Serie A: Il Resoconto di Empire – Bassano (2-4)

di - 18 Ottobre 2009

Francesco Aldi
(Francesco Aldi – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew

L’esordio in casa dell’Empire contro il Bassano era sicuramente tra le più attese di questa seconda giornata di Serie A. Il Bassano si è presentato a Roma con quattro ottimi giocatori, compreso il numero 1 della squadra Paolo Lorenzi, reduce dall’ingresso nei top-100. Oltre a Paolino infatti sono scesi in campo Francesco Aldi, Andrea Arnaboldi e Federico Torresi. Per l’Empire in campo come numero uno Jan Minar, seguito da Giulio Di Meo, Diego Veronelli e Gianluca Luddi.. Ma veniamo alla cronaca dei match..

Francesco Aldi b. Diego Veronelli 26 75 61
L’argentino Diego Veronelli è partito alla grande, giocando un primo set quasi perfetto. Nessuna palla break concessa e molti vincenti, in particolare con il diritto. Aldi nel primo parziale ha tentato in tutti i modi di tenere alto il ritmo, senza però riuscire a fare partita pari. Nel secondo set Veronelli è stato ancora perfetto sino al 4-3 e servizio in proprio favore. Aldi è riuscito a mettere a segno il break, grazie soprattutto ad un errore banale di diritto dell’argentino sul 15-30. Sul 6-5 in proprio favore, Aldi ha giocato un bellissimo game di risposta, portando l’incontro al terzo set. All’inizio del terzo set Veronelli ha avuto ottime occasioni di staccarsi. Nel primo gioco ha avuto una palla break e sull’1-1 non ha sfruttato un vantaggio di 0-40 sul servizio del siciliano. Aldi ha preso quindi il sopravvento, limitando a zero gli errori gratuiti e riuscendo anche ad essere più aggressivo. Al termine del match abbiamo raccolto le dichiarazioni di Diego Veronelli (nei prossimi giorni uscirà una lunga intervista con l’argentino, realizzata da Nicola Corrente): “Il primo set è andato via comodamente ed ho giocato molto bene. Nel secondo parziale invece lui ha giocato molto meglio e l’incontro è stato più equilibrato. Nel set decisivo forse ero un po’ stanco, ma credo che il vero motivo della mia poca brillantezza sia dovuta alla perdita di un po’ di fiducia; facevo due errori io e un punto lui, due errori io ed un punto lui e non sono più riuscito a rientrare in partita. Peccato perché nel terzo set ho avuto delle buone occasioni nei primissimi giochi per strappare il servizio ad Aldi.

Federico Torresi b. Gianluca Luddi 75 76(5)
Nel raccontare questo incontro partiamo direttamente dal punto che lo ha fatto girare in maniera definitiva dalla parte del giocatore di Bassano. Sul punteggio di 5-3 Luddi, set point per il romano, una palla di Gianluca è finita molto vicina alla riga; Torresi l’ha segnato fuori, sostenuto anche dall’assenso dell’arbitro, sceso dalla sedia a controllare. Luddi inizialmente non ha fatto una piega, ma al cambio di campo, perso il gioco, è andato a controllare il segno. Luddi, vedendo che non c’era spazio tra la palla e la riga, ha iniziato a prendersela con Torresi con frasi del tipo: “Sono venti anni che giochi e non sai che quella palla è buona?!” Il nervosismo ha fatto un brutto scherzo a Luddi, che ha perso 6 giochi consecutivi (fino al 75 30 Torresi). Luddi da quel momento ha ricominciato a lottare e, sul 5-4 Bassano, ha strappato il servizio a Torresi, fino ad arrivare al tie-break. Qui Torresi è partito meglio, portandosi 6-3 con 3 match points a disposizione. Annullato il primo, Luddi ha giocato un punto fantastico, durato più di 20 scambi, portandosi 5-6 con il servizio per annullare l’ultima palla match. Purtroppo per l’Empire, Gianluca ha qui commesso un doppio fallo che gli è costato il match. Questo incontro ha creato una grande tensione tra le due squadre e con gli arbitri.

Paolo Lorenzi con Nicola Corrente e Alessandro Nizegorodcew
(Nicola Corrente, Paolo Lorenzi e Alessandro Nizegorodcew)

Paolo Lorenzi b. Jan Minar 64 36 61
Paolino Lorenzi ha giocato un ottimo match, condito da alcuni colpi anche di classe (cosa non fa la fiducia!), distraendosi a metà secondo set, ma tenendo sempre in mano le redini dell’incontro. Paolo ha giocato bene con diritto (non è una novità..), rovescio (non usuale) e a rete (davvero sorprendente!). In particolare le volè sono apparse sempre sicure e molto profonde. Minar è un giocatore decisamente da veloce e sulla terra non si muove molto bene (non scivola..), ma in alcune circostanze ha tenuto bene il campo contro il senese. Paolo al termine del match ha dichiarato: “Ho giocato una bella partita, anche se nel secondo set mi sono rilassato troppo. Poi nel terzo sono tornato a fare il mio tennis. Minar gioca bene e risponde sempre con i piedi dentro il campo. Ho dovuto limitare quindi il serve and volley, tattica che sto usando molto spesso ultimamente. Non è stato facile giocare contro Minar, giocatore prettamente da veloce, su un campo così rapido come questi dell’Empire.

Giulio Di Meo
(Un “numero” a rete di Giulio Di Meo – Foto Nizegorodcew)

Giulio Di Meo b. Andrea Arnaboldi 67 62 64
Partita che, come sempre quando c’è in campo Di Meo, è stata un “one man show” nel bene e nel male. Nel primo set Giulio, portatosi 4-1, si è lasciato recuperare sino a perdere il tie–break. Nel secondo però si è messo a giocare un grande tennis, lasciando solo due giochi al canturino. Nel terzo parziale invece, Arnaboldi è salito sopra di un break (3-0) grazie anche ad un penalty point comminato a Di Meo nel secondo gioco (sulla palla break). In quel momento la tensione è salita alle stelle, con giudice di gara in campo, l’arbitro contestato da entrambe le squadre e Torresi cacciato dalla panchina. In questa situazione paradossale, un giocatore come Di Meo va a nozze e la rimonta è riuscita.. Match comunque dai grandissimi colpi vincenti da entrambe le parti..

Per quanto riguarda i doppi, vi è stata una vittoria per parte. Luddi, nel suo incontro di doppio, ha subito un infortunio alla mano mentre stava servendo per il secondo set, tentando di salvare un punto con una volè in tuffo.. Qui di seguito i risultati, che sanciscono il 4-2 per Bassano:

Federico Torresi (B) b. Gianluca Luddi (E) 75 76
Francesco Aldi (B) b. Diego Veronelli (E) 26 75 61
Paolo Lorenzi (B) b. Jan Minar (E) 64 36 61
Giluio Di Meo (E) b. Andrea Arnaboldi (B) 67 62 64
Minar/Veronelli (E) b. Lorenzi/Arnaboldi (B) 46 61 10-6
Torresi/Aldi (B) b. Luddi/Di Meo (E) 63 76

© riproduzione riservata

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *