Falciani: “Aspettatevi un grande Ghedin”

di - 18 Novembre 2011

Riccardo Ghedin è uno dei giocatori più sorprendenti, per varie ragioni, del panorama tennistico italiano. “Ghedo” ha iniziato a giocare tardissimo, intorno agli 11-12 anni; grazie a Michele Tellini è passato in pochi anni da 3.3 al tabellone principale di Wimbledon. Un salto incredibile, entusiasmante, emozionante. Riccardo ha avuto in seguito una serie di infortuni davvero infiniti, precipitando intorno al numero 330 Atp. Abbiamo contattato il suo attuale coach, Fabrizio Falciani (che ha lavorato con Ghedin anche ai tempi in cui formavano uno staff unico insieme a Tellini), per saperne qualcosa in più.

“Riccardo ha avuto una lunga serie di infortuni: il più serio, alla spalla, lo ha costretto a 3 mesi di stop totale; in seguito ha avuto anche problemi di intossicazione alimentare (2 settimane fermo) e alla schiena (altre 2 settimane). Una stagione molto difficile ed è già un miracolo che Riccardo sia riuscito a mantenere una classifica decente. Ghedin è veramente un ragazzo eccezionale. E’ sempre carichissimo e anzi, durante i lunghi infortuni, era quasi lui a dar forza a me. Adesso sta bene e prepareremo un grande 2012, perché Riccardo è molto fiducioso e sono sicuro farà un ottimo 2012. Si allena sempre come un toro! Adesso concentriamoci sulla Serie A. Domenica infatti giocherà contro Santopadre nella sfida contro l’Aniene. Per quanto riguarda la preparazione invernale per fortuna non avremo fretta e potremo organizzarla nel migliore dei modi, dato che Riccardo non dovrà andare in Austrlia.”

Fabrizio Falciani ci ha tenuto poi a spendere due parole su Francesco Vilardo, un 2.5 che ha conquistato alcune belle vittorie in questo 2011. “Francesco è un ragazzo calabrese davvero esemplare, che sta crescendo molto, considerando che è un 2.5 di 21 anni, ma ha già conquistato 10 punti Atp. Ha anche battuto un giocatore intorno al 400 e può crescere tantissimo.”

© riproduzione riservata

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *