Hietaranta fa il rullo compressore a Crema, ma l’Italia c‘è

di - 18 Giugno 2019
La finlandese Laura Hietaranta, prima testa di serie del "Città di Crema" femminile, ha esordito senza lasciare neanche un game a Carlotta Sezzi

Il perfetto mix fra stranieri dalle grandi ambizioni e italiani chiamati a tenere alto il tricolore. È la piega che, mentre il primo turno sta per volgere al termine, hanno assunto i tabelloni principali dell’edizione n.15 del “Città di Crema”, torneo internazionale under 16 del circuito Tennis Europe. Come nella giornata di lunedì era piaciuto molto il croato numero 2 del tabellone Alen Bill, nel Day 2 a lasciare gli spettatori a bocca aperta ci ha pensato la favorita numero 1 Laura Hietaranta, finlandese che a soli 15 anni ha già esordito nella nazionale di Fed Cup, lo scorso aprile. Tutta esperienza che le torna utile quando deve competere con le coetanee, come si è visto nella sua prima uscita al Tennis Club Crema, dove ha rifilato un doppio 6-0 a Carlotta Sezzi. Come se non bastasse il punteggio, a impressionare sono stati soprattutto il tennis e la maturità della nordica, che per certi aspetti sembra già una tennista formata, capace di giocare a tutto campo e affrontare bene ogni situazione. Insieme a lei, nella parte alta del tabellone hanno raggiunto gli ottavi di finale quattro azzurre: Irene Verzin e Asia Fontana l’hanno fatto vincendo i rispettivi derby contro Camerano (6-1 6-0) e Mancini (7-5 7-5), mentre Emma Pedretti ed Emma Belluomini hanno spedito a casa due straniere: la russa Studennikova (5-7 6-0 6-4) e l’australiana Webb (6-3 7-6). Vuol dire che, in attesa dell’esito del duello Iliev-Avataneo, le azzurre al 2° turno sono già sei.

Nel maschile invece, con due sfide ancora da concludersi in serata, gli italiani ad aver superato il primo esame sono cinque. Martedì ci sono riusciti in due: la wild card forlivese Nicola Filippi, passato per 6-2 6-0 su Alessandro Spadola, e il sanremese Mirko Lagasio, che ha sconfitto per 6-3 7-6 il kazako Batyutenko. Eliminato, invece, Marco Ricci, uno dei giovani di punta del settore agonistico del Tennis Club Crema: opposto all’ucraino Illya Maksymchuk, il bergamasco classe 2003 ha sentito troppo il peso della partita e del tanto pubblico presente, scendendo in campo molto teso. Una condizione che non gli ha permesso di esprimere il suo miglior tennis e ha aiutato il rivale, a segno per 6-1 6-2. Malgrado la delusione per il k.o. di Ricci, il Tc Crema si consola con le due splendide vittorie arrivate nella serata di lunedì: in doppio con il duo della scuola tennis composto da Angelo Chiappa e Michael Xerra (2-6 6-2 10/8 ai russi Chekalin/Tsetlin), e soprattutto in singolare, grazie a uno splendido Alessio Tramontin. Il friulano, che da tre anni gioca la Serie B a Crema, ha annichilito con un doppio 6-2 lo svizzero Dylan Dietrich, n.8 del tabellone, ed è apparso davvero in palla, candidandosi per un ruolo da outsider. Tornerà in campo mercoledì contro il napoletano Ivan La Cava (quarto match sul Centrale), nella giornata che dalle 9.30 vedrà in campo tutti gli incontri degli ottavi di finale. L’ingresso al Tc Crema sarà gratuito per l’intera durata della manifestazione.

RISULTATI

Singolare maschile. Primo turno: Lagasio (Ita) b. Batyutenko (Kaz) 6-3 7-6, Filippi (Ita) b. Spadola (Ita) 6-2 6-0, Maksymchuk (Ukr) b. Ricci (Ita) 6-1 6-2, Vukadin (Cro) b. Badini (Ita) 6-0 6-1, Graziani (Sui) b. Lavoratori (Ita) 6-4 6-2, Mikrut (Cro) vs D’Orazi (Ita) 6-3 6-1. Da concludere: Pieczkowski (Pol) vs Vola (Ita), Chekalin (Rus) vs Bastoni (Ita).

Singolare femminile. Primo turno: Hietaranta (Fin) b. Sezzi (Ita) 6-0 6-0, Verzin b. Camerano (Ita) 6-1 6-0, Pedretti (Ita) b. Studennikova (Rus) 5-7 6-0 6-4, Bubalo (Cro) b. Paonessa (Ita) 6-2 6-0, Vukicevic (Cro) b. Migani (Ita) 6-2 6-4, Fontana (Ita) b. Mancini (Ita) 7-5 7-5, Belluomini (Ita) b. Webb (Aus) 6-3 7-6. Da concludere: Iliev (Fra) vs Avataneo (Ita).

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *