Matteo Marrai: “Martedi partenza per il Brasile”

di - 6 Aprile 2008

Matteo Marrai in azione al Ct Eur, dove ha raggiunto la finale

Matteo Marrai è certamente una delle note più liete di questo inizio di stagione. Il giovane tennista toscano, classe 1986, ha deciso di fare sul serio in questa stagione; insieme al compagno di allenamenti Walter Trusendi, è partito nei primi mesi dell’anno per il Sudamerica con l’obiettivo di innalzare il proprio livello di tennis, confrontandosi con i migliori. Marrai si è trovato di fronte giocatori di livello, come Ramirez-Hidalgo. “La prima cosa da dire, che ripeto sempre, è che questa esperienza di inizio anno ci ha dato e insegnato molto; è stata un’esperienza importantissima ed è per questo che adesso abbiamo deciso di ripartire: martedi partenza per il Brasile, dove settimana prossima giocherò il challenger di Florianopolis; spero di entrare direttamente in tabellone, ma sono comunque pronto a giocare le qualificazioni.

Matteo ha iniziato molto bene la stagione dei futures italiani, conquistando due finali al Ct Eur e a Monterotondo: “La stagione è iniziata meglio di quanto mi immaginassi, sono davvero contento. Sto alzando molto il livello del mio tennis e cercherò di giocare tornei sempre più importanti, sperando di sfruttare le occasioni che mi si presenteranno. Per quanto riguardo il mio gioco, credo di aver migliorato molto il diritto e il servizio: il servizio a questi livelli è fondamentale e solo adesso sto cominciando a capirlo; per quanto riguarda invece il diritto, ho modificato l’apertura, mantenendo la testa della racchetta più alta.

Marrai ha vinto delle bellissime partite in queste ultime settimane, come ci spiega lo stesso giocatore toscano: “A livello di colpi il migliore incontro è stato senza dubbio quello vinto contro Brizzi; anche contro Prpic all’Eur ho giocato molto bene. A livello mentale invece direi certamente la vittoria su Novisky a Monterotondo: ero sotto 62 52 e ho dovuto annullare 9 match points prima di chiudere l’incontro in mio favore. In quei momento ho pensato molto al dottor Ceccarelli, che mi sta aiutando tantissimo nella gestione mentale dei match. Grande merito della mie vittorie va attribuito a Ceccarelli e, ovviamente, al mio coach Parenti.

Matteo Marrai lunedi dovrebbe attestari al numero 420 delle classifiche Atp, suo best ranking. Il suo sogno è quello di partecipare alle qualificazioni dei tornei dello Slam dall’anno prossimo, il che vorrebbe dire scalare ancora 200 posizioni circa. Il tennis, la testa e la voglia sembrano esserci..

© riproduzione riservata

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *