ITF: Gianluca Naso a segno, ma il migliore è il coreano Lee

di - 14 Aprile 2015

Duck Hee Lee

di Giacomo Bertolini

Ancora una settimana in spinta per il team azzurro in giro per i tornei Itf che, anche in questa occasione, hanno regalato all’Italia almeno un trofeo da festeggiare. E cominciamo allora proprio dal poker stagionale del nostro Gianluca Naso a Santa Margherita di Pula, torneo sardo con un montepremi pari a 10.000 dollari e vinto dal tennista di Trapani in finale contro il corregionale Omar Giacalone. Per l’azzurro, primo favorito del seeding, rimonta killer per 06 64 64 (doppio a Della Tommasina/Sinicropi). Passando in rassegna gli altri tornei di punta in calendario si segnala la finale del classe ’90 Claudio Fortuna sul duro del 10k Antalya (battuto in tre set dall’austriaco Maximilian Neuchrist), ok anche il giovane Edoardo Eremin fermato ad un passo dal titolo (score 67 62 63), nella finale del 10k greco di Heraklion, dal bielorusso Dubarenco. Italiani a parte brilla la stella del talento russo classe 1996 Daniil Medvedev a El Kantaoui (ko Jomby 64 60), il veterano cileno Hans Podlipnik-Castillo fa 23 e rientra nei top 200 col successo casalingo a Santiago, anche se il tennista della settimana non può che essere il baby prodigio sud coreano Duck Hee Lee (classe 1998), bravissimo a portarsi a casa la terza coppa in carriera sul duro del 10k indonesiano di Tegal (il giapponese Sekiguchi si ritira in finale).

ITF Ahmedabad - Premiazione

Nessun acuto invece per riguarda l’Italia del circuito femminile che, tuttavia, si consola con la finale a Santa Margherita di Pula raggiunta dalla 22enne Stefania Rubini (titolo alla rumena classe ’95 Irina Maria Bara). Salendo di livello spicca il ruggito dell’esperta tennista brasiliana Teliana Pereira, garanzia del circuito cadetto come dimostra il suo successo nel ricco 50k colombiano di Medellin, terra rossa. Nel 25.000 dollari su cemento di Barnstaple si rivede la sorella di Karolina Pliskova, Kristyna, regina in finale contro la tedesca Nina Zander, con un eloquente 62 63 l’uzbeka Sabina Sharipova si sbarazza della russa Lykina facendo così suo il trofeo del 25k sul duro di Karshi. Sempre per quanto concerne la categoria dei 25k arriva dalla terra americana di Jackson il primo colpo in carriera della promettente freccia ucraina Anhelina Kalinina (18 anni), terzo sussulto del 2015 per una ritrovata Anastasija Sevastova in quel di Ahmedabad, India (ko la padrona di casa Raina 64 76). La finale maratona del 25k di Chiasso, terminata 36 63 76, finisce appannaggio dell’ungherese Reka-Luca Jani che beffa la rumena Cadantu, successo numero 2 in carriera per la stellina slovacca classe 1998 Viktoria Kuzmova, abilissima a sorprendere tutti nel torneo greco di Heraklion (sconfitta in finale la russa Kalinskaya 62 60).

TENNISTA FUTURES DELLA SETTIMANA: DUCK HEE-LEE (KOR)
MIGLIOR AZZURRO: GIANLUCA NASO
TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: TELIANA PEREIRA (BRA)
MIGLIOR AZZURRA: STEFANIA RUBINI

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *