Serie A1 maschile, TC Italia Forte dei Marmi campione d’Italia

di - 6 Dicembre 2015

Matteo Viola

di Matteo Mosciatti

È il Tennis Club Italia Forte dei Marmi il vincitore della Serie A1 maschile 2015. Al Palaterme di Montecatini i toscani battono 4-2 il Canottieri Aniene di Roma grazie alle vittorie di tre singolari e del secondo doppio, quello che sancisce la fine del week-end che assegna il secondo scudetto della sua storia alla squadra capitanata da Andrea Parenti.

Apre le danze la sfida tra Matteo Marrai e Vincenzo Santopadre, numeri 4 della rispettiva formazione. L’esito del primo set rispetta i pronostici della vigilia, con l’imbattuto giocatore toscano che si impone sul 44enne rivale con il punteggio di 6-3. Poi, però, il serve and volley dell’ex 100 del mondo comincia a dare i suoi frutti e al termine di un bel tie-break la partita volge al terzo. A questo punto, sebbene tatticamente Santopadre abbia trovato la chiave per il successo, la sua tenuta fisica e la risalita di Marrai portano il parziale decisivo verso quest’ultimo, bravo a scappare subito via sino a chiudere con il punteggio di 6-1.

Dopo aver rotto il ghiaccio portandosi in vantaggio, il TC Italia manda in campo la sua punta di diamante, quel Filippo Volandri su cui si basano le maggiori speranze di vittoria. Vittoria che puntualmente arriva, anche grazie alla giornata storta nella quale incappa Grzegorz Panfil. Cercando di reagire al 6-1 subito in apertura, il polacco ottiene il break a inizio secondo set, arrivando a servire sul 5-3 in proprio favore. Come detto, però, la gloria spetta a Volandri, che non molla, rimonta e lo batte 6-1 7-6.

Massima pressione sul più giovane di tutti, il numero 3 dell’Aniene, il diciannovenne Matteo Berrettini, che dall’altra parte della rete trova Walter Trusendi. Nel tripudio dei tifosi toscani, “Truso” comincia bene, riesce ad arginare lo strepitoso servizio dell’avversario strappandoglielo una volta e fa suo il primo per 6-3. La situazione si fa sempre più nera per il club romano, ma il suo ragazzo, oltre a colpire con una violenza spaventosa, è forte e deciso anche mentalmente. Qualche vincente più, qualche errore in meno, tanta grinta e il match gira, concludendosi 3-6 6-3 6-4 e rimettendo in discussione la finale scudetto.

Si disputa così sul 2-1 la partita potenzialmente più equilibrata, quella tra il numero 289 ATP Matteo Viola e il numero 324 Flavio Cipolla. Nonostante la distanza tra i due in classifica mondiale non sia copiosa, ciò che racconta il campo è diverso. Ciò che vediamo è un totale dominio di Viola, che travolge un falloso Cipolla dall’inizio alla fine. Il risultato rende benissimo l’idea: 6-2 6-2 e si va ai doppi, dei quali basterà vincerne soltanto uno al TC Italia.

Impresa che non riesce al primo tentativo, con la coppia Viola/Volandri nettamente superata da quella formata da Berrettini e Cipolla. L’altro doppio, però, sorride ai toscani e a firmare il punto del definitivo 4-2 sono Matteo Marrai e Walter Trusendi che si impongono su Panfil e Santopadre per 7-6 4-6 10/5.

TC Italia Forte dei Marmi 4 – 2 Canottieri Aniene

Marrai (Forte dei Marmi) b. Santopadre (Aniene) 63 67 61
Volandri (Forte dei Marmi) b. Panfil (Aniene) 61 76
Berrettini (Aniene) b. Trusendi (Forte dei Marmi) 36 63 64
Viola (Forte dei Marmi) b. Cipolla (Aniene) 62 62
Berrettini/Cipolla (Aniene) b. Viola/Volandri (Forte dei Marmi) 63 62
Marrai/Trusendi (Forte dei Marmi) b. Panfil/Santopadre (Aniene) 76 46 10-5

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *