Challenger Biella: Cecchinato e Volandri i più attesi

di - 7 Settembre 2014

Marco Cecchinato

La prima giornata del Pulcra Lachiter Challenger, torneo inserito nell’Atp Tour con montepremi da 42.500 euro, primo Memorial Luca Rosazza sembrava favorevole alle teste di serie impegnate nel turno inaugurale del tabellone di qualificazione. A sparigliare le cose ci ha pensato Lorenzo Sonego, capace di recuperare dopo aver perso 6-1 il primo set e di mandare a casa la tds numero 6 Adelchi Virgili (847 Atp) con il punteggio di 1-6, 7-5, 6-1.

Intanto i «big» della racchetta sono approdati ai Faggi trovando una giornata splendida. Tra i più attesi al circolo per questa edizione del Challenger c’è il trentatreenne Filippo Volandri, già a segno in città nel 2000 (6-3, 6-2 su Gumy) e poi capace di ottenere il bis nella decima edizione, quella del 2003, quando il livornese si trovò sotto 6-2, 5-2 con Jose Acasuso, ma riuscì a trovare le energie per ribaltare un risultato in cui pochi avrebbero scommesso.

Il terzo favorito della vigilia è Marco Cecchinato. Il palermitano, numero 160 (a giugno ha raggiunto l suo best in 134° posizione) troverà un qualificato ed è reduce dal ko nel Challenger Genova, sconfitto nei quarti dal tedesco Beck per 7-5, 6-3.«E’ un ottimo giocatore, mancino, cosa che mi da molto fastidio, considerando che soffro di più se mi attaccano sul rovescio. Ha più esperienza e il suo livello al momento è più alto».

Cecchinato ha iniziato la stagione con due successi nei Futures di Santa Margherita di Pula; mentre a livello Challenger ha raggiunto le semifinali di Vercelli (ko con Delic, quando fu costretto al ritiro), Roma (battuto 6-4 al terzo da Reister) e Milano (6-3, 6-3 da Ramos-Vinolas), oltre alla finale di Mestre, stoppato da Pablo Cuevas (4-6, 6-4, 2-6 lo score). «Non era facile giocare tutta l’anno ad un certo livello, ma ho giocato sempre alla pari con tutti, battendo tre top cento. Spero di finire bene l’anno e risalire un po’: penso di poter fare ancora tanto. Devo migliorare l’atteggiamento in campo, stare un po’ più calmo. Anche col servizio devo imparare a fare più male. In queste ultime settimane ho ritrovato buone sensazioni e spero di fare bene».

Domenica il programma prevede l’ultimo turno delle qualificazioni con la disputa di quattro match. Si parte alle 11 con le sfide tra Rondoni-Ciric e Galovic-Jahn.

 

 

RISULTATI PRIMO TURNO DI QUALIFICAZIONE

 

P Rondoni (ITA) b. [WC] M Pivotto (ITA) 6-1, 6-1

B Balleret (MON) b. D Geib (AUT) 6-0, 6-3

[WC] L Sonego (ITA) b. A Virgili (ITA) 1-6, 7-5, 6-1

J Jahn (GER) b. [WC] G Crupi (ITA) 6-1, 6-0

V Galovic (CRO) b. [WC] Au. Virgili (ITA) 3-6, 6-4, 6-2

M Chazal (FRA) b. [WC] P Dagnino (ITA) 6-2, 6-2

N Ciric (SRB) b. E Becuzzi (ITA) 6-3, 6-1

L Frigerio (ITA) b. M Volante (ITA) 6-4, 7-6 (7)

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *