Kikimo Date, altro record!

di - 5 Dicembre 2012

di Giacomo Bertolini

KIMIKO, ALTRO RECORD! DUBAI SI INCHINA ALLA 42ENNE DATE

Dubai (75.000$ E.A.U.): Chiude il cerchio nel migliore dei modi l’instancabile veterana Kimiko Date-Krumm che, dopo aver vinto uno dei primissimi tornei del 2012, torna a colpire a fine stagione nella ricca cornice di Dubai, cemento.
Nuovo trionfo da record per la 42enne nipponica che, desiderosa di chiudere l’anno tra le 100, trova l’ennesima settimana impeccabile nel torneo più importante della serie, andando così ad acciuffare in extremis la posizione numero 99 Wta.
Per la Date, partita come ottava testa di serie, cammino convincente e impressionante, con la giapponese capace di sgambettare in finale anche la lanciatissima kazaka Yulia Putintseva che, nonostante i 25 anni di differenza, è costretta a cedere sulla distanza per 61 36 64.
All’ex numero 4 del mondo originaria di Kyoto va così il nono centro Itf in carriera, terzo stagionale.
Le italiane: fuori all’esordio l’unica iscritta Maria Elena Camerin, vincitrice poi in doppio con la Dushevina.

Santiago (25.000$ Cile): Sorpresa brasiliana nel 25k cileno di Santiago dove, contro pronostico, a fare bottino pieno è stata la 22enne di San Paolo Paula Cristina Goncalves, autrice di un torneo perfetto sebbene non figurasse tra le prime teste di serie.
Settimana da ricordare per l’attuale numero 383 al mondo che, per nulla sazia delle ottime vittorie nei turni d’esordio, va a rovinare anche i progetti in finale alla strafavorita statunitense Julia Cohen(1), ko dopo un primo set dominato per 06 63 64.
Secondo titolo in carriera per la Goncalves, azzurre assenti sulla terra di Santiago.

Bangkok (10.000$ Thailandia): Prosegue con il torneo thailandese di Bangkok l’analisi dei tornei Itf della passata settimana, caratterizzata da un dominio pressochè assolute delle tenniste asiatiche, scatenate nei tornei di casa e non solo.
Non fa eccezione il 10k di Bangkok che, senza alcun problema, finisce nelle mani della prima del seeding Qiang Wang, 20enne di Tian Jing numero 195 Wta.
Tutto facile per la tennista cinese che, senza lasciare per strada neppure un set, si regala la terza gioia del suo brillante 2012, la quarta in carriera, travolgendo in finale la raprresentante locale Nungnadda Wannasuk(5), out 62 61.
Le italiane: Linda Mair, unica iscritta, stecca al primo turno.

Jakarta (10.000$ Indonesia): E continua il boom delle asiatiche anche in Indonesia dove, nel torneo della capitale Jakarta, vola la speranza di Taipei classe 1992 Ting-Fei Juan, regina sul cemento indonesiano da quinta testa di serie.
Buon sussulto per la Juan che, arretrata fuori dalle prime 600 al mondo, ritrova i giusti stimoli nel torneo cadetto, vinto al termine di una rapida battaglia in finale con la connazionale Ching-Wen Hsu, regolata nel derby 63 62.
Secondo sigillo complessivo per la Juan, italiane non presenti.

Antalya (10.000$ Turchia): Parentesi vincente targata Belgio, invece nel torneo su terra di Antalya, preda di una delle rivelazioni più gradite della settimana, Marie Benoit.
Classe 1995, mancina, appena numero 950 del ranking, la Benoit trova il modo di rompere il ghiaccio nel torneo turco, aggiudicandosi così il primo titolo in assoluto in carriera.
Per la Benoit, subito straordinaria ad eliminare al primo turno la Vasylyeva(2), nuova impresa anche in finale con la sfortunata rumena Ioana Raluca Andrei (alla terza finale persa di fila) ko con un secco 63 62.
Esce al primo turno, completando il disastroso quadro azzurro della settimana, la qualificata Giulia Bruzzone.

Altri tornei della settimana: da Hong Kong per sorprendere, ecco Katherine Ip

Kolkata (10.000$ India): E non poteva non essere che asiatica anche la più grande rivelazione della settimana, scoperta grazie al 10k indiano di Kolkata, cemento.
Brilla infatti, al di là delle più rosee previsioni, la stellina della 15enne promessa di Hong Kong Katherine Ip (nella foto a sinistra), vincitrice del primo titolo della sua carriera sebbene priva di ranking.
Settimana incredibile per la Ip che, dopo un inizio fulminante, va a coronare il suo esaltante percorso in finale dove, galvanizzata dalle precedenti vittorie in due set, mette a segno una rimonta fatale alla padrona di casa Rishika Sunkara(3), beffata 26 63 63.
Nessuna azzurra risultava iscritta a Kolkata.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *