6 Nations Cup: Italia vicina alla vittoria

di - 13 Settembre 2013


(Julian Ocleppo – Foto Marco Mazzoni)

di Marco Mazzoni

Italia ancora sugli scudi nella seconda giornata della “6 Nations Tennis Cup”, in corso di svolgimento presso le Pleiadi di Moncalieri (TO). I nostri under 16, guidati in campo da Stefano Pescosolido, hanno vinto entrambe le sfide che li vedevano opposti alla Spagna in mattinata e alla Bosnia nel pomeriggio, restando da soli imbattuti nella competizione con 4 vittorie. Domani mattina i nostri ragazzi affronteranno l’Ucraina in un match che sarà decisivo per il successo finale nella manifestazione. Proprio il team ucraino ha perso oggi l’ultimo match di giornata, il doppio misto, contro gli spagnoli per 7 punti a 4 nel tiebreak decisivo, a chiudere una partita intensa, ricca di elettricità in campo e che ha regalato agli iberici il successo nella sfida per 3 a 2. In caso di successo dell’Ucraina infatti anche i ragazzi trainati dal talentuoso Denjs Klok avrebbero chiuso la seconda giornata a punteggio pieno a pari merito con l’Italia.

Gli azzurrini a differenza della prima giornata hanno vinto dei match molto più sofferti, a partire dalla sfida contro la Spagna, finita per 3 a 2. Bravissime Silvia Chinellato e Francesca Brancato a portare a casa i due punti in singolare, con un tennis migliore delle rivali, mentre Stefano Reitano ha perso una battaglia tremenda contro Bernabe Zapata Miralles, terminata 8 a 6 per l’iberico al tiebreak conclusivo. Vista la sconfitta di Julian Ocleppo in due set contro Jorge Lopez Perez-Fuster (giocatore estremamente interessante come “testa tennistica” oltre che per colpi molto moderni), decisivo è stato il doppio misto, in cui la coppia Ocleppo – Chinellato ha strappato il punto della vittoria per 57 63 7 a 3 nel tiebreak, giocato ad altissima tensione ma con alcuni scambi molto belli.

Nel pomeriggio azzurri di nuovo in campo contro la Bosnia. Ancora dominanti le nostre ragazze: la Chinellato con il suo gioco solido in spinta ha domato il temibile gancio mancino (e grugniti ad altissimo volume…) della n.1 bosniaca Djordan, lasciandole solo 3 games, mentre la Brancato ha pressato Lejla Colic dalla prima all’ultima palla, vincendo con un doppio 62 Altre due battaglie invece tra i maschi. Julian Ocleppo ha incantato a tratti con il suo tennis elegante e ricco di soluzioni vincenti, ma alla fine ha ceduto alla maggior consistenza ed al dritto possente di Sanin Zukic; un peccato perché il figlio di Gianni (presente tra gli spettatori) ha condotto buona parte del match e dimostrato maggiori qualità tecniche. Match intenso e lottato fino all’ultima palla anche per Stefano Reitano, che l’ha spuntata per 7 a 5 nel tiebreak decisivo contro Marino Alpeza, trovando ottime soluzioni con il suo preciso rovescio bimane. Il doppio misto ha regalato il punto del 4 a 1 finale.

Tra le altre sfide, una delle più intense è stata quella tra Ucraina e Croazia, terminata 3 a 2 per gli Ucraini, grazie alla maggior potenza dei n.1 Denjs Klok e Anastasija Fedoryshyn, dotata quest’ultima di colpi anticipati molto interessanti ed un agonismo da giocatrice vera.

Domani mattina con inizio alle ore 9 (ingresso libero per il pubblico) il match da seguire sarà quindi Italia contro Ucraina, con il programma che vedrà in campo Julian Ocleppo vs Denjs Klok, Stefano Reitano vs Mykyta Mashtakov, Francesca Brancato vs Anastasija Fedoryshyn e Silvia Chinellato opposta a Kateryna Rybtseva, prima del doppio misto conclusivo. Le altre sfide saranno Serbia vs Spagna e Bosnia vs Croazia.

Vi ricordiamo che potete seguire l’andamento della “6 Nations Tennis Cup” 2013 attraverso il sito ufficiale www.ertpitalia.com/ dove trovate il link per il Live Score dei vari incontri, e soprattutto il Live Streaming dai campi di gioco. Seguite anche la pagina Facebook Sixnations Tenniscup, con foto e aggiornamenti in diretta per tutta la durata della manifestazione, che si concluderà sabato mattina con gli ultimi decisivi incontri.

© riproduzione riservata

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *