Un anno fa…

di - 14 Luglio 2014

fog

di Sergio Pastena

La prima regola, per quelli come lui, è non fermarsi mai.

Atp Amburgo

Il Tamburino David questo lo sa bene ed è per questo che il nome Ferrer compare come prima testa di serie ad Amburgo, quando tanti colleghi più rinomati hanno scelto di tirare ancora un po’ il fiato prima di tuffarsi di testa nel cemento. La bulimia tennistica dello spagnolo potrebbe risultare un problema per Fabio Fognini, che già ha perso punti preziosi a Stoccarda giocandosi il paracadute, peraltro molto temporaneo, di Umago, e ad Amburgo difende 500 punti belli sonanti. Quasi una finale Atp 1000.

Perché lo spagnolo di Javea costituisca un problema, tuttavia, il ligure dovrebbe giocarci contro in finale e la cosa è ancora tutta da vedere, considerando che dopo il bye iniziale e il tedesco Struff il tabellone teorico si complica, includendo gente tosta come Berlocq, Granollers e, soprattutto, Tommy Robredo. Meno da perdere per Andreas Seppi, sedicesima testa di serie e capitato dal lato di Ferrer: per arrivarci gli servirà battere uno tra Riba e Monaco. Altri nomi di rilievo sono quelli di Verdasco e Dolgopolov, mentre le qualificazioni non ci hanno regalato gioie con l’eliminazione al secondo turno di Cecchinato.

Claro… che non vengo

Gliel’avessero detto un anno fa, non ci avrebbe creduto.

Atp Bogota

Victor Estrella Burgos, il dominicano che ha fatto la storia, raccoglie un’altra soddisfazione diventando testa di serie in un torneo Atp 250. Tanti i meriti da parte sua, ma più che altro modesto il tabellone del torneo colombiano di Bogotà.

Apriamo una parentesi: un torneo inutile. Nato con l’idea balzana di inserire un ulteriore lancio alla stagione sul cemento, in realtà riveste un interessa pari quasi a zero per i tennisti di alta classifica: quelli forti riposano, quelli che amano la terra restano ad Amburgo e anche i mazzolatori in buona parte lo ignorano, visto che Atlanta e Washington rappresentano un lancio più che decente per il mese di agosto.

Detto ciò, il tabellone vede come favoriti il defender Ivo Karlovic e Richard Gasquet, capitato in zona non si sa come, seguiti da Pospisil e Stepanek, mentre tra i nomi di rincalzo l’unico interessante è probabilmente quello di Bernard Tomic. Quanto basta perché Falla e Gonzalez possano sognare di far rimanere la coppa in Colombia.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *