ITF Under 18: Successi di Visentin, Tcherkes Zade e La Rocca

di - 22 Marzo 2016

Elisa Visentin

di Lorenzo Cialdani

Settimana densa di impegni per quanto riguarda il circuito ITF Juniors Under 18: si sono tenuti tornei importanti, tra cui il Grade A “Campeonato Internacional Juvenil de Tenis de Porto Alegre” in Brasile su terra rossa outdoor, il G4 “Malta ITF Under 18 World Ranking Tournament” di Malta su cemento outdoor ed il G4 svedese “ITF High Coast Kramfors Junior Challenge 2016” su cemento indoor.

I risultati più significativi per i tennisti azzurri arrivano dal doppio: nel Grade 4 maltese di scena a Marsa, si mette in evidenza la classe ’99 Elisa Visentin, la quale riesce a raggiungere i quarti di finale nel tabellone di singolare femminile, uscendo sconfitta solo dalla belga numero 1 del seeding Axana Mareen, dominatrice assoluta in tutti i suoi match e vincitrice finale del torneo, riuscendo comunque ad imporsi nel doppio in coppia con la connazionale mancina classe 2000 Isabella Tcherkes Zade, superando in finale la coppia numero 4 formata dalla georgiana Ana Makatsaria e dalla russa Anna Titova con il risultato di 2-6 7-6(6) 10-3.

Nel maschile, con il draw singolare che non ha visto azzurri passare il primo turno, è da sottolineare la bella prestazione del qualificato spagnolo Nikolas Sanchez-Izquierdo, il quale si è portato a casa il trofeo sconfiggendo in finale per 6-0 4-6 7-5 il forte tennista turco prima testa di serie Cengiz Aksu. Discorso diverso per il doppio, con la coppia tutta azzurra formata da Alessio Amadei e Federico Rebecchini che ha raggiunto i quarti di finale prima di arrendersi ai britannici Ryan Gaskin e Alexander Carlos Parker, poi vincitori del torneo a coronamento di una lunga serie di ottime prove.

Nella cittadina svedese di Kramfors, nonostante l’eliminazione al secondo turno in singolare, regala l’ennesima gioia in doppio la classe 2000 Giulia La Rocca, che insieme alla britannica campionessa in singolare Nell Miller riesce letteralmente a dominare il tabellone di doppio aggiudicandosi la vittoria finale senza perdere neanche un set. Nel maschile il 15enne Federico Arnaboldi raggiunge in entrambi i tabelloni i quarti di finale, uscendo in singolare solo per mano del polacco numero 1 del seeding Maksymilian Raupuk, la cui corsa verso il titolo viene interrotta solo in finale grazie al doppio 6-3 con cui riesce ad imporsi il russo Timofey Skatov.

Male gli azzurri impegnati invece nel Grade A di Porto Alegre in Brasile, con il miglior risultato portato in dote da Andres Gabriel Ciurletti, che supera il primo turno ma deve arrendersi allo statunitense testa di serie numero 2 Ulises Blanch per 7-5 6-4. Alla fine della settimana carioca si imporrà in singolare il molto promettente tennista nipponico Yosuke Watanuki, partito come testa di serie numero 1 e capace di salvarsi da un match di primo turno molto complicato prima di mettere in fila una ottima serie di 10 set vinti consecutivamente, con gli ultimi due che sono i 6-0 e 6-2 che gli hanno di fatto consegnato la vittoria in finale sull’outsider classe ’98 John McNally.

Nel femminile, senza alcuna azzurra impegnata nel main draw, lo scontro finale è tra due grandi promesse del tennis a stelle e strisce, ovvero la classe ’98 nativa di Buenos Aires Usue Maitane Arconada e la classe 2001 Amanda Anisimova, che nella passata stagione si rivelò una delle più fulgide stelle del circuito Juniors con ottimi risultati direttamente proporzionali al valore assoluto delle prestazioni: alla fine è l’esperienza ad avere la meglio, con Arconada che riesce a rimontare dall’inatteso 0-6 del primo set fino a chiudere la pratica per 6-4 6-2 nei successivi e decisivi parziali e conquistando così 250 punti molto importanti per la classifica Under 18.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *