Cronache dal Foro Italico – Volume 35 – “Maria si sveglia in tempo”

di - 5 Maggio 2010

Maria Kirilenko
(Maria Kirilenko – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew (articolo in partnership con Tennis.it)

Roma, 5 Maggio 2010 – Maria Kirilenko si è qualificata per i quarti di finale del Wta di Roma. La tennista russa si è sbarazzata delle slovacca Dominika Cibulkova con il punteggio di 4-6 6-1 6-1. Si addormenta per un set anche Nadia Petrova, che ha però dominato primo e terzo parziale contro la romena Dulgheru, autrice comunque di un ottimo torneo.

Partenza Falsa di Maria. La Kirilenko ha avuto una partenza da incubo. Dopo pochissimi minuti, infatti, senza praticamente mettere in campo una palla, si è ritrovata sotto 0-4; la Cibulkova stava giocando in maniera impressionante, ma la russa è entrata in campo probabilmente scarica mentalmente e fisicamente. Maria si è però ripresa, mettendo in fila un parziale di 4 giochi a 0, riequilibrando il parziale. Ma la fatica fatta per questa mini rimonta è stata pagata dalla russa, che ha ceduto il servizio e quindi il set, sotto i colpi di una buona Cibulkova, sempre pronta a colpire con il rovescio bimane in contropiede (l’arma vincente della prima partita).

Altra Musica. Ma dall’inizio del secondo set la musica è cambiata e Maria, sostenuta anche dal pubblico romano, ha iniziato a macinare tennis, mettendo a segno una grande quantità di punti vincenti, in particolare con il rovescio lungolinea. La Cibulkova è apparsa sempre più nervosa e non è più riuscita a rientrare in partita. La Kirilenko, sempre più carica e decisa, ha chiuso il match con un eloquente 4-6 6-1 6-1, mettendo a referto un parziale di 12 giochi a 2. Per Maria, adesso, la mission impossible contro Serena Williams.

Dominika Cibulkova
(Dominika Cibulkova – Foto Nizegorodcew)

Nadia troppo potente. Nadia Petrova si è sbarazzata della romena Dulgheru, ma ha dovuto soffrire più del previsto. La russa ha dominato in lungo e in largo il primo set (6-0), grazie ad un gran numero di vincenti. Nel secondo parziale, però, la Dulgheru ha cambiato atteggiamento, alzando molto la parabola dei propri colpi e tentando di attaccare in contro tempo, rubando l’iniziativa a Nadia. La tattica della romena ha mandato un po’ in confusione la Petrova, che ha visto scivolare il secondo set per 3-6. Nel terzo parziale vi è stato equilibrio sino al 2-1 Petrova, quando la russa ha conquistato il break decisivo dopo un game piuttosto lungo ed elaborato, durante il quale la Dulgheru ha avuto la possibilità di portarsi 2-2. Da quel momento non c’è stata più partita e Nadia ha fatto prevalere la propria maggior potenza.

Nadia Petrova
(Nadia Petrova – Foto Nizegorodcew)

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *