Itf Biella (100.000$): Eliminata Alexia Virgili

di - 16 Luglio 2008


(Tosic – Foto Canevarolo)

Comunicato Stampa
Ufficio Stampa Itf Biella

ZAHLAVOVA STRYCOVA E DOMINGUEZ-LINO (PRIME DUE TESTE DI SERIE) APPRODANO NEI QUARTI. OUT VIRGILI. DOMANI TOCCA A SANTANGELO, VERARDI-DENTONI (APPASSIONANTE DERBY) E PIOPPO

Il 9° torneo internazionale femminile “Regione Piemonte” entra nel vivo. Il match più atteso di oggi è senza dubbio quello tra la testa di serie numero 4 Renata Voracova (116 Wta) e l’azzurra Mara Santangelo, in programma alle 14,30 sul campo centrale. Dopo il facile esordio con la qualificata Bai, questo sarà un test più probante per la ventisettenne altoatesina, alla ricerca di quel tennis che solo un anno fa l’aveva proiettata a ridosso delle top 20 mondiali. “Devo trovare fiducia nel mio gioco – racconta Santangelo -, e per farlo non mi resta che affrontare una gara alla volta”.

Subito dopo il centrale di via Liguria sarà teatro di un interessante derby azzurro tra Corinna Dentoni (classe ’89) e Verdiana Verardi (’87). Nei due precedenti “testa a testa” ha sempre vinto la Dentoni: nel 2005 in tre set a Monteroni D’Arbia e l’anno scorso a Stoccarda (sul veloce). Il programma odierno è completato dalla sfida tra la quinta favorita del seeding Mathilde Johansson, che affronta l’estone Ruutel, mentre alle 20,30 Elena Pioppo cercherà il pass per i quarti contro Yuliana Fedak (4 del torneo e 134 Wta).

La giornata di ieri è stata segnata dai facili successi delle teste di serie. Così Barbora Zahlavova Strycova si è sbarazzata di Katie O’Brien per 6-3, 7-5; mentre Jelena Kostanic Tosic ha eliminato la toscana Alexia Virgili per 6-3, 6-3. “Non trovavo la palla, io gioco piatto, e non sono riuscita a metterla in difficoltà – racconta Virgili -. Il primo set ero un po’ contratta, il suo back, con la pallina che resta bassa, quel modo di giocare (in più è mancina) e la mia lentezza hanno fatto il resto”.

“Sono contenta di essere entrata in tabellone e aver passato un turno – conclude la ventiduenne di Firenze -. Certo un po’ di rammarico resta perchè forse avrei potuto fare di più. Però lei non è un’avversaria da prendere sotto gamba (per diversi anni ha chiuso tra le 50 al mondo, con un best ranking di 32 nel luglio 2004). Per ora la stagione è stata buona, ho raggiunto il mio miglior ranking, sto giocando diverse partite, e soprattutto non ho avuto problemi fisici. In passato ho evitato un’operazione al gomito, ma non ho giocato per quasi 2 anni. Ora le cose vanno meglio”. I prossimi appuntamenti di Alexia, che si allena a Firenze con papà Alessandro, sono i tornei di Rimini (75 mila) e poi Monteroni d’Arbia (25 mila).

Soddisfatta per l’esito della gara la croata Kostanic Tosi, da 9 anni professionista, con un prize money guadagnato in carriera che rasenta il milione e mezzo di dollari. “Gioco un tipo di tennis diverso, che mette in difficoltà le avversarie – dice -. Ieri poi sono stata molto solida, anche se accuso un po’ di stanchezza per i tanti match disputati negli ultimi giorni. Forse all’esordio ho messo in campo un tennis migliore, ma è andata bene lo stesso. Il club è carino, il torneo bene organizzato. Oggi avrò un giorno di riposo e spero di poter visitare un po’ la città. Il mio corpo a 27 anni non è più quello di una ragazzina, per cui ci devo andare piano e dosare bene allenamenti e partite”.

Tutto facile anche per la numero 2 di Biella Lourdes Dominguez-Lino (6-3, 6-3 a Irina Kuzmina). “Mi sento bene, le palle sono un po’ pesanti, ma ieri il match è stato abbastanza facile – dice la spagnola -. Sulla terra la mia pallina è sempre carica di effetti e rotazioni, caratteristica di quasi tutti gli spagnoli. Il match nei quarti con la Johansson? Prima deve ancora vincere, ma l’importante per me è in ogni caso cercare di imporre le soluzioni più congeniali al tipo di tennis che so fare, cercando di metterla in difficoltà. Il mio obiettivo è quello di finire l’anno tra le top 100”.

Professionista dal ’96, due anni fa numero 40 e ora quinta atleta spagnola, Lourdes ha assistito al cambio generazionale. “Il tennis è in continua evoluzione, tanto nel femminile, come nel maschile. Ogni giorno cambia qualche cosa e dobbiamo essere brave a trovare nuove soluzioni. La cosa più importante è riuscire a stare concentrati nei momenti importanti: i punti non hanno tutti lo stesso peso specifico. La terra è la mia superficie preferita, ma devo dire che mi diverto anche sull’erba. In passato a Wimbledon ha affrontato al primo turno dei “mostri” sacri del calibro di Serena Williams o Jelena Jankovic: ho perso, però disputando dei buoni match”.

Nel tardo pomeriggio Oxana Lyubtsova è stata l’artefice della prima eliminazione di una testa di serie. Infatti la colombiana Mariana Duque-Marino (8 del tabellone) si è arresa al “furetto” ucraino con un doppio 7-5.

RISULTATI 2° TURNO MAIN DRAW

Jelena Kostanic Tosic (3, Cro) b. Alexia Virgili (Ita) 6-3, 6-3

Lourdes Dominguez-Lino (2, Spa) b. Irina Kuzmina (Lat) 6-3, 6-3

Jelena Kostanic Tosic (3, Cro) b. Alexia Virgili (Ita) 6-3, 6-3

Oxana Lyubtosova (Ukr) b. Mariana Duque-Marino (8, Col) 7-5, 7-5

TABELLONE DEL DOPPIO – QUARTI DI FINALE

Johansson (Fra)-Panova (Rus) b. Brianti (Ita)-Chakhnashvili (Geo) 6-2, 6-3

Zahlavova Strycova (Cze).Voracova (Cze) b. Fedak (Ukr)-Ruutel (Est) 6-4, 6-2

Dominguez-Lino (Spa)-Parra-Santonja (Esp) b. Voegerle (Sui)-Woerle (Ger) 7-5, 6-4

Kostanic Tosic (Cro)-Kozic (Srb) b. Bai (aus)-Pavlova (Bul) 6-3, 5-6 10-3

PROGRAMMA DI GIOVEDI’ 17 LUGLIO

Campo centrale – Starting at 14,30

Renata Voracova (4, Cze) vs. Mara Santangelo (Ita)

Followed by

Verdiana Verardi (Ita) vs. Corinna Dentoni (Ita)

Not before 18

Zahlavova Strycova (Cze).Voracova (Cze) vs. Johansson (Fra)-Panova (Rus)

Court 4 – Starting at 14,30

Mathilde Johansson (5, Fra) vs. Margit Ruutel (Est)

Followed by

Kostanic Tosic (Cro)-Kozic (Srb) vs.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *