Itf Pomezia 2: Impresa di Roxy Vaideanu

di - 13 Aprile 2011


(Roxana Vaideanu – Foto Nizegorodcew)

ITF MONTE MIGLIORE (POMEZIA 2): IMPRESE DI VAIDEANU E GRYMALSKA, REMONDINA IN RIMONTA

SI QUALIFICA PER I QUARTI ANCHE LA CHIEPPA. FUORI BURNETT, ZUCCHINI, PILLOT E VIERIN

La Klem Cup di Monte Migliore (Pomezia 2), dotata di un montepremi da 10.000$, si è allineata ai quarti di finale. Quattro le azzurre che ha staccato il biglietto per il terzo turno del torneo laziale. L’impresa della giornata è stata di Roxana Vaideanu, che ha estromesso dalla manifestazione Karin Knapp, ex numero 35 Wta. Bella vittoria anche di Giulia Remondina, che ha rimontato un set di svantaggio e ha superato la Burnett nel derby tra giovani speranze azzurre. Avanti Anastasia Grymalska, che ha asfaltato la terza favorita del seeding Ksenia Palkina. Bene anche Stefania Chieppa. Fuori Zucchini, Pillot e Vierin.

La copertina della giornata non può non esser dedicata a Roxana Vaideanu. Seguita a bordo campo da coach Michele Tellini, Roxy ha giocato un match tatticamente perfetto, insistendo molto sul rovescio della Knapp, apparsa oggi lontana parente di quella che eravamo abituati a vedere all’opera nei tornei del circuito maggiore. La Vaideanu è partita fortissimo, salendo 2-0 con alcune opportunità per il 3-0. Karin ha provato a rientrare nel set, ricucendo lo strappo sul 2-2. Ma è stato un fuoco di paglia, perché Roxana ha martellato il rovescio dell’altoatesina, costringedola spesso all’errore. Vinto il primo parziale 6-4, Roxy ha mantenuto alta l’attenzione, dettaglio che nel passato è mancato alla ventenne italiana, riuscendo a staccare subito la sua avversaria sul 4-1. Nonostante un game perso al servizio da 40-15, la Vaideanu ha tenuto i nervi saldi, chiudendo 6-3 il secondo set e conquistando il pass per i quarti di finale. “Avevamo preparato al meglio questa partita dal punto di vista tattico” – ha dichiarato Roxana al termine del match – “La presenza del mio allenatore Michele Tellini è stata molto importante; sono davvero contenta per la mia prestazione, anche perché con il forte vento di oggi non era semplice giocare.” E’ dello stesso avviso anche l’allenatore romano Michele Tellini. “La partita di Roxana è stata giocata tatticamente ai limite della perfezione. Ha giocato nella maniera giusta dall’inizio alla fine, senza disunirsi troppo nei pochi momenti di difficoltà. Credo che il punteggio avrebbe potuto essere anche più netto per quanto espresso in campo dalle giocatrici, ma va benissimo così. Speriamo sia una bella iniezione di fiducia per Roxy.”


(Giulia Remondina – Foto Nizegorodcew)

Altro incontro molto atteso era il derby tra due giovani speranze azzurre: Nastassja Burnett e Giulia Remondina. Il match è stato molto combattuto, emozionante, anche se solamente a tratti spettacolare. La Burnett è partita fortissimo, salendo 4-0 con palla del 5-0. La Remondina è stata brava a rientrare nel parziale, finendo però per perderlo 7-5. Nel secondo, però, Giulia è apparsa più precisa e carica mentalmente, riuscendo ad imporsi 6-4. Il terzo set è stato una vera battaglia sportiva, con la Burnett che è stata in vantaggio 3-1 e poi 4-3, prima di farsi recuperare e superare sul 4-5. Nasty ha giocato quindi un bel game di servizio, pareggiando sul 5-5. Nell’undicesimo gioco del parziale decisivo la Remondina è stata molto coraggiosa, chiudendo un’importante volé di diritto (non esattamente la sua specialità) che le ha permesso di salire 6-5. Nell’ultimo game la Burnett ha commesso 4 errori, perdendo il servizio e quindi l’incontro.

Anastasia Grymalska ha letteralmente asfaltato Ksenia Palkina, terza favorita del torneo, lasciandole appena due giochi. L’allieva di Giampaolo Coppo ha dimostrato quella crescita che si sta palesando, sotto tutti i punti di vista, negli ultimi mesi. La Palkina ha lottato solamente nei primi games ma, vedendo che Anastasia oggi era praticamente ingiocabile, ha finito per mollare dal punto di vista mentale.


(Stefania Chieppa – Foto Nizegorodcew)

Buona affermazione di Stefania Chieppa. L’esperta giocatrice piemontese (ormai romana d’adozione) ha superato 6-3 6-4 l’altra azzurra Vivienne Vierin. Queste le parole di Stefania al termine della partita: “L’idea era quella di sbagliare il meno possibile, perché angolare troppo la palla era un rischio a causa del forte vento di oggi. In più ho tentato di farla muovere, perché Vivienne ha nello spostamento laterale alcune difficoltà. Sono riuscito bene nel mio intento sino al 6-3 2-0, quando ho iniziato a sbagliare qualcosa di troppo. Per fortuna sul 5-4 in mio favore la mia avversaria ha commesso una serie di doppi falli che mi ha permesso di vincere il match.”


(Victoria Larriere – Foto Nizegorodcew)

Non ce l’ha fatta invece Carolina Pillot, nonostante un buon secondo set. La francese Victoria Larriere, 20 anni da compiere ad inizio maggio, è stata un’avversario troppo duro da battere, soprattutto nel primo parziale, chiuso 6-3 piuttosto nettamente. Nel secondo set Carolina si è sciolta e ha iniziato ad accelerare con il rovescio lungo linea e con il diritto incrociato. Sul 5-4 in proprio favore si è però smarrita, consegnando il match nelle mani dell’aversaria, abile a chiudere 7-5.


(Diana Enache – Foto Nizegorodcew)

Eliminata anche Agnese Zucchini, nonostante un grandissimo primo set portato a casa 7-5. La sua avversaria odierna, la romena Diana Enache, ha però iniziato ad ingranare dal secondo parziale in poi, grazie ad alcune accelerazioni molto potenti e precise. Agnese, ad inizio terzo set, è parsa anche piuttosto stanca, non smettendo comunque di lottare. La Enache però è stato più decisa nei momenti importanti, chiudendo secondo e terzo set 6-2 6-3.

Un’altra tennista romena ha ben impressionato sui campi di Monte Migliore. Si tratta di Cristina Dinu, 18 anni compiuti a gennaio, che ha surclassato di vincenti la francese Conny Perrin, lasciandole soli 4 giochi. La Dinu ha iniziato alla grande la stagione, vincendo due tornei da 10.000$, oltre ad un bel quarto di finale raggiunto nel 25.000$ di Maiorca.

L’ultimo match della giornata ha visto la vittoria di Margalita Chakhnashvili, prima favorita del seeding, che nonostante un problema al braccio è riuscita ad imporsi con un periodico 6-3 sulla bulgara Martina Gledacheva.

ITF MONTE MIGLIORE (POMEZIA 2) – OTTAVI DI FINALE
Roxana Vaideanu b. Karin Knapp (8) 64 63
Victoria Larriere (6) b. Carolina Pillot 6-3 7-5
Diana Enache (5) b. Agnese Zucchini 5-7 6-3 6-2
Giulia Remondina (2) b. Nastassja Burnett 5-7 6-4 7-5
Stefania Chieppa b. Vivienne Vierin 6-3 6-4
Cristina Dinu b. Conny Perrin (4) 6-2 6-2
Anastasia Grymalska b. Ksenia Palkina (3) 6-2 6-0
Margalita Chakhnashvili (1) b. Martina Gledacheva 6-3 6-3

© riproduzione riservata

206 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *