Itf Pomezia 2: Finale Remondina-Dinu

di - 15 Aprile 2011


(Giulia Remondina – Foto Nizegorodcew)

ITF MONTE MIGLIORE (POMEZIA 2): FINALE REMONDINA – DINU

L’AZZURRA VINCE IL DERBY CON LA GRYMALSKA IN TRE SET; ENNESIMA RIMONTA DELLA ROMENA

La Klem Cup di Monte Migliore (Itf Pomezia 2) ha vissuto quest’oggi una giornata dalle emozioni forti. Entrambe le semifinali sono durate più di due ore e hanno vissuto momenti davvero spettacolari.

La prima semifinale ha visto in campo la favorita del torneo, Margalita Chakhnashvili, e la giovanissima Cristina Dinu, romena classe 1993. L’incontro è sembrato inizialmente a senso unico, con la georgiana, tatticamente impeccabile, che è salita 6-2 3-0 senza alcuna difficoltà. Ma in questi giorni il pubblico di Monte Migliore ha imparato che la Dinu non va mai data per sconfitta, anche se apparententemente può sembrare in balia dell’avversaria. Nei quarti aveva rimontato Stefania Chieppa, annullandole 4 match points (di cui 3 consecutivi) e così è stato anche oggi. La Chakhnashvili, apparsa comunque molto stanca dalla metà del secondo set, ha provato a lottare su tutti i punti, finendo però per perdere il secondo parziale 6-3, subendo un parziale di 6 giochi consecutivi. Nel terzo set vi è stato equilibrio sino al 3-3, dopo che la georgiana non aveva sfruttato un’occasione per salire 3-1. Da quel momento è stato un vero e proprio monologo romeno. La Dinu non ha commesso più alcun errore, chiudendo i punti grazie ad un diritto molto potente e preciso. 6-4 il punteggio del terzo set in favore della giovanissima romena, che si conferma una promessa per il futuro del tennis internazionale. “Nonostante fossi sotto nel punteggio” – ha raccontato Cristina Dinu a fine partita – “sapevo che la rimonta era possibile. Nel primo set ho sbagliato tantissimo, rischiando forse troppo nei momenti sbagliati. Da metà del secondo parziale ho deciso di cambiare tattica, aspettando il momento giusto per attaccare, cercando anche di muoverla il più possibile, poiché la vedevo stanca. In questo torneo mi sono riuscite due bellissime rimonte. Soprattutto ieri, contro la Chieppa, ci ho creduto sempre nonostante mi sia trovata sotto 5-3 40-0 al terzo per la mia avversaria.”


(Cristina Dinu – Foto Nizegorodcew)

La seconda semifinale ha visto in campo il derby azzurro tra Giulia Remondina e Anastasia Grymalska. La Remondina, testa di serie numero due del torneo, ha iniziato l’incontro in maniera entusiasmante, tirando vincenti da tutte le parti, sia con il suo splendido rovescio, sia con il diritto. La Grymalska ha provato a rimanere attaccata al set, ma è riuscita a racimolare solamente due giochi (6-2). Dopo aver vinto anche il primo gioco del secondo parziale, Giulia si è però un po’ disunita, abbassando leggermente il ritmo e cominciando a commettere qualche errore di troppo con il diritto. La Grymalska ha ritrovato fiducia ed è salita 3-1, salvo farsi rimontare sul 3-3; ma Anastasia non ha mollato e, vincendo tre giochi consecutivi, ha portato a casa il secondo set. Il terzo set è stato molto combattutto nei primi 6 giochi. Sul 2-2 la Remondina ha compiuto l’allungo decisivo, portandosi avanti 5-2 e chiudendo al primo match point. Giulia sta ritrovando il proprio tennis partita dopo partita ed oggi, soprattutto ad inizio match, è sembrata fuori categoria per un 10.000$. La Grymalska, dal canto suo, ha palesato quanto di buono fatto vedere nelle ultime settimane, dimostrando un atteggiamento in campo impeccabile ed una incisivtà nei colpi in netto miglioramento. “Ho giocato un primo set praticamente perfetto” – ha dichiarato la Remondina a fine match – “Fino al 6-2 1-0 e 15-40 sul suo servivio ho espresso un livello di tennis davvero molto buono. Poi mi sono completamente addormentata e mentalmente sono uscita dalla partita. Devo anche ammettere che la palla di Anastasia è molto più pesante rispetto al passato e non è semplice affrontarla. Perso il secondo set 6-3 ho ricominciato a giocare molto bene e, dopo aver vinto un paio di game lottati dal 2-2, sono riuscita a conquistare la finale. Il livello del mio tennis è salito molto quest’oggi e mi sentivo in fiducia con tutti i colpi, a partire dal servizio. Spero di giocare così anche domani.”


(Anastasia Grymalska – Foto Nizegorodcew)

Karin Knapp e Diana Enache hanno vinto il torneo di doppio. La coppia italo-romena ha superato 7-5 6-4 il duo formato dalla francese Conny Perrin e dalla russa Marina Shamayko.

Domani la finale del singolare femminile andrà in scena alle ore 11.

ITF MONTE MIGLIORE (POMEZIA 2): SEMIFINALI
Cristina Dinu b. Margalita Chakhnashvili (1) 2-6 6-3 6-4
Remondina (2) b. Grymalska 6-2 3-6 6-2

FINALE DOPPIO
Knapp/Enache b. Perrin/Shamayko 7-5 6-4

© riproduzione riservata

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *