Itf Roma-Real (10.000$): Il Resoconto del 15-03-08

di - 15 Marzo 2008

Astrid Besser

di Luca Brancher

Besser d. Kozic 64 64

L’unico momento di difficoltà l’ho avuto a metà del secondo set: da sopra 3-2, mi sono ritrovata sotto 4-3 15-40. Non era un momento facile, fortunatamente ho trovato un ace esterno e ho rimediato alla situazione. Da lì in poi ho tremato solo quando si è trattato di chiudere“. Già, ci sono voluti 4 match-point alla giovane pratese per avere ragione di Neda Kozic, sorprendentemente issatasi fino alle semifinali, superando giocatrici ben più quotate come l’olandese Gerrards e la rumena Liana-Gabriela Ungur.
Un impegno, quindi, tutt’altro che facile per Astrid Besser, capace però di superare il penultimo ostacolo sul suo cammino verso il titolo con un duplice 6-4. Un primo set che denotava la grande solidità dei due servizi: più sciolta Astrid, che in cinque giochi concedeva sette punti alla risposta, più difficile per la serba, che doveva fronteggiare palle break in ogni gioco; ma soltanto alla decima occasione, la Besser trovava lo spunto giusto per portarsi avanti e chiudere la prima frazione. Più elaborato il secondo parziale, dove la regola del servizio veniva meno e dove Astrid si salvava nel modo sopra descritto. In questa maniera consacrava il suo passaggio alla finale di domattina, dove affronterà la polacca Anna Korzeniak, numero 184 della classifica mondiale.
Non mi faccio grosse problematiche sulla partita di domani, scenderò in campo come ho fatto nel corso della settimana, pensando a giocare il mio tennis e senza crearmi tensioni per il fatto che la mia avversaria è la numero 1 del tabellone. Poi vedremo come andrà.

Una curiosità: domattina, un’ora prima della finale – fissata per le 11 – le due finaliste disputeranno una sessione di allenamento, l’una contro l’altra.

Il titolo del torneo di doppio è andato alla coppia bielorusso-rumena composta da Ksenia Milveskaya e Ioana Ivan, che in due frazioni hanno superato le nostre connazionali Stefania Chieppa e Valentina Sulpizio, che per il terzo torneo consecutivo si ferma ad un passo dal titolo.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *