Il bilancio dei nostri giovani tennisti a metà stagione

di - 1 Giugno 2016

Liam Caruana

di Paolo Angella

Come abbiamo già fatto per il tennis femminile nell’articolo che trovate qua, proviamo ad analizzare anche per il tennis maschile quello che hanno fatto i nostri ragazzi nei tornei Junior e in quelli del circuito Tennis Europe dall’inizio dell’anno fino ad adesso. Anche in questo caso evidenziamo sempre la data di nascita, parametro di fondamentale importanza se si parla di giovani.

Liam Caruana (22/01/1998): in foto, ragazzo nato in Italia da genitori italiani, si è trasferito da piccolo negli Stati Uniti, dove è cresciuto e dove sta studiando. Ha iniziato a giocare a tennis per gli USA ed ora ha chiesto di farlo per il nostro paese. E’ il migliore del ranking ITF, attualmente alla posizione numero 32. Si è messo in evidenza a marzo vincendo un grado 1 negli USA. E’ arrivato ai quarti di finale al recente “trofeo Bonfiglio”. Sorteggi sfortunati nelle prove dello Slam, in Australia si è arreso al terzo turno a Tsitsipas, al recente Roland Garros al primo al forte uzbeko Karimov.

Corrado Summaria (08/02/1998): a febbraio ha raggiunto il suo best ranking alla posizione numero 36 delle classifiche junior, ora è sceso fino alla posizione numero 77, ma gravita ancora bene tra i migliori 100 al mondo. Il risultato migliore dell’anno lo ha ottenuto a febbraio con la finale nel G2 in Argentina. Poi semifinale nel G2 di Prato e quarti di finale nel G2 di Salsomaggiore. Ha partecipato agli Australian Open perdendo al primo turno con l’australiano De Minaur, al Roland Garros è stato bravo a superare il primo turno di qualificazione con l’argentino Jalif, ma ha poi perso il match decisivo per entrare nel main draw contro lo spagnolo Davidovich Fokina.

Riccardo Balzerani (25/10/1998): è l’italiano che sta andando più avanti al Roland Garros, ha superato le qualificazioni battendo prima il britannico Gray e poi il francese Dussin. Al primo turno ha superato il polacco Matusezewski. E’ tra gli italiani che è migliorato di più in termini di classifica, avendo chiuso lo scorso anno al numero 179 del ranking, fino ad arrivare a fine marzo al numero 76. Ora è in posizione numero 94. Dopo il Roland Garros dovrebbe arrivare al best ranking. Il risultato più significativo dell’anno è stata la vittoria al G2 di Firenze a marzo. Agli Australian Open ha superato il primo turno di qualificazioni, ma non quello decisivo, sconfitto dall’ungherese Piros. Un infortunio in primavera ha rallentato la sua crescita. Entrato per il rotto della cuffia alle qualificazioni del Roland Garros, come detto si è comportato molto bene nel secondo Slam stagionale.

Enrico Dalla Valle (21/03/1998): anche per lui buon inizio del 2016 con nessuna vittoria ma tanti piazzamenti significativi nei tornei dei primi cinque mesi dell’anno. In particolare ha raggiunto la finale di Cap D’Ail in Francia e la settimana successiva anche nell’Open D’Istres sempre in Francia, entrambi di grado 2. Nei tornei italiani, semifinali a Firenze e quarti di finale a Prato. Attualmente è al numero 90 del ranking ITF Junior.

Andrea Guerrieri (03/12/1998): alternando attività pro con quella junior Andrea è arrivato la scorsa settimana al best ranking al numero 104 delle classifiche che dovrebbe essere sufficiente per entrare a Wimbledon Junior. Ad aprile ha vinto la “Plovdiv Cup” in Bulgaria di grado 2, poi ha fatto i quarti di finale a Firenze.

Jacopo Berrettini (27/11/1998): il risultato più importante lo ha ottenuto nell’importante torneo di Santa Croce di grado 1, dove ha raggiunto la finale. Buon doppista, in coppia con Andrea Guerrieri ha vinto a Salsomaggiore e ha fatto finale sia al Perin Memorial in Croazia, che a Cap D’Ail in Francia. Attualmente è al numero 123 del mondo.

Luca Prevosto (09/09/1998): attualmente è al numero 139 del ranking, molto vicino al best, 133, raggiunto a inizio maggio. Ha ottenuto discreti risultati nei tornei junior della primavera, in particolare ha fatto semifinali al Perin in Croazia (grado 1) e sempre semifinali nei grado 2 di Cap D’Ail in Francia e di Salsomaggiore. Quarti di finale a Firenze e Prato.

Andres Gabriel Ciurletti (04/01/1998): dopo i buoni risultati dello scorso anno che lo avevano portato fino alla posizione numero 72 del ranking raggiunta nella prima settimana dell’anno, in questa stagione non ha saputo ripetersi ed è sceso fino alla attuale posizione numero 166 delle classifiche. Al massimo è riuscito a raggiungere il secondo turno al Bonfiglio e al torneo di Porto Alegre in Brasile (entrambi di grado A). Ha partecipato anche agli Australian Open, dove ha superato le qualificazioni, ma poi è stato sfortunato nel sorteggio e ha perso al primo turno con il canadese Felix Auger-Aliassime.

Samuele Ramazzotti (27/02/1999): anche per lui best ranking a inizio anno con la posizione numero 70, poi è stato superato in classifica da molti ragazzi e ora si trova al numero 156. Il risultato più importante dell’anno è stato raggiunto in Croazia a marzo con la semifinale dell’importante grado 1.

Federico Iannacone (26/03/1999): ha iniziato l’anno molto bene con la vittoria nel grado 4 in Serbia a gennaio, poi con la finale nel grado 5 in Grecia sempre a gennaio e la finale nel grado 2 in Cile a febbraio. In primavera invece non è riuscito a ripetere gli stessi risultati. Attualmente è al numero 186 del ranking.

Giovanni Fonio (07/05/1998): ha partecipato agli Australian Open, perdendo al secondo turno di qualificazioni dall’australiano Vuradin. A gennaio in una prova in Australia in preparazione agli Aus Open aveva raggiunto i quarti di finale in un torneo G1. E’ il risultato più importante del 2016, di questo ragazzo che attualmente è alla posizione numero 210 del ranking, dopo che a fine gennaio era arrivato al numero 138.

Mattia Frinzi (31/08/1999): grandi progressi per Mattia che aveva chiuso lo scorso anno al numero 729 e ora è arrivato fino al 213, dopo aver sfiorato a marzo la top 200 fermandosi al 205. La finale al G2 di Firenze è il risultato più importante dell’anno.

Alessandro Coppini (01/05)/1998), Francesco Forti (26/07/1999), Mattia Bedolo (10/11/1998) gravitano tra la posizione numero 250 e la 350 del ranking

Per trovare i migliori italiani nati dal 2000 in poi bisogna arrivare fino alla posizione numero 574 del ranking ITF Junior. Molti di questi ragazzi però stanno facendo solo tornei del circuito Tennis Europe. Vediamo quali sono i migliori sedicenni e quindicenni italiani.

Riccardo Perin (16/01/2000), Gabriele Bosio (25/12/2000) e Federico Arnaboldi (18/06/2000) sono stati i protagonisti del terzo posto finale dell’Italia alla Winter Cup under 16 disputata a febbraio. Tutti e tre hanno iniziato dallo scorso anno ad alternare tornei Tennis Europe under 16 con ITF Junior under 18. Tra i risultati più interessanti segnaliamo la finale di Bosio all’under 18 grado 4 in Svezia e la vittoria di Arnaboldi nel grado 5 under 18 in Albania. Tra i ragazzi del 2000 che stanno facendo tornei under 18 ricordiamo anche Riccardo Di Nocera (11/05/2000) che ha vinto il grado 5 junior in Albania a febbraio,

Giocano ancora quasi esclusivamente tornei ETA invece Filippo Speziali (24/04/2000), numero 30 delle classifiche under 16, che ha ottenuto una serie di semifinali e si era ben comportato in tutto il finale della scorsa stagione, Laurentiu Junior Boici (01/03/2000), numero 54 del ranking under 16, è stato finalista al Pecin Memorial, in Serbia ad aprile, Nicolò Zampoli (05/01/2000), numero 104 del ranking, finalista in Repubblica Ceca a marzo, Davide Tortora (22/09/2000), finalista in Croazia ad Aprile, ma soprattutto recente vincitore del torno di Biella che gli ha permesso di raggiungere il numero 62 delle classifiche under 16.

Tra gli italiani nati nel 2001 e 2002 invece ci sono parecchi ragazzi che hanno ottenuti significatici risultati nei tornei del circuito European Tennis Association, vediamo i più bravi.

Giulio Zeppieri (07/12/2001): è tra i migliori in Europa della sua età, attualmente al numero 6 delle classifiche ETA, il migliore in assoluto tra quelli nati nel 2001. Quest’anno ha già vinto i tornei di Rotterdam, Antalya e Torello (Spagna), oltre alla vittoria in doppio a Zoetermeer in Olanda.

Filippo Moroni (01/02/2001): vincitore con Zampoli in doppio del torneo di Taverne, ha fatto i quarti di finale in singolare sempre a Taverne e a Rijeka in Croazia, è attualmente al numero 175 delle classifiche under 16, considerando ovviamente anche quelli che hanno un anno in più.

Emiliano Maggioli (30/04/2001): grande protagonista del torneo di Rijeka ad aprile, dove partendo dalle qualificazioni ha vinto a sorpresa il torneo.

Lorenzo Rottoli (19/02/2002): numero 7 delle classifiche under 14 e numero 60 in quelle under 16 ha dimostrato di poter vincere anche con ragazzi più grandi di lui con la recente semifinale raggiunta nell’under 16 di Biella, torneo in cui ha vinto il doppio. Protagonista della squadra nazionale che ha vinto la Winter Cup a febbraio assieme a Musetti e Tabacco, ha anche raggiunto la finale a marzo in Portogallo nell’under 14 di categoria 1.

Lorenzo Musetti (03/03/2002): vincitore del torneo in Portogallo in cui ha battuto Rottoli in finale e protagonista della vittoria in Winter Cup, è al numero 33 delle classifiche TE under 14.

Fausto Tabacco (13/05/2002): è il terzo componente della squadra vincitrice nella rassegna continentale di febbraio, vanta anche la finale del torneo di Brindisi a fine aprile. Numero 40 del ranking under 14.

Mattia Bernardi (18/03/2002): semifinalista a Pavia, torneo in cui ha vinto il doppio in coppia con Riccardo Trione, semifinalista anche in Slovacchia nel grado 2 di aprile e semifinalista anche nel G2 in Estonia a gennaio, è attualmente al numero 43 del ranking.

Biagio Gramaticopolo (01/04/2002): protagonista delle vittorie nel G2 di Pavia e del G3 di Heraklion in Grecia, è al numero 78 del ranking.

Chiudiamo la rassegna dei nostri ragazzi con il più giovane di tutti, Luca Nardi (06/08/2003), nonostante la giovanissima età è già stato capace di vincere il torneo di Brindisi sia in singolo che in doppio e di fare semifinale in quello di Correggio, dove ha vinto in doppio in coppia con Alessio Tramontin, altro ragazzo del 2003. Grazie a questi successi è già balzato al numero 41 del ranking.

© riproduzione riservata

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *