ATP Challenger San Benedetto del Tronto: Mager e Travaglia ok, Gaio torna al successo

di - 18 Luglio 2017

La San Benedetto Tennis Cup 2017 ha visto l’esordio odierno del campione in carica Federico Gaio, al quale probabilmente l’aria di mare deve far bene, dato che è tornato ad un convincente successo contro il francese Janvier. Testa di serie numero 8 del torneo marchigiano, Gaio ha giocato un match che è girato su pochi punti, con un primo set in cui ha servito benissimo, non eccezionale però in risposta, con un unico neo nel decimo gioco costato il primo parziale. Gaio ha avvertito il colpo ed è partito malissimo nel secondo set, regalando 3 palle del break immediato al rivale che però non le ha sfruttate e pian piano ha cominciato a perdere un filo di sicurezza: break dell’azzurro al quarto gioco che risulterà decisivo, insieme all’unica palla break salvata da Gaio nel secondo parziale grazie ad un ace provvidenziale. Nel terzo set bravissimo Gaio a servire bene nei momenti cruciali e a sfruttare l’unica occasione sul 5 pari, brekkando il francese e poi andando con autorità a chiudere il match. Nel secondo turno Gaio affronterà l’argentino Federico Coria che ha battuto in due set Gonzalo Escobar.

Purtroppo piccolo infortunio per Salvo Caruso, costretto a rinunciare anche al doppio, che ha lasciato strada ritirandosi nel primo set al portoghese Pedro Sousa, atteso nel turno successivo dallo spagnolo Javier Marti, vittorioso al terzo set con il francese Michon. Speriamo che per il siciliano non sia in dubbio la partecipazione al Challenger di Cortina, proprio ora che ha raggiunto il suo best ranking al numero 173 ATP.

Prestazione sottotono di Andrea Pellegrino, battuto in due set veloci dalla testa di serie numero 5 del tabellone Roberto Carballes Baena: Andrea è in una fase delicata, perché sta affrontando avversari già pronti a questi livelli e quindi deve accettare di fare esperienza, anche pagandola cara come in questa occasione. La crescita passa da qui. Ricordiamo ancora come fosse ieri quando il portoghese Gonçalo Oliveira girava la penisola col camper e il papà Abilio non superando nemmeno un turno di quali. Oggi è 200 del mondo e nei tabelloni ci entra direttamente. Al di là delle disquisizioni tattiche Andrea deve trovare dentro di sé la forza di guardare avanti, giocando partita per partita. Prossima tappa da decidere, se Cortina in Challenger o Pontedera Futures. Per lo spagnolo Carballes ci sarà il francese Bonzi.

Buona prova di Luca Vanni che ha faticato per superare la resistenza di un Adelchi Virgili apparso in gran forma ed indomito guerriero: Vanni ha portato a casa il successo in virtù di un servizio superiore che ha funzionato nei momenti chiave del match, ma Virgili ha deliziato il formidabile pubblico marchigiano del TC Maggioni. Vanni-Hernandez Fernandez al secondo turno, occasione buona per il toscano. Per Virgili prestazione incoraggiante, ora non bisogna fermarsi, Adelchi!

Veramente positiva la prestazione del beniamino di casa Steto Travaglia che ha liquidato un avversario difficile come il tedesco Maden in due set, grazie ad una partenza sprint in entrambi i set. Il tedesco deve fare mea culpa per aver cominciato assai male l’incontro, togliendo a Stefano quella tensione dovuta al pubblico casalingo sempre molto esigente. L’obiettivo tattico di Travaglia era non farsi schiacciare nella diagonale di rovescio, limitando però al contempo gli errori per poi chiudere col diritto quando se ne presentasse l’occasione, e così è andata. Buona performance dell’ascolano anche al servizio. Ora Travaglia ha una buona chance di andare avanti contro lo spagnolo Taberner che ha superato oggi uno spento Giustino, nel periodo poco convincente. Due set a zero per lo spagnolo che è poco falloso e molto intelligente tatticamente.

Molto bene Gianluca Mager, seguito come Pellegrino da Gabrio Castrichella con la supervisione di Umberto Rianna, stasera davvero molto contenti della prestazione sicura e solida del sanremese di stanza a Tirrenia. Mager ha demolito letteralmente l’argentino qualificato Juan Pablo Paz, dominando al servizio in particolar modo e dimostrando una presenza agonistica importante che dimostra, come ci ha anche riferito il Coach Rianna, il lavoro svolto con determinazione durante questi mesi. 34 punti su 39 conquistati al servizio per Mager. Per Gianluca, che proviene dalla conquista del titolo nel Futures di Casinalbo, ora sfida affascinante contro la testa di serie numero 2 del torneo, lo spagnolo Granollers, che oggi ha superato soffrendo l’australiano di origine russa Popyrin, 18enne futuro campione.

Prosegue nel suo cammino e nella striscia di vittorie il serbo Djere, fresco vincitore la scorsa settimana del Challenger di Perugia, che ha battuto dopo una lunga battaglia l’argentino Collarini al terzo set.

Risultati primo turno

[8] F. Gaio b. M. janvier 4-6 6-3 7-5

[6] P. Sousa b. S. Caruso 4-1 rit.

[3/WC] L. Vanni b. [Q] A. Virgili 6-3 7-6

[7] S. Travaglia b. Y. Maden 6-3 6-3

[2] M. Granollers b. [WC] A. Popyrin 6-4 6-4

[5] R. Carballes Baena b. [WC] A. Pellegrino 6-1 6-2

[PR] J. Marti b. A. Michon 6-3 1-6 6-1

Coria b. [Q] G. Escobar 6-4 6-2

[WC] G. Mager b. [Q] J.P. Paz 6-2 6-2

[4/SE] L. Djere b. A. Collarini 5-7 6-3 7-5

Taberner b. L. Giustino 6-3 7-5

Hernandez-Fernandez b. [Q] M. Delic 3-6 6-3 6-2

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *