Winter Cup: Brivido per la Russia, Gran Bretagna facile.

di - 20 Febbraio 2015

herman

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Louis Herman, protagonista inaspettato dell’unica vittoria di giornata del Belgio sui russi)

di Luca Fiorino (@LucaFiorino24)

Si è da poco conclusa la prima giornata di tennis al Ct Correggio ove oggi si sono svolti i quarti di finale della Winter Cup categoria under 14 maschile. Uno degli aspetti più sorprendenti e che è sin da subito è balzato agli occhi di tutti è risultato essere la fisicità dei ragazzi in gara. Al contrario degli scorsi anni infatti, è stato curioso notare come la maggior parte dei giovani possedesse un fisico minuto abbinato però ad una tecnica ed una sensibilità fuori dall’ordinario. Altro dato da sottolineare in questa giornata d’esordio e confermata anche dagli addetti ai lavori, è la grandissima sportività mostrata in campo da tutte le nazioni presenti nella manifestazione. Passiamo al resoconto dei match odierni.

La prima vittoria è arrivata dalla Gran Bretagna che si è sbarazzata con un comodo 3-0 della Spagna. Punteggi piuttosto netti quelli rifilati agli iberici dalla testa di serie numero tre del torneo . Nel primo incontro odierno sul campo 3 infatti, Jacob Fearnley ha impartito un sonoro 6-1 6-2 in un’ora e 20 minuti allo spagnolo Pedro Vives Marcos. Non meno roboante è stata la vittoria di Jack Draper, giocatore di maggior spicco dei britannici, già presente nella scorsa edizione e numero due del ranking europeo che ha trionfato in appena un’ora in due set, 6-3- 6-0 sul numero sette d’Europa, Nicolas Alvarez Varona. Solo una formalità poi il doppio che ha visto ancora  una volta vittoriosi i britannici ma in tre set e guidati dalla coppia Jacob Fearnley/ Harry Wendelken.

Rispetta il pronostico anche la squadra campione in carica, la Germania capitanata da Hans-Peter Born. Anche in questo caso il risultato non ammette discussioni, vincono infatti 3-0 i teutonici. Nel primo singolare, dopo un primo set combattuto e conclusosi al tie break, Fynn Kuenkler vince comodamente il secondo parziale per 6-1 e si aggiudica il primo punto. Il secondo match vede il numero 16 del ranking europeo Duje Ajdukovic affrontare Nino Ehrenschneider, in un incontro che si aspetta più che equilibrato. Le attese non vengono tradite, è la partita più lunga della giornata, 2 ore e 38 minuti di pura battaglia sportiva. Il primo parziale lo conquista il tedesco al tie break, il secondo finisce sempre al tie break ma questa volta è a favore di Ajdukovic. Il croato sembra però non averne più fisicamente e il terzo set è una mera esecuzione, 6-0 a favore della squadra testa di serie numero 4 della manifestazione. Il doppio non ha dunque più alcuna rilevanza ai fini del risultato ma a spuntarla è ancora una volta la squadra tedesca che, complice anche il morale a terra dei croati, si impone con il duo Fynn Kuenkler/Nic Wiedenhorn col punteggio di 6-2 6-2.

Molto più combattuta ed equilibrata a differenza di quanto si potesse prevedere la sfida tra la Russia ed il Belgio. La squadra arrivata seconda nel girone B di qualificazione in cui i nostri azzurri non sono riusciti a qualificarsi, ha infatti incredibilmente conquistato il primo match di singolare con l’ottimo Louis Herman. Il mancino belga si è imposto infatti 6-0 7-5 su Danil Spasibo, numero 14 del ranking europeo in 1 ora e 20 minuti. A quel punto toccava alla star della compagine dell’est, Timofey Skatov riequilibrare il risultato contro il giocatore di punta della squadra capitanata da Reginald Willems, Gauthier Onclin. Match non propriamente semplicissimo ma conclusosi 6-3 6-3 in favore del tennista russo, numero 1 d’Europa. Il passaggio alle semifinali passa a questo punto dal risultato del doppio. Incontro avvincente e ricco di emozioni quello che ha sancito la vittoria in tre set della coppia russa guidata da Timofey Skatov e Rail Ibragimov. Impresa sfiorata dunque dal team belga che potrà comunque ritenersi soddisfatta per il gioco espresso contro la squadra sulla carta maggiormente candidata alla vittoria finale.

Sul campo numero due si è assistito invece all’unica testa di serie uscita sconfitta da questi quarti di finale, la Repubblica Ceca. I ragazzi di Jiri Kulich nulla hanno potuto contro i transalpini, capaci di estromettere a sorpresa nelle qualificazioni la quotata Romania. Dopo essere passata in vantaggio nel primo match di singolare con Baptiste Anselmo, la squadra capitanata da Philippe Robin è stata raggiunta nel secondo incontro dal top ten europeo, Jonas Forejtek. A decidere le sorti di questa sfida ancora una volta è il doppio. Maggiormente portati in questa disciplina, il duo transalpino Raphael Bonnet Flores/Adrien Gobat ha trionfato sui cechi col punteggio di 6-4 6-4. Semifinali agguantate e grande soddisfazione in casa Francia.

Domani si riparte dalle ore 9:00 con le semifinali di consolazione tra Belgio e Spagna e tra Croazia e Repubblica Ceca. Non prima delle ore 11:00 si disputeranno le semifinali che vedranno Russia e Gran Bretagna affrontarsi sul campo numero 1 e Germania e Francia opposte sul campo numero 2. Lo spettacolo è garantito, domani conosceremo finalmente le squadre che raggiungeranno la tanto agognata finale di questa edizione 2015 della Winter Cup.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *