ITF: Galovic e Gaio da urlo…

di - 25 Luglio 2012


(Federico Gaio – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

GALOVIC E GAIO DA URLO. NON SI FERMA VESELY

Modena (15.000$ Italia): Finisce al secondo tentativo l’attesa per la giovane promessa azzurra Viktor Galovic che nel torneo su terra rossa di Modena centra il primo successo della carriera dopo la finale persa a Cherkassy pochi mesi fa.
Vola sui campi della Meridiana la nostra scommessa classe 1990, partito come sesto favorito del seeding e autore di una settimana perfetta dove, escluso il match maratona della finale, non ha mai faticato per passare il turno regolando sempre i suoi avversari in due rapidi set.
Eccezione per l’epilogo di domenica con Galovic costretto a rimontare in una sfida al fotofinish un brillante Enrico Fioravante, 21enne rivelazione del torneo, ko nel derby 46 64 76.
A Galovic, attuale numero 645 Atp, va così il primo sigillo stagionale.
Italiani scatenati a Modena: oltre agli ottimi Galovic e Fioravante, promossi anche Bosio ko in semi e Oradini, Viola(8) e Rondoni fuori ai quarti. Male i favoriti Trusendi(1) e Sinicropi(2) out agli ottavi così come Borgo, Marchegiani, Molina, Patracchini, Bonadio, Torroni(3). Eliminazione al primo ostacolo per Melchiorre, Pancaldi, Bortolotti, Leonardi(4), Volante, Capone(7), Civarolo, Iannuzzi, Donati, Frigerio, Speronello, Fortuna, Ornago.
Doppio a Iannuzzi/Sinicropi su Capone/Fioravante.

Bel Ville (10.000$ Argentina): Impresa per un ritrovato Federico Gaio, splendido vincitore del torneo sudamericano su terra di Bel Ville. Torna a colpire il talento azzurro classe ’92, reduce da un finora opaco 2012, al termine di un torneo che lo ha visto gestire con grande autorità tutti i suoi match da quarta testa di serie.
Settimana da incorniciare per il tennista di Faenza che, a oltre un anno dal successo a Skymkent, ritrova la giusta determinazione sui campi del 10k argentino dove in finale firma la vittoria più importante contro il beniamino di casa Renzo Olivo(1), steso a sorpresa con un doppio 75 dopo aver già raccolto lo scalpo in semi del secondo favorito Migani.
Per il 20enne azzurro, risalito al numero 482 Atp, terzo titolo in carriera.
Gaio risultava essere l’unico iscritto nel torneo di Bel Ville.

Praga (15.000$ Rep.Ceca): E dopo la fantastica doppietta azzurra Galovic-Gaio ci occupiamo adesso di un nuovo colpo della settimana appena trascorsa spostandoci nel Future ceco di Praga, terra.
Cala infatti un immediato bis l’idolo di casa Jiri Vesely, che a soli sette giorni dal dominio a Prostejov, non stecca neppure il torneo della capitale concendendo in tutta la manifestazione un solo parziale.
Cammino pressochè impeccabile per l’astro nascente di Pribram classse 1993, facile vincitore in finale del favorito numero uno Norbert Gombos (Svk), demlito 64 60.
Per il mancino ceco, numero 432 (best ranking) e accreditato qui dell’ottava testa di serie, si tratta del quarto centro complessivo, terzo del 2012.
Italiani assenti.

Izmir (10.000$ Turchia): Colpo di scena nel torneo turco di Izmir, terra, dove si è registrata la sorpresa più evidente della settimana con il successo clamoroso del qualificato francese Julien Demois, mancino classe ’93 e ancora arenato fuori dai primi 1400 Atp!.
Cammino tanto convincente quanto inatteso per il tennista transalpino che azzecca la settimana d’oro e dopo aver eliminato tra gli altri anche Uzhylovsky(4), Forcin(8) e soprattutto Jankovits(1), va a beffare in finale anche il bulgaro Alexandre Lazov, ko al terzo 63 67 64.
Per l’outsider vincente Demois primo successo dell’anno e della carriera.
Italia protagonista anche a Izmir con la bella semifinale targata Edoardo Eremin(2) e i quarti raggiunti da Omar Giacalone.
Esce al secondo turno Caruso, eliminazione al primo round per Colella, Bocco e Di Ianni.

Tallinn (15.000$ Estonia): Va al croato Marin Bradaric(4) la coppa del torneo estone di Tallinn, torneo 15k giocato su terra rossa.
Pochi intoppi nella sua scalata al successo per il 26enne numero 627 al mondo che, dopo la vittoria thrilling all’esordio con Sillanpaa, non ha più esitato e ha portato facilmente a casa il trofeo del Nordecon Open 2012.
In finale il francese Laurent Malouli è costretto ad alzare bandiera bianca in due set per 64 76, regalando così a Bradaric il secondo sigillo stagionale, il quarto complessivo.
Gli italiani nella capitale estone: passa l’esame Tallinn Giammarco Micolani(5) fuori ai quarti. Per Portaluri invece sto al primo round.

Westende (10.000$ Belgio): E dalla terra rossa di Tallinn al cemento di Westende, future belga di categoria 10k, dove ad imporsi è stato il francese Elie Rousset, al primo successo della carriera in assoluto.
Rompe dunque il ghiaccio il 22enne transalpino numero 565 Atp che, da terzo favorito del seeding, si complica la vita in più di una circostanza ma alla fine riesce a completare l’opera in finale battendo al terzo set anche l’egiziano Sherif Sabry(5), sconfitto con lo score di 76 16 63.
Parentesi azzurra: Non lascia il segno Alessandro Bega(2), malamente estromesso al primo turno.

Felixstowe (10.000$ Gran Bretagna): Inglesi in evidenza nel torneo di casa di Felixstowe, erba, che nell’incontri conclusivo ha visto darsi battaglia per il titolo i due connazionale Slabinsky e Burn.
Colpo grosso per l’ex numero 266 Alexander Slabinsky che, dopo essere sprofondato fuori dai primi 1000, ritrova il sorriso nel torneo inglese vinto al termine di una sfida estremamente equilibrata con Tom Burn, ko sul filo di lana 75 57 64.
Per il 26enne di origini ucraine terzo titolo in carriera, il primo della stagione.
Azzurri assenti.

Altri tornei della settimana: Daniel e Boltz, giovani vittorie a Gandia e Joplin

Concludiamo l’analisi dei tornei future appena svolti con una doppietta di giovani vincitori classe ’93 che ha infiammato i tornei di Gandia e Joplin.
Splendido successo sulla terra spagnola di Gandia per il 19enne giapponese Taro Daniel, vincitore del secondo titolo stagionale, al termine di un percorso estremamente agevole facilitato dalla sua prima testa di serie.
Nessun problema per il talento asiatico numero 357 neanche in finale dove il nipponico ha rovinato la festa del tennista locale Marc Giner(2), ko 63 64.
Per Daniel secondo titolo in carriera, italiani non presenti.

E se Daniel sbanca Gandia, il tennista francese Sebastie Boltz va a prendersi la prima gioia della carriera nel torneo yankee di Joplin (cemento), dove il giocatore transalpino classe 1993 figurava come terza testa di serie.
Percorso piuttosto lineare anche per Boltz che, dopo aver lasciato per strada un solo set in tutta la manifestazione, prende le misure in finale al tennista delle Barbados Darian King(4), demolito 63 63, andando così a conquistare da numero 688 del ranking il suo primissimo trofeo a livello Future.
Tra gli azzurri nessuna presenza a Joplin.

© riproduzione riservata

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *