Tenni Europe report: Draper e Heath profeti in patria

di - 18 Novembre 2014

jack draper

(Jack Draper)

di Salvatore Petrillo

La settimana appena conclusa ha visto disputarsi due tornei del Tennis Europe Junior Tour, in Gran Bretagna e Turchia: vediamo com’è andata.

Nike Junior International Edgbaston, TEJT14&U, Edgbaston (GBR)

E’ il dodicenne britannico Jack Draper il vincitore dell “Aegon Junior International” disputatosi all’ Edgbaston Priory Club, veloce indoor. Il classe 2001 ha fatto valere i suoi gradi di favorito numero 1, lasciando un solo parziale per strada, al primo turno con il francese Quaraz, e conquistando il suo quarto titolo tra gli under 14, confermando le buone aspettative che ci sono su di lui. Delude il 14enne Steinegger, fuori al secondo turno per mano del qualificato francese Mayot, mentre sorprende la finale dell’altro francese Delage. Buona apparizione per il nostro Lorenzo Coppi, bravo a superare le qualificazioni e il padrone di casa Owen al primo turno, prima di arrendersi proprio a Draper negli ottavi.

Tra le ragazze, bella vittoria della britannica Gemma Heath, che conquista il suo primo titolo sbarazzandosi con irrisoria facilità di tenniste del calibro di Zara Ryan e Irene Garceran, rispettivamente 4 e 1 del seeding, prima di battere in finale la sorprendente qualificata americana Isabella Harvison in due comodi set, giunta in finale dopo aver eliminato al primo turno le numero 2 Adeshina.

OTI Junior Cup, TEJT12&U, Antalya (TUR)

Seconda vittoria in carriera per il tedesco Moritz Stoeger, che si impone con irrisoria facilità sul veloce outdoor di Antalya. Impressionante soprattutto la vittoria in semifinale sul coetaneo Shestakov, vincitore di 4 tornei sui precedenti 5 disputati. Anche la finale è stata un match a senso unico, nonostante il romeno mancino Sebastian Gima ce l’abbia messa tutta per conquistare il primo titolo in carriera.

Nel tabellone femminile si impone la russa Daria Vidmanova, partita dalle qualificazioni e capace d conquistare il primo trofeo della sua giovane carriera. Dopo aver approfittato del ritiro della connazionale Kudermetova in semifinale, la russa ha avuto bisogno di tre set per battere la padrona di casa Sena Sarioglan, che curiosamente nei precedenti quattro turni aveva eliminato tre russe.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *