Challenger Todi: Il Resoconto del II Turno (15/09/10)

di - 16 Settembre 2010

Alessio Di Mauro
(La grinta di Alessio Di Mauro – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew (inviato a Todi)

Un grande Alessio Di Mauro supera per la seconda volta consecutiva Trevisan e si qualifica per i quarti di finale. Prestazione negativa invece di Alberto Brizzi, che cede in due set all’ostico Hernandez. Clamoroso match tra Granollers e Clar-Rossello, vinto dal primo 63 67 76 dopo quattro ore! Nell’ultimo incontro odierno la tenacia di Aranguren supera il talento di Rufin.

Alessio Di Mauro b. Matteo Trevisan 62 62
Trevisan-Di Mauro Atto III. Dopo la vittoria del toscano in rimonta a Trani e la rivincita ottenuta dal siciliano a Manerbio, Alessio ha dominato l’incontro di oggi, soffrendo solo ad inizio secondo set. Matteo ha iniziato malissimo, subendo i primi 8 punti e proseguendo con un “drammatico” parziale di 2-16. Di Mauro, entrato in campo molto grintoso e pronto a lottare su ogni punto (a differenza del suo avversario), ha studiato molto il gioco del toscano e partita dopo partita gli assesta qualche colpo tattico in più. Ad inizio secondo parziale, Matteo si è portato 2-0, lottando molto (game finiti ai vantaggi) sino al 2-4. Da lì Alessio ha preso il volo. Fabio Rizzo, coach di Alessio Di Mauro, ha dichiarato a fine match: “Alessio è un giocatore molto intelligente, che sa adattarsi in maniera impeccabile al gioco del suo avversario. Oggi è partito molto bene e ha avuto l’unico momento di difficoltà ad inizio secondo set, subendo un brutto break che lo ha un po’ innervosito. Ma poi si è rimesso in carreggiata, vincendo comodamente.” Prestazione deludente di Trevisan, che ha dimostrato oggi una scarsa propensione alla concentrazione e alla fatica (mentale).

Alessio Di Mauro
(Alessio Di Mauro – Foto Nizegorodcew)

Oscar Hernandez b. Alberto Brizzi 62 64
Match a senso unico sino al 62 20 per lo spagnolo. Brizzi è partito malissimo, sbagliando l’impossibile e non riuscendo mai a rispondere sul servizio in kick dell’iberico. Alby non è mai stato veramente in partita, anche se nel secondo set, subito il break in apertura, ha poi gestito discretamente i propri turni di battuta. In risposta (sulla prima) ha provato a partire un metro fuori, colpendo in avanzamento il kick di Hernandez. Nell’ultimo gioco, sotto consiglio di Naso, ha provato a rispondere alto in centro, ma Oscar ha chiuso a 30 un match che poteva anche girare, nonostante lo spagnolo abbia nettamente meritato. Speriamo che la “Cura Congy” (che non era presente in Umbria) possa fare bene a Brizzi, che è sicuramente uno dei giocatori “da challenger” che può crescere maggiormente. Se solo credesse un po’ di più nel suo tennis e osasse qualcosa (parecchio!) in più..

Oscar Hernandez
(Oscar Hernandez – Foto Nizegorodcew)

Marcel Granollers b. Pedro Clar-Rossello 63 67(5) 76(3)
Quattro ore piene di maratona per il derby spagnolo, andato in scena sul centrale di Todi. E pensare che dopo 3 ore di battaglia il match sembrava chiuso, con Marcel avanti 63 54 e servizio. Il più titolato dei due ha però dovuto subire la rimonta di Pedro, che a livello di corsa è apparso straordinario. Alcuni recuperi su ottime smorzate di Marcel sono state impressionanti. Alla fine l’ha spuntata la maggiore esperienza di Granoller. La dimostrazione che il livello è ormai altissimo anche a livello challenger la possiamo trovare proprio in questo match. Top-100 spagnolo (ex numero 44 Atp) che è costretto a giocare un match alla pari con Clar-Rossello, tennista intorno al numero 300 delle ultime classifiche Atp.

Marcel Granollers
(Marcel Granollers – Foto Nizegorodcew)

© riproduzione riservata

19 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *