Itf San Severo (10.000$): Volano al secondo turno Zanchetta, Di Sarra, Vaideanu, Virgili e Julia Mayr

di - 8 Aprile 2008

Comunicato Stampa Itf San Severo

Erika Zanchetta

Dopo l’argentina Argeri, testa di serie numero, anche la bulgara Dia Evtimova (che aveva ricevuto una wild card, l’invito degli organizzatori) è stata eliminata nel primo turno della settima edizione degli INTERNAZIONALI DI SAN SEVERO, torneo di tennis femminile dotato di un montepremi di 10.000 dollari e valido per la classifica mondiale.

La Evtimova è stata battuta da una brillante Giulia Gatto Monticone, la giovane italiana emersa dalle qualificazioni, che è riuscita ad imporsi in tre equilibrati set. La Evtimova ha vinto il primo set 6/3, quindi la Gatto Monticone si è aggiudicata il secondo e terzo parziale con il punteggio di 7/5 6/4 strappando applausi a scena aperta al numeroso pubblico presente, non solo sulla tribuna, ma anche nei viali dello Sporting Club.

Nel corso della quarta giornata ha superato il primo turno la tedesca Priachin, testa di serie numero 4 del main draw, che ha lasciato solo tre giochi ad Alice Balducci. Hanno raggiunto gli ottavi di finale le italiane Alexia Virgili, Federica Di Sarra, Giulia Remondina e Julia Mayr. La Remondina, testa di serie numero 7, ha avuto la meglio sulla slovacca Klaudia Malenovska 6/0 6/3. Bella anche l’affermazione della italiana naturalizzata Vaideanu sulla connazionale Lo Re 6/4 6/3. Ha offerto spunti degni di nota anche l’altra sfida tutta italiana che ha visto la Mayr battere in tre set (6/3 1/6 6/0) Lisa Tognetti. In un altro match tutto italiano, in chiusura del programma pomeridiano di oggi, vittoria di Erika Zanchetta 6/3 6/1 su Valeria Casillo.

Ecco come si presenta, dall’alto in basso, il tabellone del singolare allineato al secondo turno: Chen – Virgili; Andrei – Vaideanu; Priachin (numero 4) – Di Sarra; Di Giuseppe – Pioppo (numero 8); Remondina (numero 7) – Meddens; Zanchetta – Ozga (numero 3); Polito – Mayr; Smidova – Gatto Monticone.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *