Diario di Bordo da Roma – Day 1 – Una Giornata Surreale

di - 23 Aprile 2010

Campo Centrale

di Alessandro Nizegorodcew

Roma, 23 Aprile 2010 – Dopo le tante discussioni sulle pre-qualificazioni del torneo maschile del Foro Italico, stamattina mi alzo dal letto consapevole che questo mini-torneo non si sarebbe mai disputato. Sin dalle prime ore del mattino infatti, la pioggia inizia incessantemente a cadere sulla capitale…

Disorganizzazione Totale. Arrivo al Foro Italico intorno alle 13.30, quando i match in teoria dovrebbero iniziare. Sono con il fido Nicola Corrente. Primo intoppo: accredito. Dopo circa 30 minuti di attesa, ritiro l’agognato badge (anche quest’anno avrò l’accesso a tutti i campi tranne quello centrale, ma tanto io per il tennis in Italia non faccio nulla no?) e mi dirigo nella zona del bar e della palestra (oggi non ci sono ancora controlli e fanno entrare tutti). Incrocio subito e saluto Alessandro Giannessi e Federico Gaio, seduti su una panchina (al coperto) nei pressi dei campi. Vado a salutare gli arbitri (ai quali non è stato ancora comunicato nemmeno dopo quanti game c’è il cambio palle) e poco più in là c’è il clan Sicilia (Naso, Di Mauro, Aldi e Fabio Rizzo), Vittorio Selmi, Corrado Barazzutti e Flavio Cipolla, che sta scambiando due parole con Adriano Biasella. Capisco che siamo molto lontani dal prendere una decisione e mi dirigo verso il baretto di fronte all’obelisco per mangiare un pezzo di pizza (lì dove stanno pranzando anche Simone Ercoli e Roxana Vaideanu). Scambio due parole con Simone, anche lui piuttosto incredulo sull’organizzazione delle pre-quali.

No News. Non c’è alcuna possibilità di scoprire quali decisioni verranno prese da Palmieri & Co. Si cercheranno dei campi al coperto in terra? Si sorteggeranno 4 wc su 8? Si andrà per classifica? Sceglieranno 4 giocatori tra i più giovani? Nel frattempo Flavio Cipolla è fuori di 2… Cipo mi comunica anche che Lorenzi è stato appena scelto per la quarta wc in tabellone, dato che Fognini è entrato di diritto. In questo modo Flavio è fuori di 1. Flavio non vede l’ora che si cancelli ancora un giocatore per potersi andare ad allenare e quindi a casa.. Sono le 15 circa. Mi vado a prendere un caffè accanto a Berdych e saluto Tommy Fabbiano, seduto con sorriso amaro su un divanetto.. Diciamo che queste per-quali non sono piaciute quasi a nessuno (dico quasi perché uno nel mondo ci sarà, no?)..

Flavio salvato da un francese. Il ritiro dal main draw del francese Monfils garantisce a Flavio un posto di diritto in quali. Flavio, dopo una breve intervista con l’amico Giovanni Di Natale, prende e (più che giustamente) saluti tutti e se ne va. Mentre raccolgo delle ottime impressioni (leggera ironia) sull’organizzazione di queste pre-quali, mi siedo sul divano con Di Mauro e Naso. Si parla un po’ di tennis e un po’ di calcio. Di Mauro ci svela di aver pronosticato (non ha scommesso eh..) 3 mesi fa la Roma vincitrice dello scudetto e il Bayern Monaco trionfatore in Europa. Da buon juventino e anti-interista mi fa notare che “Zero Tituli” per Mourinho e Moratti sarebbe un sogno..

Foro Italico

Si decide alle 16. Da più parti arrivano conferme sul fatto che alle ore 16 si prenderà una decisione sulle wc, dato che è ormai evidente a tutti che oggi non si riuscirà a giocare neanche un punto. Nel frattempo vengo distratto perché mi passa accanto John Isner. Impressionante! Si decide alle 16 dicevamo, no? Alle 17, mentre ormai io, Naso, Di Mauro e Fabio Rizzo stiamo per prendere sonno sui divanetti, arriva la convocazione nell’Ufficio (sotto il nuovo centrale) di Palmieri. Scendo anche io (tanto nessuno controlla oggi) e nei corridoi del Foro incrocio Seppi, Sartori, Fanucci, Baghdatis con Infantino (che voleva assolutamente prenotare due ore di allenamento consecutive ma non gli è stato permesso), Manuel Sanchez (che come due anni fa ha firmato come alternate! Lo ricordate, al primo turno di quali contro Gael Monfils?!), Paolino Lorenzi, Claudio Pistolesi e Miki Berrer, Kohlscriber e Panichi (che mi conferma che Bolelli aveva male il polso già da un mese e durante Barcellona la situazione si è aggravata. Giocherà Roma, ma non al 100%), Hanescu. Saluto Andrei Golubev e cerco di intuire cosa sta accadendo nella riunione (che è iniziata senza Fioravante tra l’altro, che pochi istanti dopo però arriva).

Ecco le Wc. Dopo una ventina di minuti escono i giocatori (in realtà Gaio era uscito ben prima..) e dal volto di Alessio Di Mauro capisco subito che è stato rimandato a casa. La scelta delle wc ricade su Gianluca Naso, Alessandro Giannessi, Federico Gaio e Thomas Fabbiano. Alessio sarebbe stato il migliore per classifica, ma l’anagrafe non è dalla sua parte ed è costretto ad andare a casa (anche se ho intuito che potrebbe tentare all’ultimo le quali a Tunisi). Fioravante e Miccini invece se ne tornano mestamente a casa. Intanto Arnaboldi è fuori di 2 e sono ancora le 17.45… Chissà mai che entri anche il canturino.. Non sarebbe male.. A quel punto decido di tornare finalmente a casa per scrivere il diario surreale di bordo.. Mi manca di fare un salto sul centrale per scattare qualche foto. L’impressione è buona.. Come mi diceva anche Giallo Naso, il pubblico è molto a contatto coi giocatori e sicuramente ai giocatori questo piace molto..

Conclusione. Il torneo di pre-quali è stato un errore madornale. Da alcuni giorni si sa che a Roma oggi avrebbe piovuto tutto il giorno (anche domani mattina è previsto brutto tempo). In più è una soluzione, così come è organizzata, non gradita ai giocatori. In più possono verificarsi episodi come quello di Flavio, che sarebbe sceso in campo quasi sicuro di entrare ugualmente nel tabellone cadetto. L’esperienza (negativa) dell’anno scorso non è servita e speriamo almeno che per il femminile non si inventino qualcosa di ancora più surreale..

© riproduzione riservata

26 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *