ITF Under 18: Il Resoconto della Settimana

di - 10 Maggio 2012


(Camilla Rosatello – Foto Nizegorodcew)

di Lorenzo Di Caprio

La vetrina di lusso questa settimana è riservata al torneo nostrano di Salsomaggiore (Grade 2), andato in scena dal 30 Aprile al 6 Maggio. Partiamo con un bilancio sui numerosi azzurri presenti in tabellone. Molti, come era prevedibile, gli eliminati al primo ostacolo: Cristian Carli, Nicolas Compagnucci, Antonio Massara, Valentino Ciotti, Davide Albertoni, Giuseppe Licciardi, Federico Teodori, Tommaso Evangelisti e Fabio Mercuri infatti non sono riusciti ad andare avanti in tabellone. Si fermano invece al secondo turno la WC Jacopo Stefanini (battuto al terzo dalla testa di serie numero 5 Moos Sporken) ed il qualificato Andrea Turco (fuori dopo aver superato al primo turno in un derby Davide Albertoni).

Ai quarti di finale così, con l’uscita di Filippo Baldi al terzo turno, troviamo solo Stefano Napolitano (tds n°1), Christian Perinti e Pietro Licciardi (tds n°3). Qui troviamo un derby: Napolitano e Perinti si sfidano infatti per un posto in semifinale. La classifica dei due lascia presagire ad una facile vittoria di Stefano ma, come sappiamo, nulla si può dare per scontato. Così a spuntarla è Christian in due set giocati magistralmente: 6-1 6-4 e torneo che rimane orfano della prima testa di serie. In semifinale ci vola anche Licciardi che ha la meglio sull’austriaco Dominic Weidinger facendo suo il match con il punteggio di 6-3 6-3. I due azzurri approdati nel penultimo atto del torneo però non si scontrano immediatamente. A dividere Perinti e Licciardi dalla finale sono rispettivamente Cheng-Yu Yu (testa di serie numero 16) ed il britannico Peter Ashley. Gli azzurri però non si lasciano intimidire e, con i punteggi di 6-2 4-6 6-2 (Per Christian Perinti) e 6-2 6-7 6-4 (in favore di Pietro Licciardi), conquistano una finale tutta italiana. A partire con i favori dei pronostici è Licciardi, ma l’esito del match tradisce le attese: Christian Perinti corona il grande torneo e con il risultato di 7-6 (10) 6-3 ha la meglio su Licciardi. Degna di nota anche la vittoria in doppio di Filippo Baldi in coppia con l’encomiabile Perinti.

Sui campi in terra di Salsomaggiore però si è giocata anche l’edizione femminile del torneo. Numerose anche qui le presenze azzurre. Fuori al primo turno Caterina Brunamonti e Martina Parmigiani, quest’ultima sconfitta dalla testa di serie numero due Alina Silich. Già al secondo turno troviamo qualche derby: Beatrice Lombardo infatti, dopo la grande vittoria sulla testa di serie numero uno Elise Mertens, viene stoppata dalla connazionale Giulia Pairone. Fuori per mano di un’azzurra anche Francesca Gariglio, battuta dalla testa di serie numero 8 Deborah Chiesa. Escono di scena al secondo ostacolo anche Silvia Albano e Jasmine Paolini. Arriviamo ai quarti di finale dove su otto posti cinque sono occupati da italiane. Due infatti i derby validi per l’accesso in semifinale: Camilla Rosatello elimina dal torneo Giulia Pairone mentre Deborah Chiesa viene fermata da Giorgia Marchetti. Termina ai quarti di finale invece l’ottima avventura della LL Georgia Brescia.
Si vola così alle semifinali: nella parte alta, a confrontarsi con la nostra Rosatello, è l’ucraina Mariana Zakarlyuk, testa di serie numero 4. A spuntarla è l’azzurra in due set: 6-4 6-2 ed accesso in finale. Dall’altra parte, con Giorgia Marchetti, figura la giovanissima Belinda Bencic, svizzera classe ’97. A spuntarla è proprio quest’ultima con un netto 6-2 6-2. In finale, a vincere in due set, è l’elvetica. Ne sentiremo sicuramente parlare.
Da segnalare nel doppio la vittoria di Lombardo-Pairone.

Passiamo al ”36th Sibiu-Medias Sen Junior ITF Tournament”, torneo Rumeno su terra rossa. Torneo che ha visto le vittorie di Andre Biro in campo maschile e della giocatrice di casa Irina Maria Bara in campo femminile. Nessun italiano presente.

Cambiamo continente ed andiamo in Messico, dove su cemento si è giocato il Grade 3 ”JITIC”. Con nessuna presenza azzurra, la vittoria è andata a due messicani: Lucas Gomez e Renata Zarauza.

Chiudiamo la nostra rassegna settimanale con la modesta ”Daytona Beach”, Grade 4 statunitense. Anche qui, complice anche la distanza dalla nostra nazione, 0 italiani. In campo maschile ha conquistato la vittoria Juan Sebastian Marino mentre il torneo femminile è andato a Daria Sharapova, bielorussa. Che il cognome porti fortuna?

Appuntamento alla settimana prossima!

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *