Challenger Vicenza 2019: Baldi ferma Pellegrino ed è in semifinale

di - 31 Maggio 2019
Filippo Baldi - Foto Dell'Olivo

Filippo Baldi vince il derby con Andrea Pellegrino e raggiunge le semifinali del Challenger di Vicenza 2019. Il numero 163 al mondo si impone per 7-5 6-2 sul lucky loser pugliese e torna al penultimo atto in un torneo di questa categoria per la prima volta dallo scorso novembre. Filippo, che si porta a pochi punti di distanza dal best ranking alla posizione numero 150, vince in volata un primo set molto equilibrato. Nessun break sino al 5-5 ma quante occasione per Pellegrino che però paga un poco invidiabile 0/8 sulle chance concesse dal proprio avversario, tre delle quali consecutive sul 4-4. E così, nelle fasi cruciali della frazione, arriva la beffa per il numero 378 al mondo: dal 5-5 Baldi piazza una striscia di cinque giochi consecutivi per issarsi sul 7-5 3-0 ma rischia di rimettere in discussione il tutto concedendo il controbreak. Nel sesto game, tuttavia, Pellegrino manca una palla dell’aggancio sul 3-3 e lascia strada libera a Baldi, che attende il vincente della sfida tra Bagnis e Hassan.

Il primo ha infatti piegato in tre set Marco Bortolotti. Tanti i rimpianti per il numero 522 al mondo, sconfitto per 6-7(5) 1-6 6-3. L’azzurro non mantiene un break di vantaggio sia nel primo che nel terzo set, in cui ha anche avuto due chance del 3-0 “pesante”. Dal 3-1, però, Bortolotti ha incassato un parziale di cinque giochi consecutivi, capitolando sul 6-3 al cospetto della testa di serie numero 4.

Netta invece la vittoria di Hassan su Lorenzo Giustino. Il campano, sceso in campo in mattinata per terminare il proprio match di secondo turno contro Escobar, ha alzato bandiera bianca per 6-1 6-3 dopo un’ora e un quarto di partita. Tanti i problemi al servizio per l’azzurro, che ha beneficiato solamente del 52% di prime in campo accusando diverse difficoltà alla seconda con tre doppi falli e appena il 36% di punti portati a casa.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *