I Fab Four marciano spediti

di - 1 Settembre 2011

di Sergio Pastena

Il primo turno degli Us Open è andato e, tutto sommato, le teste di serie hanno retto bene. Qualche eliminazione di rilievo, comunque, c’è stata: ad esempio quelle di Almagro e Troicki, mentre Soderling è stato costretto a dare forfait a causa di un virus intestinale. Vediamo com’è andata.

Settore Djokovic: il serbo inizia passeggiando e resta poco più di quaranta minuti in campo prima che Niland si ritiri. Al secondo turno gli toccherà Berlocq. Bene i tre italiani impegnati nella parte alta del tabellone: Starace convince contro Berrer, Cipolla approfitta del ritiro di Nishikori (ma era già avanti due set), mentre Fognini ha qualche difficoltà con Zeballos ma passa. Avanti tutte le teste di serie mentre Petzschner e Ferrero devono sudare le classiche sette camicie per avere la meglio su Ramos e Andujar. Fuori Fernando Gonzalez contro Karlovic.

Settore Federer: anche lo svizzero ha vita facile contro Giraldo, al secondo turno troverà Sela, vittorioso in rimonta su Bellucci. Out Troicki, superato a sorpresa da Falla, così come Andreas Seppi che impegna Monaco solo nel primo set. Tsonga e Fish esordiscono in scioltezza, mentre è storica la vittoria di Jaziri, che regala in un torneo Slam nell’era Open alla Tunisia: ora per lui proprio l’americano, mentre il francese se la vedrà con Bubka Jr. Per il resto Llodra e Verdasco passano, pur con qualche difficoltà, mentre soffrono decisamente di meno Stepanek e Anderson.

Settore Murray: il forfait di Soderling spiana la strada a Dutra Da Silva, che ha un secondo turno non impossibile contro Bogomolov Jr. Bene Isner contro Baghdatis (per lui ora c’è Ginepri), mentre poco può Volandri contro Juan Martin Del Potro. La situazione per l’argentino è molto interessante, specien considerando che Simon ha tutt’altro che brillato all’esordio contro Mello. Murray vince e gioca bene, ma soffre nel primo set a causa di una partenza svagata che consente a un buon Devvarman di arrampicarsi al tie-break. Haase sarà un test più probante per lui.

Settore Nadal: anche Ferrer ha una “falsa partenza”, contro Andreev, ma poi rimedia agevolmente. Roddick lascia un set a Russell e rischia di andare al quinto: ora gli tocca il giovane Sock, vittorioso su Gicquel. Colpaccio di Benneteau, che conferma il suo ottimo stato di forma lasciando le briciole ad Almagro, mentre Gulbis tira fuori una gran prestazione e manda subito a casa Youzhny. Infine Nadal: tra i quattro di testa è quello che ha avuto più difficoltà, anche se va detto che Golubev è da prendere sempre con le molle. Ora gli tocca Mahut, autore di una bella rimonta col colombiano Farah.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *