Jesi: Il trionfo di Giulia Remondina “Ho annullato 2 match point”

di - 11 Agosto 2007

Giulia Remondina

Giulia Remondina ha vinto oggi il suo terzo titolo in carriera a livello Itf in quel di Jesi. Finale combattutissima, quella disputata sui campi in cemento del Magic Tennis Academy, tra la Remondina e Federica Di Sarra, due delle atlete più in forma in questa fase della stagione. Il risultato, 46 61 76(5), può già dare l’idea di quanto equilibrata possa essere stata questa partita. Abbiamo raggiunto Giulia la termine del match per conoscere le sue impressioni a caldo: “Nel primo set lei ha giocato molto bene e l’ha portato a casa 64; nel secondo set io ho giocato sicuramente meglio mentre la Di Sarra ha iniziato a sbagliare qualche cosa in più. Nel terzo ho dovuto sempre rincorrere: ho prima recuperato da 1-4 a 4-4, poi sul 4-5 ho dovuto annullare due match point. Al tie-break poi è andata bene.

Come detto, è questo il terzo titolo in carriera per Giulia, che aveva trionfato a Vittoria nell’agosto 2006 e a Cremona lo scorso mese. Il tennis di Giulia Remondina si adatta certamente alle superfici veloci, dove le sue accelerazioni, in particolare col rovescio a due mani, possono fare davvero male. In particolare si nota come la Remondina, dalla parte del rovescio, riesca a colpire sempre con la giusta coordinazione anche se in scarso equilibrio o quando viene superata dalla palla. Sul dritto c’è sicuramente qualcosa da migliorare, ma è comunque un colpo che in futuro potrà essere certamente incisivo. Il servizio è il fondamentale da migliorare con più cura, non tanto dal punto di vista tecnico, quanto nell’attenzione sulla prima palla nei momenti importanti. Si contanto troppo prime consecutive sbagliate. Per il resto credo che Giulia Remondina entro non molto possa avvicinarsi alle prime 100 giocatrici del mondo.

Per approfondire l’argomento vi invito a leggere un’interessante intervista a Giulia Remondina realizzata, proprio in quel di Jesi, dal collega di Tennisteen Luca Brancher

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *