Chazal contro tutti al Futures di Padova

di - 29 Maggio 2016

Lorenzo Giustino

Al Tennis Club Padova è tutto pronto. Mancano ancora i nomi degli otto qualificati, che si sapranno solamente nella mattinata di lunedì, ma la domenica, come di consueto nei tornei Futures, ha accolto il sorteggio del tabellone principale, al via nel pomeriggio di domani. Come annunciato alla vigilia a governare il main draw dall’alto della sua prima testa di serie ci sarà il ventitreenne Maxime Chazal, francese dalla provenienza del tutto particolare, visto che è nato a Noumea, nella splendida Nuova Caledonia, possedimento francese nell’Oceano Pacifico, non troppo distante dall’Australia. Lì è cresciuto nel mito del pittoresco Wanaro N’Godrela, tennista neocaledone arrivato fra i primi 100 del mondo negli Anni ’70 e scomparso appena tre giorni fa. Poi si è trasferito in Provenza, dove si allena tutt’ora. Numero 261 del mondo, Chazal arriverà agli Internazionali Città di Padova dopo aver partecipato alle qualificazioni del Roland Garros, e andrà a caccia del suo ottavo titolo in carriera partendo dal duello con un qualificato. La stessa sorte toccata anche al mestrino Matteo Viola, seconda testa di serie, e alla sesta Marco Bortolotti, reduce dalla finale nell’evento di pari categoria di Lecco. Scorrendo gli accoppiamenti delle teste di serie si scova anche il big match del primo turno: un derby fra il campano Lorenzo Giustino, numero 3 del seeding, e l’esperto bresciano Alberto Brizzi, che ha ripreso a fare sul serio da poco dopo un lunghissimo stop per problemi a un ginocchio, ma non ha dimenticato il tennis che in carriera gli ha regalato dieci titoli e oltre 350 successi fra Challenger e Futures.

Nel complesso, gli italiani già sicuri di un posto in tabellone sono dodici, fra i quali due talenti del club organizzatore ad aver ricevuto una wild card: Luca Giacomini, protagonista contro Pietro Rondoni dell’altro derby tricolore del primo turno, e Giacomo Giunta, atteso da un giocatore proveniente dalle qualificazioni. Discorso identico per il gigante serbo Danilo Petrovic (347 Atp), che ha scelto proprio il Tc Padova come base per provare a scalare la classifica mondiale. In attesa del termine degli incontri della seconda giornata, interrotta a metà a causa della pioggia, si può già dire che nel turno decisivo delle “quali” ci saranno almeno tre sfide tutte italiane, e si conoscono già vari nomi dei tennisti in gara domani. Nel gruppo spicca quello di Goncalo Oliveira, prima testa di serie, che ha battuto per 6-2 6-4 Federico Bertuccioli e si contenderà un posto nel main draw con il padrone di casa Riccardo Roberto, a segno 7-5 4-6 6-2 su Russo. Per l’Italia avanti anche Ceppellini, l’italo-argentino Ciurletti, i due veneti Di Maro e Salviato, Filippo Mora e Giovanni Oradini. Gli ultimi due, entrambi diciottenni, saranno uno contro l’altro lunedì. Dalle 10 l’ultimo round delle qualificazioni, dalle 14 i primi match del tabellone principale. Sempre con ingresso gratuito.

RISULTATI

Qualificazioni. Secondo turno: Oliveira (Por) b. Bertuccioli 6-2 6-4, Roberto b. Russo 7-5 4-6 6-2, Oradini b. Maccari 6-2 6-4, Mora b. Trinker (Aut) 6-4 2-6 6-3, Weidinger (Aut) b. Chiurulli 6-1 6-3, Ceppellini b. De Vincentis 6-3 6-3, Di Maro b. Delebois 6-4 6-2, Salviato b. Casati 6-3 6-3, Ciurletti b. Gabrieli 6-3 7-6, Lang (Ger) b. Veldheer (Ned) 6-7 6-4 7-6, Jofre (Arg) b. Martini 6-1 6-2, Della Tommasina b. Alberti 6-1 5-7 6-4.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *