Niente rimonta

di - 8 Aprile 2013

di Sergio Pastena

Ce l’abbiamo messa tutta, non è bastata.

Sarà il Canada ad affrontare la Serbia in semifinale di Coppa Davis grazie al punto decisivo ottenuto da Milos Raonic contro il nostro Seppi. Andreas ci ha provato, ha strappato un set al bombardiere canadese e l’ha trascinato fino al 5-5 del quarto set, ma non è bastato. Per la nazione della foglia d’acero un traguardo storico, per noi un’occasione mancata: se ne riparlerà nel 2014.

Canada-Italia 3-1

Seppi b. Pospisil 4-6 5-7 6-4 6-3 6-3

Raonic b. Fognini 6-4 7-6(4) 7-5

Nestor/Pospisil b. Bracciali/Fognini 6-3 6-4 3-6 3-6 15-13

Raonic b. Seppi 6-4 6-4 3-6 7-5

Andiamo a vedere anche gli altri risultati del World Group e del Group I.

Impresa Berlocq: Argentina in semifinale!

Gioia incontenibile. E comprensibile.

Il protagonista del giorno è senza dubbio Carlos Berlocq, che nel singolare decisivo di Argentina-Francia supera in quattro set il più quotato Gilles Simon e regala ai suoi una semifinale inattesa. In precedenza Tsonga aveva letteralmente devastato Juan Monaco, ma i due punti portati da Cassius Jo non sono serviti a controbilanciare una prestazione deludente da parte dei transalpini.

Tutto come previsto, invece, per ciò che riguarda Usa-Serbia, con Querrey che per due set impegna Djokovic portando persino a casa un parziale ma poi crolla di colpo. Stessa storia per Kazakistan-Repubblica Ceca: Korolev illude portandosi avanti di un break nel terzo set ma finisce per cedere in quattro parziali a Rosol sancendo la sconfitta della sua formazione.

Ecco i risultati.

Usa-Serbia 1-3

Djokovic b. Isner 7-6(5) 6-2 7-5

Querrey b. Troicki 7-6(1) 3-6 4-6 6-1 6-4

Bozoljac/Zimonjic b. B.Bryan/M.Bryan 7-6(5) 7-6(1) 5-7 4-6 15-13

Djokovic b. Querrey 7-5 6-7(4) 6-1 6-0

Argentina-Francia 3-2

Tsonga b. Berlocq 4-6 6-2 6-3 5-7 6-2

Monaco b. Simon 7-6(2) 6-2 6-4

Nalbandian/Zeballos b. Benneteau/Llodra 3-6 7-6(3) 7-5 6-3

Tsonga b. Monaco 6-3 6-3 6-0

Kazakistan-Repubblica Ceca 1-3

Hajek b. Kukushkin 6-3 6-2 6-4

Rosol b. Golubev 4-6 6-4 6-2 7-6(6)

Schukin/Golubev b. Stepanek/Hajek 7-6(2) 6-4 6-3

Rosol b. Korolev 7-6(5) 6-7(2) 7-6(5) 6-2

Group I: miracolo britannico

L’ultima giornata delle sfide del Group I porta un paio di sorprese mica da ridere.

La prima è il clamoroso successo della Gran Bretagna sulla Russia dopo che i britannici erano dietro 2-0 alla fine della prima giornata. L’inaspettata prova di carattere parte da Ward, che rimonta uno svantaggio di due set a uno contro Tursunov, e trova compimento in Evans che devasta Donskoy. Prova d’orgoglio tutta “made in England” francamente inaspettata.

Sorprende anche l’Ecuador, che riesce a superare in volata il Cile grazie alla vittoria di Campozano su Capdeville, costretto al ritiro, e al riscatto di Emilio Gomez che batte il giovanissimo Garin, forse troppo acerbo per questi palcoscenici.

Infine arriva anche la rimonta, decisamente più prevedibile, dell’Ucraina contro la Svezia: stavolta coach Filima non si inventa niente e mette in campo Dolgopolov e Stakhovsky, quanto basta per raddrizzare la sfida.

Ecco i risultati del Group I.

Ecuador-Cile 3-2

Colombia-Uruguay 5-0

Uzbekistan-Australia 1-3

Giappone-Corea del Sud 3-2

Ucraina-Svezia 3-2

Gran Bretagna-Russia 3-2

Romania-Olanda 0-5

Polonia-Repubblica Sudafricana 3-1

 

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *