ITF under 18: Nikles guastafeste in Giappone, impresa Muramatsu

di - 21 Ottobre 2014

Sandkaulen

(Tim Sandkaulen)

di Lorenzo Cialdani

Giunge al termine un’altra settimana di tennis anche per quanto riguarda il circuito ITF Under 18, con i dodici tornei in programma che hanno trovato il loro vincitore finale. Tre i tornei principali: grande attenzione per i “Dunlop Srixon Japan Open Junior Championships”, torneo G2 in terra nipponica, così come per gli unici G3 della settimana che sono andati di scena in Malesia ed in Spagna.

La terza edizione del “Torneo Internacional Junior de Pontevedra” vede uscire trionfante dal tabellone principale il tedesco Tim Sandkaulen, a poche settimane dal 17esimo compleanno, che nell’ultimo atto del torneo, dopo aver trionfato anche nel doppio, riesce ad avere la meglio del classe ’97 inglese Jonathan Gray, il quale arrivava da una notevole serie positiva che è stata interrotta solo grazie ad un’ottima prova del suo avversario. Da Pontevedra arriva anche il miglior risultato di settimana per quanto riguarda i colori azzurri grazie ai quarti di finale raggiunti dal 17enne Raul Brancaccio, sconfitto nientemeno che dal vincitore finale del torneo in tre combattutissimi set.

Nel draw femminile in finale è uno scontro fratricida tra le due russe Anna Blinkova e Daria Kruzhkova, entrambe nate nel 1998 e vincitrici come coppia del tabellone di doppio, le quali si sono affrontate in singolare solamente tre volte in carriera, e tutte e tre le volte in finale, con la prima che ha dovuto cedere solo una volta a causa di un infortunio. Vince, dunque, la Blinkova che si porta a casa ben due trofei.

Nell’altro Grade 3, la “Sarawak Chief Minister’s Cup” in Malesia, nel tabellone maschile non c’è spazio per l’immaginazione, con l’uzbeko Djurabeck Karimov che domina abbastanza nettamente ogni suo incontro, compresa la finale con il comunque sorprendente portoghese Tiago Cacao, classe ’98 come il suo avversario, che si è fatto ottimamente strada sconfiggendo uno dei favoriti per la vittoria finale, ovvero l’australiano Scott Jones, 16enne partito come testa di serie N.4.

In campo femminile è un vero e proprio dominio quello della francese Tessah Andrianjafitrimo, la quale parte come testa di serie N.1 e surclassa letteralmente tutte le sue avversarie, compresa la kazaka Gozal Ainitdinova che arrivava in finale da N.3 del seeding.

Nell’unico G2 della settimana, l’importante “Dunlop Srixon Japan Open Junior Championship” svoltosi a Nagoya in Giappone, nonostante delle ottime prove per i tennisti di casa, con tre elementi su quattro nelle semifinali, ad imporsi è lo svizzero Johan Nikles, classe ’97, che riesce a fermare in finale l’ottimo cammino di Yosuke Watanuki, di un anno più giovane, che aveva ben figurato non perdendo neanche un set in tutto il torneo.

La rivincita per i colori di casa arriva nel tabellone femminile, con la strepitosa vittoria della 16enne Chihiro Muramatsu; la favorita era senza dubbio la promettentissima britannica Katie Swan, classe ’99, che da N.1 stava dominando in tutto e per tutto il tabellone nipponico. In finale, dopo essere stata sotto per 3-6, la giapponese Muramatsu ha saputo ribaltare il match conclusosi solamente per 7-5 al tie-break del terzo set.

 

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *