ITF: Fabbiano Show, bene Grassi

di - 5 Marzo 2012


(Thomas Fabbiano – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

THOMAS FABBIANO IN TRIONFO A HARLINGEN, ANCORA UNA FINALE PER CLAUDIO GRASSI

Settimana da incorniciare per i colori azzurri che l’hanno fatta da padroni in questa prima sessione di tornei di marzo. Arriva da Harlingen il nono centro in carriera per Thomas Fabbiano che si supera in finale contro il lanciatissimo Polansky. Si ferma solo in finale invece il cammino di Claudio Grassi a Faro, sconfitto con onore dal favorito Sousa. Bene anche Enrico Burzi che a Cartagena, dove si impone Reynett, arriva sino in semifinale. Ennesimo trionfo turco invece per Radu Albot, sempre più sorprendente nel torneo di Antalya, dove centra il settimo trionfo personale. Molto positivo il torneo del giovane Renzo Olivo a Santiago, dove Gaio fa quarti e Quinzi bissa gli ottavi della scorsa settimana partendo dalle qualificazioni. Bis anche per l’indiano Singh tra le mura amiche di Bhopal, il lettone Juska porta a 13 il conto dei trofei vincendo il Futures di Cherkassy.

Harlingen (15.000$ U.S.A.): Super Thomas Fabbiano sul cemento americano di Harlingen! Arriva infatti proprio dal più importante appuntamento settimanale il nuovo successo di un atleta italiano in questo fortunato inizio di stagione. Dopo le belle prestazioni di Grassi, Ghedin e Burzi arriva un altro titolo per i colori azzurri grazie al bellissimo torneo disputato negli Stati Uniti da Thomas Fabbiano, tennista classe 1989 e numero 315 del mondo. Partito da seconda testa di serie e forte della buona semifinale della scorsa settimana a Brownsville, Thomas ha messo in fila, non senza qualche difficoltà iniziale, tutti i suoi avversari presentandosi così all’appuntamento della finale che lo vedeva però sulla carta sfavorito. Finale che però ha registrato un risultato a sorpresa con la prima testa di serie Peter Polansky, lanciatissimo verso il bis dopo il trionfo di Brownsville, costretto a cedere il passo al nostro azzurro per 61 46 63. Per il canadese, che veniva da nove incontri vinti consecutivamente e che non aveva mai perso neanche un set, si tratta di una sconfitta quanto meno inattesa che ha permesso però al nostro Fabbiano di fare suo il nono titolo della carrriera. Successo che oltre a galvanizzare Fabbiano per i successivi appuntamenti gli permetterà tra due settimane di eguagliare il suo best ranking al numero 275 rientrando così tra i primi 300 Atp. Fabbiano era l’unico azzurro presente in tabellone.

Faro (10.000$ Portogallo): E’ grande Italia anche nel Futures europeo di Faro, Portogallo, torneo giocato su cemento. Non si ferma infatti l’ottimo momento di forma nel circuito cadetto per il carrarese Claudio Grassi (nella foto a sinistra), autore di un convincente inizio di 2012. Dopo la fortunata trasferta in Israele torna infatti a siglare una finale il nostro atleta classe 1985 messo ko solo al turno finale dal favorito portoghese Pedro Sousa 64 76. Sconfitta con onore per Grassi che nonostante molti match vinti in tre set lottati nel corso dei turni precedenti, è riuscito ugualmente a giocare alla pari contro il numero 317 al mondo, vincitore anche del titolo di doppio. Per il portoghese di Lisbona classe 1988 si tratta del secondo successo in carriera, Grassi manca invece l’occasione di portare a nove il conto dei trofei vinti complessivamente. Tra gli altri italiani presenti nel main draw Francesco Borgo e il giovanissimo qualificato Riccardo Bonadio (classe 1993) escono al primo turno.

Santiago (10.000$ Cile): Ha destato ancora grande interesse e attenzione l’appuntamento cileno di Santiago (terra rossa) per noi italiani, dal momento che anche in questa circostanza molte giovani promesse, su cui si focalizzano le speranze degli appassionati, prendevano parte al torneo. Inutile nascondere il grande entusiasmo nel rivedere all’opera dopo l’ottimo toreno di sette giorni fa il gioellino azzurro Gianluigi Quinzi, che anche questa ha brillato partendo dalle qualificazioni. Convincenti conferme quindi da Quinzi che bissa gli ottavi della scorsa settimana (battuto al primo turno Alex Theiler 76 76) prima di prendere una comunque costruttiva stesa da Leandro Migani per 60 61. Federici Gaio(2) raggiunge a fatica i quarti prima di andare fuori con Hidalgo(5) 62 62, Alessandro Colella si ferma agli ottavi dopo aver battuto in rimonta Silva. Titolo di singolare al giovane Renzo Olivo, argentino classe 1992 e attuale numero 516 Atp. Per Olivo, al secondo centro in carriera, una vittoria in finale frutto di due parziali molto equilibrati e combattuti nel derby con Migani(3), battuto 76 75.

Cartagena (10.000$ Spagna): Torna al successo dopo due anni di digiuno nel circuito Futures il francese Florian Reynet, 25enne numero 524 al mondo, grazie all’appuntamento spagnolo di Cartagena su terra. Successo in rimonta per Reynett che sorprende il padrone di casa Jordi Samper- Montana(4) 36 76 61 conquistando il quinto successo in assoluto. Continua a macinare buoni risultati anche Enrico Burzi che sulla scia degli altri azzurri in grande spolvero questa settimana, arriva sino in semifinale dove cede da seconda testa di serie a Montana 62 63. Brutte sconfitte all’esordio per Giulio Torroni (asfaltato da Reynett 60 60) e Matteo Trevisan (64 60 da Checa-Calvo); fuori in due set al primo round anche Marco Bortolotti.

Antalya Kaya-Belek (10.000$ Turchia): Non sembra avere rivale alcuno Radu Albot quando scende in campo nel torneo turco di Antalya, torneo da 10.000$ di montepremi e giocato su cemento. Giunto alla terza finale consecutiva in tre settimane in 22enne moldavo bissa il successo di sette giorni fa avendo la meglio questa volta dell’ungherese Adam Kellner(2) per 76 62.
Il primo favorito del seeding numero 255 Atp, non ha praticante mai avuto problemi nell’aggiudicarsi il trofeo, conquistando una vittoria che non fa altro che aumentare il suo piccolo record personale che lo lega ad Antalya. Di sette trionfi complesivi in carriera, ben sei sono stati, incredibile ma vero, ottenuti tra le mura portafortuna della città turca. Tra gli italiani solo Luca Rovetta passa un turno, stop all’esordio per Torresi, Crepaldi, Capone, Leonardi e Fortuna.

Altri tornei della settimana: Uno-Due di Sanam Singh in India

Bhopal (10.000$ India). Secondo titolo in due settimane per il 24enne di Chandigarh Sanam Singh nell ‘appuntamento indiano di Bhopal , giocato su cemento. Dopo aver rotto il ghiaccio nel torneo di casa a Chandigarh arriva subito il bis per Singh che pur non essendo neanche compreso tra le prime otto teste di serie riesce ancora a colpire nel segno battendo in finale un’altra sorpresa della settimana, il giapponese Shuichi Sekiguchi 61 64. Nessun italiano era presente nel torneo asiatico.

Si conclude la rassegna settimanale targata Mondo Futures con il torneo ucraino di Chekassy2 dove scorsa settimana si era imposto Artem Smirnov. Nessun problema per il lettone Andis Juska che dopo aver trionfato a Mosca a gennaio fa suo il secondo titolo del 2012 sconfiggendo in finale il giocatore di casa Ivan Sergeyev 76 76.
Per il 26enne lettone numero 524 del ranking si tratta del 13esimo successo della carriera.
Italiani in ombra solo in questa manifestazione con Riccardo Sinicropi(3) ancora sconfitto all’esordio e Edoardo Eremin demolito da Juska al primo turno. Per Alessandro Bega invece il ko arriva agli ottavi dopo aver recuperato un set di svantaggio al primo turmo a Kryvoy (Ukr).

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *