Il ritorno delle mine vaganti

di - 10 Agosto 2014

azaven

di Sergio Pastena

Occhi puntati sulla Williams. Sull’altra Williams. Dopo la splendida prestazione di Montreal è Venus ad essere sotto i riflettori per Cincinnati, anche se la prima testa di serie tocca ovviamente alla sorella. Andiamo a vedere il tabellone del torneo americano partendo dai quarti di finale teorici.

Wta Cincinnati

Stavolta l'incrocio è difficile

Stavolta l’incrocio è difficile

S.Williams (1) – Jankovic (8)

Per Serenona le insidie arrivano da più parti e non è detto che quella principale sia Jelena Jankovic. In gioco, infatti, c’è Victoria Azarenka, la detentrice che con la testa di serie numero 10 è una mina vagante per eccellenza, anche se l’americana prima dei quarti non potrà incontrarla: potrebbe trovare invece Flavia Pennetta, a patto di superare prima Sam Stosur. Molto interessante il primo turno tra Petkovic e Stephens, mentre per la Jankovic al secondo turno potrebbe esserci Garbine Muguruza.

A.Radwanska (4) – Kerber (6)

La Kerber sta bene, la Radwanska benissimo e la Wozniacki male non sta. Insomma, Sarita Errani e Roberta Vinci non sono capitate proprio in una slot fuori forma, anche se una sola tra loro potrà arrivare ad affrontare le avversarie sopra citate, visto che un’urna ultimamente molto dispettosa si è divertita a incrociarle al secondo turno. Per arrivarci la tarantina dovrà superare Sabine Lisicki, mentre Sara dovrà vedersela con una qualificata. Altre outsider Nara, Rybarikova e Hantuchova.

Genie ci sorprenderà ancora?

Genie ci sorprenderà ancora?

Bouchard (7) – Kvitova (3)

Probabilmente la parte di tabellone meno densa di grandi nomi, sempre relativizzando. Ivanovic e Suarez Navarro non partono con grandi chance di frapporsi tra le due favorite, mentre trovandoci negli Usa è buona norma fare attenzione a McHale, Davis e Cirstea, capaci del colpo a sorpresa. Si trova in questa zona anche Camila Giorgi, che al primo turno avrà subito uno scoglio duro in Svetlana Kuznetsova. Per il resto poco da segnalare: un paio di qualificate, Pironkova e Dellacqua.

Sharapova (5) – Halep (2)

Sfida molto intrigante, ma con due ostacoli di mezzo. Il primo si chiama Venus Williams: la Safarova non avrà di certo esultato quando se l’è trovata di fronta al primo turno. Il secondo si chiama Dominika Cibulkova: da aprile in poi la slovacca non ha fatto benissimo e punta a rilanciarsi. Insomma, un paio di incognite ma poco altro: in questa slot ci sono quattro qualificate. Non ci sarà la Schiavone, eliminata dalla Gibbs, mentre Karin Knapp è al terzo set dell’ultimo turno delle quali contro Monica Puig in questi minuti.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *