Bigorre (15.000$ Francia): Ancora un appuntamento 15k e ancora Francia protagonista con il torneo su cemento di Bagneres-De-Bigorre, dove a fare da brillante profeta in patria è stato il 21enne tennista di Corbie Julien Obry, tornato incisivo dopo un 2012 fin qui deludente.
Buona reazione per Obry, vincitore la passata stagione di ben 4 Futures, che va a centrare il bottino pieno in casa a spese di uno dei giocatori del momento nel circuito cadetto, il belga Niels Desein(3), costretto a cedere 64 63.
Per Obry, accreditato della quarta testa di serie e capace di lasciare solo un set per strada in tutta la manifestazione, sesto titolo della carriera.
Azzurri assenti.

Antalya-Belconti (10.000$ Turchia): Si chiude la parentesi vincente francese e si apre subito quella altrettanto fruttuosa targata Australia con il ritorno in calendario del torneo turco di Belconti, cemento.
Vola infatti nel consueto appuntamento di Antalya il tennista aussie Brydan Klein, perfetto in singolare da prima testa di serie, scatenato in doppio assieme al turco Altuna.
Vittoria meritata per il 22enne di Rockingham numero 237 al mondo, bravo prima a lasciare le briciole agli avversari fino alle semifinali e poi a rimontare in finale l’egiziano Mohamed Safwat(2) che sfiora soltanto il successo prima di piegarsi 26 76 61.
Gioia numero 12 in totale per Klein, terza dell’anno.
Male gli azzurri con Vilardo ritirato agli ottavi e il qualificato Vianello subito out.

Alice Springs (15.000$ Australia): Prosegue l’analisi del dominio franco-australiano nel mondo Future con il torneo su cemento di Alice Springs dove non hanno deluso le aspettative i numerosi giocatori australiani ai nastri di partenza.
Primo colpo della carriera tutto casalingo per il sorprendente Matthew Barton(4) che dopo aver sgambettato in semi il secondo favorito Look si fa beffa in finale anche del bombardiere Samuel Groth(1), sconfitto contro pronostico 76 63.
Vittoria che pesa dunque per il 20enne Barton che festeggia così nel migliore dei modi il best ranking alla piazza 488.
Da segnalare la semifinale di Luke Saville, azzurri assenti.

Trieste (10.000$ Italia): Archiviato il capitolo Francia-Australia passiamo adesso all’appuntamento tutto azzurro di Trieste, torneo 10k su terra vinto dal tennista slovacco Jozef Kovalik.
Cammino impeccabile per il secondo favorito Kovalik che, dopo aver eliminato dalla gara ben quattro italiani in successione, completa l’opera in finale contro la prima testa di serie Sandro Ehrat (Svi), battuto in due combattuti parziali 76 64.
Nuovo sigillo italiano per Kovalik in questo 2012 visto che la 19enne speranza di Bratislava aveva già colpito a giugno nel torneo di Viterbo.
Per l’attuale numero 456 del mondo si tratta del quarto trofeo complessivo.
La pattuglia azzurra, i dati: Sto ad un passo dalla finale per Giorgini(3) e Fioravante(8), Bega(5), Oradini(7) e un ottimo Filippo Baldi si arrendono ai quarti.
Secondo turno fatale per Sinicropi(6), Bonadio, Petrone, Di Ienno, Bortolotti, Della Tommasina, Caruso, eliminazione lampo per Torresi, Ghedin, Rovetta, Garzelli, Maccari, Borgo, Siringo, Molina, Mendo, Volante, Rondoni, Colella, Compagnucci.
Riscatto Italia nel doppio con Fioravante/Volante.

Toronto (15.000$ Canada): Incursione Future vincente sia in singolo che in doppio per il tennista di casa Peter Polansky che dopo una serie di tornei Challenger non troppo fortunati torna a sorridere sulla terra di Toronto, torneo vinto ad occhi chiusi da primo favorito del tabellone.
Secondo colpaccio in questa stagione per il giocatore di North York classe 1988 la cui vittoria nel torneo canadese non è mai stata ,di fatto messa, in discussione vista l’estrema facilità con cui nel corso della settimana si è sbarazzato dei suoi diretti avversari.
Pochi patemi anche nell’epilogo con lo statunitense Chase Buchanan(7) regolato con un doppio 64.
Per il numero 156 del ranking Atp decimo titolo della carriera.
Italiani non presenti a Toronto.

La Rioja (10.000$ Argentina): Tennisti di casa scatenati anche a La Rioja dove senza sorprese si è imposto con autorità il favoritissimo Pablo Galdon(1), tennista classe ’85 giunto al secondo successo dell’anno.
Poco da dire sulle solide e perentorie vittorie dell’argentino, arrivato al 13esimo acuto complessivo senza aver mai perso un set in tutta la settimana.
In finale eliminato nel derby il suo diretto rivale Juan Ignacio Londero(2), strapazzato 63 61.
13esima coppa per Galdon, risalito con questi punti nel ranking sino al numero 266 Atp.
Ancora sfortunato nel sorteggio Travaglia che si qualifica ma manca nuovamente l’appuntamento con il ritorno alla vittoria e abbandona La Rioja al primo round.

Vogau (10.000$ Austria): Ed è doppietta singolo-doppio anche per un altro grande favorito della vigilia, lo sloveno Blaz Rola, vincitore da prima testa di serie del torneo austriaco di Vogau.
Dominio assoluto e senza set concessi anche per Rola che, arrivato al quarto sigillo stagionale, si supera anche nel torneo su terra di Vogau dove senza problemi fa suo il tiolo con un buon 62 76 al fratello d’arte Mario Haider-Maurer(Aut), arrivato inaspettatamente in finale da numero 1279 Atp.
Per il 21enne Rola, lanciato verso i primi 400 al mondo, sesto successo della carriera.
Azzurri assenti anche in Austria.

Altri tornei della settimana: Anche le Barbados hanno il loro Re, ecco Darian King

Mnazanillo (10.000$ Messico): Si chiude con l’immancabile rivelazione settimanale l’analisi dei tornei Future del 3-9 settembre. Classe 1992, numero 659 delle classifiche, al primo titolo della carriera ecco esplodere nel torneo messicano di Manzanillo (cemento) la furia del giovane rappresentante delle Isole Barbados Darian King(5), inatteso outsider dell’abbordabile appuntamento sudamericano.
Tutto facile per King che, una volta fatto fuori uno dei grandi favoriti Arevalo(2), non ha di fatto incontrato più nessuno in grado di frenare la sua corsa vincente, splendidamente completata in finale con il successo sul brasiliano Alexandre Schnitman, ritiratosi ad un paio di 15 dalla sconfitta sul 64 5-0 King.
Per la sorpresa di Bridgetown, già finalista quest’anno a Jolpin, prima gioia della carriera.
Nessun azzurro al via in Messico.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *