ITF: Prima finale per Martina Colmegna

di - 26 Marzo 2014


(Martina Colmegna)

di Giacomo Bertolini

GRACE MIN INFIAMMA INNISBROOK, OK COLMEGNA E BARBIERI

Innisbrook (25.000$ U.S.A.): Ennesima ripartenza per la baby promessa a stelle e strisce Grace Min, con la cui vittoria apriamo questa settimana il resoconto Future 17-23 marzo. Vola infatti la 19enne di Atlanta nel 25.000 dollari di Innisbrook (terra), che vedeva la promettente tennista americana partire come outsider. Torneo brillante per l’attuale numero 183 Wta, molto solida fino alla finale, vinta con un perentorio 75 60 ai danni della connazionale Nicole Gibbs. Per la Min, a secco da due anni nel circuito cadetto, trattasi del quarto colpo in carriera. Tra le azzurre conferme importanti da Gioia Barbieri, fermata in semifinale dalla Min ma vincitrice in doppio in coppia con la statunitense Cohen.

Le Havre (10.000$ Francia): Si arrende in finale ma resta comunque un torneo da applausi quello disputato sulla terra di Le Havre dalla nostra promessa Martina Colmegna, giovane in rampa di lancio classe 1996 arrivata ad un passo dal primo centro in carriera. Settimana esaltante per l’azzurra che, da autentica mina vagante partita dalle quali, sfiora l’impresa sui campi dell’Itf francese, dove ad imporsi però è la spagnola Ivonne Cavalle-Reimers. Per la tennista iberica classe 1992, vittoria in rimonta per 26 64 63 e terzo titolo della carriera.

Santa Margherita di Pula (10.000$ Italia): Incursione sarda adesso per il classico 10k su terra di Santa Margherita di Pula che, questa settimana, ha visto tornare a sorridere l’esperta slovena Masa Zec-Peskiric, 27enne di Jesenice scivolata al numero 263 Wta. Poco da dire sul torneo della Zec che, da numero 1 del seeding, non lascia scampo alla concorrenza, arrivando, senza cedere neppure un set, al 14esimo acuto in carriera. In finale concreta vittoria per 64 64 sull’ucraina Sofiya Kovalets(2). Le italiane: agrodolce esito per le azzurre al via, si salva solo Martina Caregaro out in semifinale.

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Dall’Italia all’Egitto per un altro appuntamento immancabile del calendario Itf, il 10k su cemento di Sharm, vinto questa volta dall’inglese Naomi Broady. Torneo proforma per la prima della lista che, ad occhi chiusi, porta a 5 il conto dei titoli vinti in carriera, interropendo così un digiuno che ormai durava da ben 5 stagioni. Per la 24enne britannica numero 224 del ranking, vittoria per 62 3-0 ritiro in finale sulla russa Diatchenko. Tra le italiane ai nastri di partenza bene la Savoretti estromessa solo in semi.

Altri tornei: la belga Mertens fa sul serio… espugnata anche Ponta Delgada!

Ponta Delgada (10.000$ Portogallo): Chiusura nel segno del Portogallo e soprattutto nel segno della belga Elise Mertens che, dopo l’ottimo 2013, torna a dare segnali più che incoraggianti anche in questa stagione, sbancando in singolo e in doppio il 10k su cemento di Ponta Delgada. Torneo dominato dalla 18enne di Leuven, bravissima in finale a far fuori la beniamina di casa Barbara Luz(2), ko 62 64. Per la Mertens, pronta a sfondare il muro delle top 500, trattasi della quinta perla complessiva. Tra le azzurre secondo turno per la giovane Rosatello.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: GRACE MIN
MIGLIOR AZZURRA: MARTINA COLMEGNA

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *