Bonfiglio: Tutto pronto per le finali

di - 26 Maggio 2013


(Belinda Bencic – Foto Francesco Panunzio)

Milano, sabato 25 maggio – Semifinali fredde e piovose al 54° Trofeo Bonfiglio, con temperature al limite dell’invernale. Ma semifinali che si sono giocate, e già questa è una notizia visto il cielo che ha caratterizzato Milano nelle ultime quarantotto ore. Il serbo Laslo Djere e il tedesco Alexander Zverev si sfideranno per il titolo maschile, mentre tra le donne la svizzera Belinda Bencic attende la russa Darya Kasatkina. E attendere è proprio il verbo giusto, visto che la testa di serie numero 2 non è nemmeno dovuta scendere in campo per il suo match. La russa Elizaveta Kulichkova, già semifinalista al Tc Milano Alberto Bonacossa lo scorso anno, ha lasciato il circolo di Via Arimondi in mattinata senza preavviso né motivazioni plausibili. Tanto che il referto ufficiale parla di “ritiro ingiustificato”. Buon per la stellina svizzera, già vincitrice a Santa Croce una settimana fa. “Complimenti, brava!”, è stato il coretto scherzoso da parte dello staff svizzero alla notizia del passaggio del turno gratuito. Lei ha risposto con un sorriso prima di affacciarsi al campo che vedeva impegnate la russa Kasatkina e l’inglese Dunne. Quest’ultima, dopo essere stata avanti di un set, ha lasciato strada con il punteggio di 4-6 6-2 6-2. In campo maschile, pronostico rispettato per il serbo Laslo Djere, vincitore dell’Orange Bowl di Miami e finalista all’Eddie Herr International (due dei più importanti tornei giovanili al mondo). Djere ha superato un’altra grande promessa, il francesino di colore Maxime Hamou, dopo un primo set molto lottato (7-6) e un secondo set a senso unico. La semifinale più tirata è stata quella che ha visto di fronte Zverev e il cileno Nunez.

 

Ormai non è più una sorpresa ma una realtà in piena regola: Alexander Zverev si è guadagnato la finale sconfiggendo il cileno Guillermo Nunez per 7-6(3) 6-3. Il giocatore sudamericano ha tentato di spezzare il ritmo del tedesco con back taglienti e palle corte, ma il fratello del pro Mischa (ex Top 50 Atp) ha sempre mantenuto il comando degli scambi. Un match teso e a tratti nervoso: il primo set si è deciso al tie-break, nel quale il sedicenne tedesco ha preso subito il largo portandosi sul 5-1 per poi chiudere agevolmente. Nel secondo set la svolta è arrivata già nel terzo gioco quando Nunez ha perso la battuta e Alexander, in tabellone con una wild card, è stato bravo e fortunato a confermare immediatamente il vantaggio. Sotto per 5-3, il sudamericano è crollato spianando la strada a Zverev e lasciando aperta la sua possibilità di diventare il più giovane di sempre a sollevare il Trofeo Bonfiglio a soli 16 anni e 36 giorni (contro i 16 e 117 giorni di Gianluigi Quinzi). Domani la finale del singolare maschile a partire dalle ore 12.00, mentre a seguire andrà in scena il match clou del singolare femminile. A chiusura della giornata, si concluderà anche la gara di doppio maschile, con i tedeschi Wagner e Haerteis da una parte della rete e (ancora) Zverev e il russo Rublev dall’altra.

 

BONFIGLIO NETWORK – È possibile seguire la 54esima edizione del Trofeo Bonfiglio sul sito internet del club (www.tcmbonacossa.it), tramite il live score Tennis Touch (www.tennistouch.net) e sui profili ufficiali della manifestazione su Facebook e Twitter.

TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA

Singolare maschile semifinale

A. Zverev [16] (GER) b. G. Nunez [12] (CHI) 7-6(3) 6-3, L. Djere [3] (SRB) b. M. Hamou [14] (FRA) 7-6(4) 6-1.

Singolare femminile semifinale – D. Kasatkina [15] (RUS) b. K. Dunne [12] (GBR) 4-6 6-2 6-2, B. Bencic [2] (SUI) b. E. Kulichkova rit.

Doppio maschile Semifinali – J. Haerteis/ H. Wagner b. S. Kozlov/N. Rubin 6-3 6-2, A. Rublev/A. Zverev b. L. Djere/Y. Nishioka 3-6 7-6 10-5.

Doppio femminile Semifinali – K. Okamura/X. You b. K. Ip/Y. Wang 6-2 3-6 13-11, F. Ferro/ M. Yerolymos b. A. Kalinina/ M. Marfutina 5-7 6-4 10-5. Finale: F. Ferro (FRA)/M. Yerolymos (FRA) b. K. Okamura (JPN)/X. You (CHN) 6-2 4-6 10-6.

 

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *