Itf Rimini (75.000$): Roberta Vinci in finale

di - 1 Agosto 2008

Comunicato Stampa
Ufficio Stampa Ceisa Cup

Roberta Vinci batte l’estone Ani (n.2) e stacca il biglietto per la semifinale dove trova la tedesca Groenefeld, Santangelo ko con la belga Flipkens (n.6). In finale di doppio le due azzurre, che preparano le Olimpiadi di Pechino

Continua la corsa di Roberta Vinci nel trofeo “Ceisa Cup”, Internazionali di Rimini Itf Women’s Tour (75.000 dollari di montepremi), lanciato verso le battute conclusive sui campi del Circolo Tennis Settebello.
Nel primo incontro giocato sul Centrale la tennista tarantina, una delle protagoniste del trionfo azzurro nella Fed Cup del 2006, ha confermato di essere in possesso di un bagaglio tecnico di prim’ordine, estromettendo dal torneo una delle principali pretendenti al successo, ovvero l’estone Maret Ani, n.100 del ranking mondiale e seconda testa di serie. La Vinci, attualmente n.167 del computer Wta, in tabellone grazie a un’azzeccata wild card concessale dagli organizzatori, è stata brava a tenere duro soprattutto nel primo set, quando si è trovata sotto 4-2 e poi 5-3, riuscendo a strappare il servizio all’avversaria (una delle habitueé del torneo al Ct Settebello, dove nel 2007 si è aggiudicata il titolo di doppio) al 10° game (5-5). Poi altri due break consecutivi, con decisione affidata al tie break, dove la pugliese usciva meglio dai blocchi (3-0 e 4-1), veniva riavvicinata dalla Ani sul 3-4, ma poi allungava di nuovo sul 6-3, chiudendo 7-4 con una risposta di diritto vincente. Sullo slancio la Vinci strappava la battuta alla 26enne estone nel terzo game della seconda frazione (2-1), issandosi quindi 4-2 per poi terminare 6-2 e staccare il biglietto per la semifinale in quasi due ore di gioco.
Nella sfida che vale l’accesso alla finale dell’edizione 2008 nella parte bassa del tabellone (il direttore del torneo Nicola Lombardini e il supervisor Itf Massimo Morelli hanno fissato per le ore 19 e 21 le due semifinali di singolare sul Centrale), ora la Vinci affronterà la 22enne tedesca Anna Lena Groenefeld, n.164 del ranking mondiale, che ha fatto suo il derby con la connazionale Kathrin Woerle, classe ’84 e n.7 del seeding riminese (assestata 13 posizioni prima nel computer Wta): 6-1 6-4 il punteggio in favore della Groenefeld, sin qui capace di concedere le briciole (ovvero pochi giochi) alle rivali affrontate.
Si è invece fermato in semifinale il cammino riminese di Mara Santangelo, anche lei in gara con un “invito”: dopo aver sconfitto negli ottavi la 19enne rumena Alexandra Dulgheru, la giocatrice italiana (due settimane fa trionfatrice al torneo di Biella) ha trovato disco rosso con la belga Flipkens, sesta testa di serie e n.141 del ranking (la Santangelo è n.181), raccogliendo appena quattro game in un incontro a senso unico.
Nel rispetto del pronostico, intanto, la coppia azzurra Santangelo-Vinci, accreditata della prima testa di serie in riva all’Adriatico dove prepara le Olimpiadi di Pechino, ha raggiunto la finale del doppio battendo 7-6 (2) 6-2 le giovani rumene Dulgheru-Halep. A contenderle il titolo è il duo elvetico-tedesco Voegele-Woerle, n.4 del seeding, che ha piegato in rimonta al match tie break Groenefeld-Senoglu.

RISULTATI
Singolare, quarti: Roberta Vinci (Ita, wild-card) b. Maret Ani (Est, n.2) 7-6 (4) 6-2, Kirsten Flipkens (Bel, n.6) b. Mara Santangelo (Ita, wild card) 6-3 6-1, Anna Lena Groenefeld (Ger) b. Kathrin Woerle (Ger, n.7) 6-1 6-4.
Ottavi: Lourdes Dominguez-Lino (Spa, n.1) b. Michaela Pochabova (Svk, qualificata) 6-3 6-4, Mara Santangelo (Ita, wild card) b. Alexandra Dulgheru (Rom) 7-6 (3) 6-4.
Doppio, semifinali: Mara Santangelo/Roberta Vinci (Ita, n.1) b. Alexandra Dulgheru/Simona Halep (Rom) 7-6 (2) 6-2, Stefanie Voegele/Kathrin Woerle (Sui-Ger, n.4) b. Anna Lena Groenefeld/Ipek Senoglu (Ger-Tur) 3-6 6-3 10-4.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *