ITF: Vola il giovane Tatlot

di - 12 Novembre 2013

di Giacomo Bertolini

TATLOT SORPRENDE TUTTI, SI RIVEDE KERN

Heraklion (10.000$ Grecia): Parte subito con la grande rivelazione della settimana il resoconto degli ultimi tornei futures, illuminati dalla sorprendente vittoria del giovane Johan Sebastien Tatlot a Heraklion, cemento. Primo titolo della carriera per il promettente tennista francese classe 1996 capace contro ogni aspettativa di sbaragliare la concorrenza della manifestazione greca, conquistata grazie a un cammino perfetto gestito con autorità sin dal primo turno. Per Tatlot, numero 768 Atp, maratona vincente in finale contro lo svizzero Yann Marti(4), ko 57 64 76. Gli italiani: non si ripete Gaio, fuori al secondo turno.

Antalya Kaya Belek (10.000$ Turchia): Torna a ruggire dopo un 2013 in tono minore il tennista tedesco Robin Kern, vincitore sia in singolare che in doppio ad Antalya, cemento. Boccata d’aria fresca per il numero 2 del seeding bravo a portarsi a casa il secondo titolo dell’anno a conclusione di un torneo rivelatosi più intricato del previsto. Per il 20enne di Norimberga (da noi inserito al 5°posto tra i migliori giocatori Future 2012) successo per 46 63 63 in finale sul georgiano Nikoloz Basilashvili(5) e sesto titolo della carriera. Passa un turno l’azzurro Pietro Licciardi, unico iscritto.

Tenerife (10.000$ Spagna): Terzo colpo dell’anno invece per il convincente belga Yannick Mertens, a segno anche sul carpet del 10k delle Tenerife. Percorso altalenante per il 26enne belga che, da terzo favorito, alterna facili vittorie a tiratissimi match, prima di imporsi in finale sul padrone di casa Roberto Ortega-Olmedo(4) con un secco 62 63. 13esima tacca Future della carriera per l’attuale numero 319 al mondo, tra gli azzurri ottavi per Mager e Basso.

Umag (10.000$ Croazia): Acora un torneo da 10.000 dollari ma questa volta di scena a Umag, in Croazia, dove a farla da padrone è stato il tennista sloveno Nik Razborsek, sorpresa di Lubiana al primo centro in assoluto. Torneo impeccabile per il mancino classe ’93, ispiratissimo dal primo turno sino alla finale, vinta ai danni del tennista locale Toni Androic(3) con lo score di 46 62 61. Sulla terra di Umago buona semifinale per l’azzurro Luca Vanni, ko al secondo turno Vagnozzi e Colella.

Altri tornei della settimana: E sono otto… sarà Safwat il migliore?

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Non si arresta la pioggia di successi in questo straordinario 2013 per il tennista egiziano Mohamed Safwat, inarrestabile anche questa settimana nel “suo” torneo di Sharm, terra. Progressione incredibile per il 23enne di Giza, padrone assoluto anche questa settimana del torneo cadetto che lo ha visto dominare tutti sin dal primo rounfd da testa di serie numero 1. Per Safwat, in netta ascesa quest’anno sino al numero 214 Atp (best), trionfo in finale per 63 75 sull’ostico francese Axel Michon(2). In considerazione di questo ottavo acuto stagionale (10 complessivi) sembra ormai definita la corsa a due per il titolo di tennista simbolo del circuito Future 2013, fino ad adesso mai messo in discussione vista la razzia di titoli dello spagnolo Pablo Carreno-Busta. Gli italiani: esce subito Emanuele Molina, unico azzurro ai nastri di partenza.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: MOHAMED SAFWAT (EGY)

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *