Fenomeno Paddle al TC Le Molette

di - 23 Gennaio 2014

Roma, 23 gennaio 2014 – C’è uno sport parente stretto del tennis che sta vivendo un momento di grande popolarità. E c’è un circolo romano che è stato uno dei primi in Italia a credere davvero nella sua esplosione, investendo in una realtà fino a poco prima sconosciuta. Parliamo del paddle e del Tc Le Molette, un connubio vincente nato nel 2008 e capace di portare 50 tesserati, di cui 7 top 20 del ranking nazionale: un primato. Il circolo capitolino ha proprio nel paddle, insieme a tennis, nuoto e pallanuoto, un fiore all’occhiello della sua intensa attività agonistica. Attività che prosegue ininterrotta dal 1974, in una splendida struttura con 10 campi da tennis, nata da un’idea di Silvana Lazzarino, pluricampionessa d’Italia e semifinalista al Roland Garros vent’anni prima. A guidare il gruppo del paddle c’è l’ex numero 1 azzurro della specialità Isidoro Spanò. “Al Tc Le Molette siamo all’avanguardia in questa disciplina – spiega – avendo costruito il nostro campo ben sei anni fa, quando in Italia quasi nessuno sapeva cose fosse. Adesso si allenano da noi molti ragazzi di interesse nazionale e internazionale, tra cui il numero 89 del mondo Fabrizio Anticoli. Il primo impegno? La Coppa Italia a Bologna, dal 7 al 9 febbraio”. Un mix di agonismo di alto livello e attività amatoriale, per uno sport che sta prendendo piede rapidamente, in particolar modo nel Lazio. “È alla portata di tutti, i miglioramenti sono rapidi e immediatamente visibili. In sostanza, più giochi, meglio giochi. Inoltre favorisce l’aggregazione ed è adatto a tutte le età”.

Il Tc Le Molette è stato uno dei primi circoli italiani a promuovere il paddle, che si gioca in quattro, con racchette a piatto pieno con dei forellini, su un campo di venti metri per dieci. “Tutto è iniziato per caso – continua Spanò – dato che il mio primo approccio è avvenuto nel parco Reina Sofia di Madrid, dove notai alcuni ragazzi alle prese con questa strana disciplina. Da buon tennista mi sono fermato a osservare e alla fine mi sono detto: ‘è il mio sport’. Il caso ha voluto che sei mesi dopo mi fosse proposta l’opportunità di costruire un campo al Tc Le Molette”. Nel corso degli anni sono state organizzate molte esibizioni, tra cui la più importante nel maggio del 2013 con la presenza a Roma dei campioni argentini Agustin Silingo e Fernando Quiles. “Il mix tra professionismo e attività amatoriale – chiosa Spanò – è la carta vincente messa in tavola dal circolo, che anno dopo anno aumenta il numero dei tesserati. E non vogliamo fermarci qui, l’obiettivo è crescere ulteriormente. Consiglio a tutti di provare almeno una volta, poi non si può più tornare indietro”.

TENNIS CLUB LE MOLETTE, UN GIOIELLO IMMERSO NEL VERDE DI ROMA

Tennis, paddle, nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato, fitness acquatico e calcio a 5. Questa la ricetta vincente del Tennis Club Le Molette, nato a Roma nel 1974 da un’idea dell’ex campionessa Silvana Lazzarino e dei fratelli Alberto, Teresa e Anna. A pochi passi dalla stazione dell’Olgiata (Roma Nord), immerso nella splendida oasi verde della tenuta di San Nicola, “Le Molette” è il club ideale per chiunque voglia divertirsi e praticare sport in un ambiente sano e accogliente, oltre a rappresentare un punto di riferimento per tutti gli appassionati della zona. Il circolo è dotato di 10 campi da tennis (di cui 3 illuminati), 2 piscine coperte da una struttura pressostatica, 1 campo di calcio a 5, 1 campo da paddle, la Club-house da 600 metri quadrati e il ristorante.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *