ITF: Di Mauro vince, Crepaldi quasi

di - 15 Ottobre 2013

di Giacomo Bertolini

CREPALDI DA FINALE, IVASHKA E GABB SI SBLOCCANO

Leimen (10.000$ Germania): Continua a dare ottimi segnali di ripresa il tennista azzurro Erik Crepaldi(6), finalista sia in singolo che in doppio nel torneo tedesco di Leimen, cemento. Prosegue dunque il momento sì del mancino di Vercelli che, tuttavia, nulla ha potuto contro il ben più esperto Sandro Ehrat(2), un’autentica garanzia nel circuito cadetto. Per il 22enne svizzero, numero 340 Atp e vincitore in finale per 64 63, trattasi del quinto sigillo in carriera.

Sant Cugat (10.000$ Spagna): Torna a volare alto con il suo settimo centro in carriera lo spagnolo Roberto Carballes-Baena, ottima promessa classe 1993 vincitore in casa del 10k su terra di Sant Cugat. Cammino perfetto senza alcun set lasciato per strada dal numero 3 del seeding, abile a travolgere in finale il connazionale Guillermo Olaso(2), battuto in scioltezza 63 63. Per il tennista di Tenerife numero 258 Atp trattasi del primo titolo dell’anno. Tra gli azzurri splendida semifinale per Filippo Baldi, subito a casa Luisi e Mendo.

Shymkent (10.000$ Kazakistan): Dalla Spagna direttamente al Kazakistan per la sorpresa della settimana Ilya Ivashka, bielorusso classe 1994 al primo centro in carriera. Si sblocca nel migliore dei modi il giovane bielorusso che, appena numero 1319 al mondo, si inventa una settimana perfetta sul cemento di Shymkent, conclusa con una finale perfetta e il primo trofeo in assoluto. Nell’atto finale nulla da fare per il favorito ucraino Ivan Anikanov(3), ko 63 75. Italiani assenti.

Marathon (10.000$ Grecia): E prima gioia della carriera anche per il 21enne di Somerset Richard Gabb, tornato vincitore dal 10k greco di Marathon, cemento. Cammino perfetto e quasi sempre gestito con assoluta facilità dall’inglese che rompe meritatamente il ghiaccio contro il padrone di casa Theodoros Angelinos(1), caduto inaspettatamente 76 62. Aria di best ranking nei top 450 per il britannico, tra gli azzurri sorridono i semifinalisti Grassi e Ghedin, vincitori anche in doppio.

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Immancabile come ogni settimana la tappa fissa con il punto da Sharm che, questa volta, è tornato a incoronare un tennista di casa, Sherif Sabry. Grande prestazione nel torneo casalingo per il 27enne di Giza, arrivato agilmente in finale da numero 3 del tabellone e bravo a rimontare nell’atto conclusivo un set di svantaggio al finlandese Micke Kontinen(4), beffato 16 61 64. Per Sabry, numero 458 Atp, quinto acuto “egiziano” della sua carriera. In casa Italia passa un turno solo Capecchi, Borella cede all’esordio.

Altri tornei della settimana: Eterno Di Mauro, si prende Palermo in finale con Naso

Palermo (10.000$ Italia): 36 anni e non sentirli, e così ecco Alessio Di Mauro imporsi nel “suo” torneo di Palermo, 10k su terra rossa che lo vedeva partire come primo favorito del tabellone. Nuovo sensazionale acuto per il sempreverde tennista azzurro che, d’esperienza, si regala, senza perdere neppure un set, il quinto titolo della carriera, il primo del 2013. Per Di Mauro, già vincitore quest’anno del Challenger di San Luis Pototsi e pronto a rientrare nei primi 250, finale vinta per 64 63  con Gianluca Naso(2). Contro ogni logica di sorprese e carta d’identità è Alessio Di Mauro il tennista della settimana di Spazio Tennis. Tra gli altri azzurri semi per Brizzi e Gaio, quarti Eremin, Maccari, Trusendi e Donati; doppio a Trusendi/Vanni.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: ALESSIO DI MAURO (ITA)

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *