ITF: Tripletta Azzurra nei Futures

di - 16 Settembre 2013

di Giacomo Bertolini

TRIPLETE AZZURRO CON GAIO, TRUSENDI E BEGA

Antalya Belconti (10.000$ Turchia): Si risveglia Federico Gaio (nella foto) in concomitanza del torneo turco di Antalya che ha visto la promessa azzurra classe ’92 ruggire sia in singolare che in doppio. Affermazione d’autorità per il tennista di Faenza, bravo, da numero 6 del seeding, ad aggrapparsi con le unghie sino alla finale, vinta di misura con l’inglese Richard Gabb(4) per 36 76 61. All’azzurro, scivolato dopo un 2013 incerto al numero 592 Atp, va così il quarto titolo della carriera. Cammino subito interrotto per l’altro italiano al via, Alberto Maria Lombardi.

Santa Margherita di Pula (10.000$ Italia): E fa tappa anche in Italia il dominio degli azzurri nei tornei Future, visto il successo, nel 10k su terra di Santa Margherita di Pula, del nostro Walter Trusendi. Cammino brillante per il 28enne numero 2 del tabellone, cominciato in scioltezza e terminato in finale al termine di un combattuto derby con Marco Bortolotti, arresosi 63 67 62. Per Trusendi, in ascesa al numero 443 del ranking, trattasi del terzo titolo in carriera, secondo stagionale. Tra gli altri azzurri al via in singolare bene Picco e Sinicropi out in semi, disco rosso ai quarti per Rondoni, Donati e Eremin. Titolo di doppio a Rondoni7Sinicropi.

Filippiada (10.000$ Grecia): Secondo squillo in carriera sul cemento di Filippiada per il tennista italiano Alessandro Bega, che completa il triplete azzurro con il suo bellissimo acuto nel torneo greco. Partito come testa di serie numero 1, Bega non ha di fatto mai tentennato in tutto il torneo, dominato a mani basse fino al complesso match della finale, sbrogliato al terzo set conro il padrone di casa Alexandros Jakupovic(2) per 46 61 64. Per il 22enne numero 401 al mondo (ma ormai prossimo a sfondare il muro dei top 400) si tratta del primo titolo dell’anno. Tra gli altri nostri portabandiera si segnalano i quarti di Molina e gli ottavi di Marfia e Chiurulli.

Neuquen (10.000$ Argentina): E dopo l’abbuffata di titoli azzurri spazio adesso al torneo argentino di Neuquen, terra di conquista per il tennista di casa Tomas Lipovsek Puches, sorpresa classe 1993 al primo centro in carriera. Torneo gestito ad altissimi ritmi dal sudamericano numero 561 al mondo che, da numero 3 del seeding, ha completamente sopraffatto tutti gli avversari, prima di completare l’opera in finale contro l’uruguaiano Martin Cuevas, piegato nettamente al terzo set 75 67 60. In casa Italia Stefano Travaglia(1) si ferma in semifinale in singolare ma porta a casa la coppa del torneo di doppio.

Subotica (10.000$ Serbia): Ancora un 10k su terra ma questa volta ci spostiamo in Serbia per evidenziare il trionfo del giocatore ceco Marek Michalicka, re del torneo di Subotica. 26 anni numero 491 Atp, Michalicka ha sfruttato al meglio la sua terza testa di serie, riuscendo così a conquistare finalmente il suo primo titolo dell’anno. Per il ceco, finale passeggiata con il connazionale Dominik Suc(6), asfaltato 61 61. Quinto titolo in totale per Michalicka, brillano tra gli azzurri i quarti del qualificato Licciardi. Out al secondo turno invece Federico Maccari(q).

Madrid (10.000$ Spagna): Uno-due spagnolo infine per completare il resoconto dei tornei più importanti della seconda settimana da settembre a livello Future. Partendo dal torneo spagnolo di Madrid vola il giovane Ivan Arenas-Gualda, vincitore in scioltezza del torneo cadetto da primo favorito del main draw. Nessun set perso e cammino più che mai spedito per il numero 475 Atp, spietato nel derby di finale vinto per 62 64 contro Jaime Pulgar-Garcia(8). Per il 22enne iberico trattasi del secondo colpo dell’anno e della carriera. Gli azzurri in gara sul cemento di Madrid: bene Gianmarco Micolani(7), promosso sino ai quarti di finale.

Altri tornei della settimana: Nuovo volto in casa Spagna, si presenta Pol Toledo Bague

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Scocca l’ora di Pol Toledo Bague nel torneo di Sharm, appuntamento 10k su cemento vinto a sorpresa dalla giovanissima leva spagnola classe ’94. Rivelazione di Girona numero 645 Atp, Bague ha letteralmente sorpreso tutti nel torneo egiziano, andando così a prendersi da numero 6 del seeding il primo titolo della sua carriera. Al termine di un cammino a dir poco tortuoso (è stato più volte costretto a rimonte thrilling), vittoria meritata in finale su tennista locale Mazen Osama, regolato 63 06 64. Lorenzo Papasidero si ferma al secondo turno, male Borella.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: POL TOLEDO-BAGUE (SPA)

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *